Panforte di Siena. Profumo di festa.

Rieccomi qui, dopo la breve pausa natalizia. Mi sembra passato un secolo dall’ultimo post. Come state? Avete trascorso bene il Natale? 
Io l’ho passato in famiglia con i miei, eravamo solo in tre, niente confusione né grossi preparativi ma quello che più conta è che è stata una giornata serena in cui riscoprire il valore degli affetti…fino in fondo. 
Ma anche le brevi vacanze abruzzesi stanno per volgere al termine e oggi, in vista dell’ultimo dell’anno, voglio lasciarvi una ricetta della tradizione senese, la mia città adottiva. 
A Siena, Natale si riassume in una parola: PANFORTE, un dolce antichissimo che profuma le strade della città da ottobre in poi e che nel periodo natalizio raggiunge l’apice della produzione.
Le prime testimonianze scritte del panforte risalgono addirittura all’anno Mille; a quel tempo veniva chiamato “pane natalizio” o “pane aromatico” o “pan pepatus”. 
La preparazione era affidata agli speziali, i farmacisti dell’epoca, ed il consumo era destinato esclusivamente ai nobili, ai ricchi e al Clero in virtù del fatto che conteneva mandorle e spezie, all’epoca costosissime.  
Il “panpepato” non subì grosse modifiche fino al 1879, anno in cui la regina Margherita di Savoia si recò in visita alla città di Siena in occasione del Palio di agosto. I pasticceri pensarono che il gusto “forte” del panpepato si addicesse poco ai nobili ospiti e fu così che venne elaborata da Enrico Righi Parenti una felice variazione che rese il tutto più dolce: ai canditi già presenti furono aggiunti canditi di cedro e zucca, il pepe nero fu sostituito dalla vaniglia, e nasceva il Panforte Margherita, così battezzato in onore della regina di Savoia. 
La tradizione di gustare il panforte proprio per Natale è riportata anche nel manuale dell’Artusi “La scienza in cucina e l’arte del mangiare bene” (1891), dove il dolce viene addirittura raccomandato per il pranzo di Natale. 
Come tutte le ricette antiche, nel tempo sono state apportate modifiche a seconda del gusto o della difficoltà di reperimento di alcuni ingredienti ma pare che la ricetta originale sia molto legata alla tradizione senese del Palio, prevedendo 17 ingredienti di base, come il numero delle 17 contrade nel 1675. 
In tutta sincerità, non sono mai stata una grande amante di questo dolce, troppo “dolce” per i miei gusti. Ma un po’ per soddisfazione personale, un po’ per far felice il mio boy, era da un po’ che avevo in testa l’idea di provare a farlo in casa, così quando l’ho visto da lei, la ricetta mi ha colpita come fulmine a ciel sereno. 
Restava solo l’incognita del melone candito: dove diamine l’avrei potuto trovare? Ero già intenzionata a sostituirlo con albicocche o fichi secchi quando, andando al super per la spesa, mi accorgo che hanno messo, in occasione delle feste, un banco apposito nel reparto ortofrutta per la vendita di frutta secca sfusa. E cosa ti trovo fra tutto quel ben di Dio? Ebbene sì, proprio lui: il MELONE
Era destino, a questo punto non potevo più tirarmi indietro: letto-fatto, la sera stessa il panforte era a cuocere nel mio forno con un profumo paradisiaco di miele e spezie ad inondare la casa. 
Beh, sapete una cosa? Mi son dovuta ricredere! Non ho mai avuto grossa passione per il panforte fino a che non ho assaggiato questo. Sono già alla terza replica e credo che non finirà qui. 
E se vi dico che ha superato anche la prova assaggio boy-suocera…potete fidarvi.
Parola di senesi DOC! 

 

[Ricetta leggermente modificata da qui]


Panforte di Siena
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Per un stampo da 18 cm
Author:
Recipe type: Ricette tipiche
Serves: 10-12
Ingredienti
  • 120 gr di mandorle (io già pelate)
  • 80 gr di nocciole (io già pelate)
  • 50 gr di pistacchi non salati
  • 150 gr di zucchero
  • 100 gr di miele (io d’arancia)
  • 200 gr di melone candito o zuccata (io 160 gr di melone candito)
  • 100 gr d'arancia candita (ne ho messi 60 gr)
  • 50 gr di cedro candito (ho messo 90 gr di pomelo candito)
  • 50 gr di farina
  • 2 cucchiaini di misto spezie per panforte nero
  • 1 foglio di ostia
  • zucchero a velo
Procedimento
  1. Tostare mandorle e nocciole in forno a 150°C per 10 minuti e strofinarle un po' per spellarle. Tagliare i canditi a dadi.
  2. Mescolare le spezie alla farina.
  3. Riunire il tutto in una ciotola capiente.
  4. Scaldare il miele con lo zucchero a fuoco lento finché il tutto raggiunge il bollore e portare a 120°C (verificare la temperatura con il termometro o, in mancanza, tuffare un po' di zucchero nell'acqua fredda: deve formarsi una pallina).
  5. Versare lo sciroppo sul mix di frutta secca-candita e farina e mescolare amalgamando bene gli ingredienti.
  6. Versare il composto in una stampo o un cerchio a bordi bassi rivestito di ostia (in mancanza, di carta forno) e cuocere il forno caldo a 160°C per mezz'ora.
  7. Diventerà più omogeneo ma non scurirà.
  8. Far raffreddare bene e cospargere con abbondante zucchero a velo.
Note
* Al posto del misto spezie per panforte nero, usare:
3 cucchiaini da caffè di cannella in polvere
½ cucchiaino da caffè di coriandolo in polvere
½ cucchiaino da caffè di noce moscata
½ cucchiaino da caffè di pepe nero o bianco
¼ cucchiaino da caffè di chiodi di garofano

* Nella lavorazione occorre essere quanto più possibile rapidi perchè lo sciroppo non è molto e tende ad indurire velocemente. Meglio cercare di lavorare con le mani piuttosto che con un cucchiaio.
 

Ben sigillato si conserva diverso tempo a temperatura ambiente….se dura! 
Un abbraccio a tutti voi e buon inizio settimana ^__^ 

Dedico anche questa ricetta alla raccolta di Ornella “Natale e dintorni

 

image_pdf

90 commenti

  1. E se non è un dolce delle feste questo….
    Ma è fantastico…davvero bellissimo. Certo anche questa foto meravgliosa aiuta…
    Ma ultimamente ne fai una più bella dell'altra…..
    Brava Fede, davvero complimenti. Il dolce è davvero pieno di fascino….io lo trovo perfetto.
    Peccato non averlo assaggiato….ma parla da solo..non ho dubbi sulla bontà.
    Un bacione tesoro e a prestissimo.
    Smack smack :-*

  2. Anche io l'ho trascorso in famiglia con le persone alle quali voglio bene…Il panforte è un docle ottimo.. mangiato solo 1 voltain vita mia.. ci credi che nemmenos apevo esistesse il melone candito?? che fortuna allora epr te averlo trovato.. così hai fatto questa ricetta seguendo la tradizione.. brava!!!! come sempre… baci e buona giornata .-D

  3. ciao Fede, ma come ancora in ferie???? 😮 cioè dico!!! scherzo briciola, riposati e fa tuo tutto ciò che di più bello ste feste ti possano portare!! ma lo sai che l'anno scorso sono stata a Siena??? e me lo sono mangiata il panforte 😀 eh sì … ciao briciola, ricordati che sta anima in pena dei tuoi post, ti vuole un sacco di bene!!! bacioni :-*

  4. Avevo detto che mi sarei messa a dieta, ma come si fa a rinunciare al Panforte? io lo adoro e quando vado a Siena faccio incetta!
    Proverò a farmelo da me. 🙂
    Kika

  5. che piacere rileggerti!! qui bene a parte, raffreddori vari, tosse..ecc… conosco questo dolce ma mai assaggiato! ti confesso che mi piace da morire l'alzatina…mannaggia che non riesco a trovarle qui!!un abbraccio!

  6. bellezza con questo dolce della tradizione ci prendi tutte per la gola!!!io ne ho ricevuto uno in regalo qualche settimana fa ..direttamente dalla toscana e ancora non l'ho provato ma di sicuro il tuo regge benissimo il confronto se non di piu…!!bacioni

  7. Ciao bellissima!!!!!!!!!
    Che ricettina da tenere stretta stretta!!!!!!!!!
    Sono contenta tu abbia passato delle serene giornate!!!!!!!
    Te ne auguro tantissime altre!!!!!!!!
    Un bacione!!!!!

  8. Anche io non sono una grandissima fan del panforte, ma credo che fatto in casa sia tutt'altra cosa e un pezzetto del tuo lo ruberei volentieri. E lo sai che proprio l'altro giorno anche io al super mi sono imbattuta in un nuovo espositore vicino al reparto frutta, messo appositamente per le feste, con tanta frutta candita tra cui il melone a cubetti?!E mi sono proprio chiesta a cosa sarebbe servito. Qui da te ho trovato la risposta…Bello anche leggere i cenni storici da te riportati e grazie per la ricetta.
    Un bacione

  9. Da quando ho vissuto a Siena mi son sempre promessa di fare da me il panforte e soprattutto il panpepato (dei due, il mio preferito) e non l'ho mai fatto, chissà se per il prossimo Natale mi organizzo e lo faccio. Splendida la tua versione, me la tengo stretta fino a allora! ^-^
    Mi stupisce che tu sia riuscita a trovare il melone candito, non è mica facile. L'hai trovato alla COOP? Chissà se ci saranno nuovi negozi da quando sono andata via. Buone feste carissima, a presto, un bacione.

  10. ciao piccolina mia bentornata e sai una cosa mio marito è da una vita che mi chiede il panforte e mi sa che è arrivato il momento di accontentarlo e visto il tuo risultato nn posso nn provarlo!!sono felice che hai trascorso un natale con i tuoi cari all'insegna dell'amore!!!ti volgio benissssssssimo,imma

  11. Fede che bontàààààà!
    Adoro il panforte e ogni volta che vado a Siena ne faccio gran scorpacciate e lo porto in regalo ad amici e parenti!
    Il tuo profuma non solo di melone (che adoooro) ma anche di famiglia e amore … è fantastico anche per questo!
    Il mio Natale è andato benissimo, grazie, ora l'attenzione è spostata al 31!
    Un bacione tvb

  12. fatto in casa in effetti ha tutto un altro sapore!lo sai hai ragione è bello in queste giornate trovare soprattutto l'affetto dei propri cari e insieme a loro magari condividere anche un po' delle nostre tradizioni!

  13. Guarda ti mando Sant'Andrea che ne va matto, io non riuscirei a farlo manco se prego in Sanscrito. Ma te sai fare tutto, anche rendere speciali delle semplici mandorline. Sto panforte è stupendoooo!!!;)

  14. Ciao Tesoto! sono felice che tua abbia trascorso un sereno natale con i tuoi e nella tua terra!
    Il panforte l'ho assaggiato solo un paio di volte, ma erano prodotti industriali, quindi non di certo riconducibili al gusto del vero panforte! davvero complimenti tesoro per questa ricetta, per le foto e per aver accontentato il tuo amore 🙂 baci. Terry

  15. Nooooooooooooo il panforte noooooooo!! questo non me lo dovevi fare sorellotta!!! e ora come faccio con la mamy? lei ne va letteralmente matta…ha appena visto l'ultima foto e ha già fatto l'ordinazione 😉 Azzolina ora mi tocca andare in cerca di sti canditi strani :))

  16. questa è una meraviglia federica. il panforte fatto in casa è troppo, veramente troppo buono! si vede ad occhio che è una meraviglia, mi fai venire una voglia… ma non poooooooooooooosso! a dieta da domani sarò!

    complimenti davvero, e tanti auguri!

  17. ma che bravaaa!!! ai fatto il panforte!!! brava brava!!! non è uno dei miei dolci toscani preferiti, ma quando è fatto bene e in casa lo mangio volentieri!! allura?? cos'è questa storia che ti stai annoiando?(l'hai scritto nel mio blog) facciamo a cambio??? io non ne posso piùùù ho lavorato il 24 e il 26, lavorerò il 31 e il 1° ufffffffffffff
    Buon annooooo tesorottaaa

  18. Ciao Fede, che cosa vedono i miei occhi??? Il panforte!! io lo adoro :X E' l'unico dolce che mi ricorda il Natale e non manca mai sulla mia tavola…qs fatto da te è FAVOLOSO!!!! bacioniiiii:D

  19. E' meraviglioso e mi tenta di provare a farlo,la mia mamma ne andava matta e sulla nostra tavola non mancava mai.Io da quando sono diabetica non l'ho più comprato,magari posso provare a farmelo con il fruttosio e potere finalmente mangiarne di nuovo un po'?!
    Grazie per la ricetta,ciao.

  20. purtroppo sono stato un po' incasinato per la preparazione del pranzo di Natale con la famiglia, ma è andato tutto bene!
    sono in ritardo ma ti auguro buone feste e tanta felicità!
    ps buono il panforte senese! adoro Siena e i bomboloni caldi mangiati alle 5 di mattina appena sfornati! 🙂

  21. Fede sai che io il panforte non l'ho mai assaggiato? Sono stata qualche volta a Siena, ma non ho mai avuto occasione.. e se dovessi farlo in casa ho paura che tralascerei i canditi.. non mi vanno giù, anche se ammetto di non aver mai mangiato il melone.. credo!
    Comunque queste fotografie sono assolutamente meravigliose.. sei sempre bravissima, un bacione! :-*

  22. @ viola…grazie tesoro, ma davvero non hai mai assaggiato il panforet :-o? Ehhhhh…allora qui bisogna rimediare…e anche presto 😉 Un bacione, TVB :-*

    @ Claudia…ti giuro non lo sapevo neanche io dell’’esistenza del melone fino a che non l’ho trovato scritto nelle ricetta. E devo dire che è anche parecchio buono, nonostante io non sia amnte dei canditi in generale. Un abbraccio

    @ chaillrun…siiiiiiiiì ferie! Se non si fanno d’estate…si recupera a Natale 😉 Ma ancora per poco purtroppo :(( La prossima volta che torni da queste parti te lo faccio il panforte, che ne dici 😉 Baciotti scriciolotta dolcissima, TVB

    @ Kika…un pezzettino…ino ino…dai che ci sta pure nella dieta! Un bacione

    @ Sar@…grazie gioia, un abbraccio

    @ Fabiola…grazie tesoro, mi siete mancati anche voi. Non ci sono abituata alle lunghe assenze :)) Un abbraccio

    @ Federica…acc, i malanni di stagione hanno colpito anche da quelle parti? Quell’alzatina l’ho trovata per caso e da quanto ci stavo dietro non me la sono lasciata scappare. Anche qui non è facile per nulla trovare qualcosa! Bacioni

    @ Scarlett…grazie tesoro, un abbraccio

    @ valerio…grazie, baci

    @ Edda…grazie a te per la ricetta favolosa. Da panforte-indifferente mi hai resa panforte-addicted :D! Non immagini che scorta di melone candito io abbia in casa adesso!!! Un bacione

    @ Lory B…grazie tesoro, spero abbia passato delle buone feste anche tu. E ancora auguri, un abbraccio

    @ saretta m…eh sì, quando si dice il caso! E stavolta il caso ha decretato: panforte! Fatto in casa è davvero un’altra cosa, io non amo troppo i canditi ma qui prevale nettamente la frutta secca e i canditi si avvertono pochissimo. Un bacione

    @ Fabi…ecco, per il prossimo Natale mi potrei organizzare per il panpepato, ora che ho preso il via 😉 Trovare il melone è stato un vero colpo di fortuna a cui non avrei mai pensato. E l’ho trovato proprio alla COOP! Ora ne ho fatto una decorosa scorta ma non credo durerà troppo a lungo! Un abbraccio

    @ Cristina…grazie gioia, un bacione

    @ Imma…eh sì, allora lo devi proprio accontentare. E poi è anche molto veloce da preparare, io l’ho fatto la sera dopo cena in un lampo 😉 Un abbraccio fortissimo, TVBBBBBBBBBBBB anch’io :-*

    @ Eleonora…e se fatto in casa ti assicuro che è molto meglio! Un abbraccio

    @ giulia…a me non piacciono i canditi, per questo il panforte mi ha sempre lasciata piuttosto indifferente. Ma devo ammettere che fatto in casa è davvero un’altra cosa e ora ne sono innamorata! Un abbraccio

    @ Dajana…io ti aspetto 😉 Bacioni

    @ jose manuel…tank very much

    @ Chiara…dai via, che un piccolo pezzetto non fa danno…a patto di riuscire a frenarsi ad un pezzetto :)) Un abbraccio tesoro, grazie

    @ ranapazza65…dai che sei sempre in tempo 😉 Qui a Siena si mangia tutto l’anno, anche se tradizione vuole che sia Natale il suo periodo clou! Un bacione

    @ arabafelice…allora non ti resta che cedere alla tentazione 😉 Un bacione

    @ meggY…di questo altro che scorpacciate! Se ti dico che non riuscivo a frenarmi io che prima non lo guardavo nemmeno…Sono proprio contenta che hai trascorso un bel Natale, un abbraccio tesoro :-*

    @ lucy…ritrovare l’affetto dei genitori è stato il più bel regalo di Natale. Un bacione tesoro, grazie

    @ Simo…grazie gioia, troppo buona. E’ più facile di quanto sembri…ti assicuro 😉

    @ Barbara…auguroni anche a te cara. Baci

  23. @ Simona…non ci credoooooooooooo :)) Quando vieni a trovarmi lo facciamo insieme? E daiiiiiiiiiiii :D! Baciotto

    @ terry982…non c’è davvero paragone tra industriale e fatto in casa, adesso ne ho la certezza. Figurati che a me non piaceva e adesso ce l’ho sempre fisso nella testa come il cioccolato! Un abbraccio tesoro, grazie

    @ Max…grazie, buona settimana anche a te

    @ Caterina…lo è, ti assicuro 😉 Un bacione

    @ Manuela…allora devi provarlo, non è difficile 😉 baciotti

    @ Tiziana…festaiolo e buonissimo :D! Bacioni

    @ elenuccia…alla mamy va fatto, non c’è storia :D! Se c’è pure l’ordinazione…Baciottoni, a presto

    @ Deborah…ora che l’ho fatto in casa l’adoro anch’io! Devo resettare la lista delle mie preferenze in fatto di dolci! Un bacione tesoro, a presto

    @ Cinzia…grazie tesoro, un caro abbraccio e tantissimi auguri anche a te di buone feste

    @ Zasusa…grazie, passo a dare un’occhiata

    @ Gaia…hai ragione, è troppo buono quello fatto in casa. Ed ora ne ho la certezza assoluta! Un abbraccio, auguroni anche a te

    @ Debora…non era neanche il mio dolce preferito fino a che non ho ceduta alla tentazione di farmelo! Ora…ho cambiato ideaaaaaaaaaa :D! Sì sì facciamo a cambio dai, io i giorni di festa mi annoio da morire, non mi passano mai. Non sono abituata al troppo relax. Bacioni, auguri di buon anno anche a te

    @ Marus…grazie, a presto

    @ Puffin…credo che da oggi non mancherà mai nemmeno sulla mia! Un abbraccio

    @ chabb…da me è durato due giorni ma perché eravamo due e l’ho pure nascosto :)) Un bacione

    @ Cey…ci può sempre essere una prima volta 😉 Un abbraccio, grazie

    @ I Viaggi del Goloso…grazie ragazzi, bacioni

    @ aleste…sarebbe un bel colpo davvero se riuscissi a farlo con il fruttosio. Io credo proprio di sì, tentar non nuoce;) Un bacione, grazie

    @ Gio…sono contenta che hai trascorso un buon Natale 🙂 Auguroni anche a te, grazie

    @ stey…grazie, un bacione

    @ A&M…grazie dei complimenti, benvenute

    @ speedy70…grazie a te gioia, fammi sapere 😉 Un abbraccio

    @ A&F…ti ho tentata per caso :-o? Dai un pezzettino non fa danni anche nella dieta più stretta…un pezzettino! Bcioni

    @ Yaya…ti assicuro che fatto in casa è molto molto diverso da quello industriale. Io non amo i canditi, dal panettone li tolgo tutti ma qui ti assicuro che non sembra neanche di mangiare canditi. C’è talmente tanta frutta secca che i canditi si perdono alla fine nell’amalgama di zucchero e miele. Grazie di tutto, un caro abbraccio

  24. Ciao Federica, che bello rigodere di tutti i vostri angoli profumati, il tuo di spezie, in questi giorni di vacanza, di pace, di voglia di mangiare più che di cucinare ^_^
    Finalmente mi ritrovo in giro per la via dei blog e una capatina da te per gli auguri ci sta ben volentieri.
    Buonissimo il panforte! Buon anno a te,

  25. What a gorgeous pan forte! I will have to try this – I love all the fruits and nuts in it. Never saw this kind of melon before – will look closer for it. Happy Tuesday!!

  26. A parte il panforte, vedo che ami i dolci abruzzesi. Sono abruzzese e li conosco bene, ottimi, e tu sei molto brava a riprodurli. Pensavo di preparare i bocconotti proprio in questi giorni ma la mia ricetta prevede un ripieno con cioccolato, tipici del chietino. Con un ripieno simile al tuo farcisco dei "taralli".
    Continuerò a seguirti. A presto!

  27. Une recette des plus gourmandes comme d'habitude.
    Je vais voir si je trouve du melon confit.
    Tarte à tester absolument.
    Bonne fête Federica et tous mes vœux pour cette nouvelle année.

  28. Adoro il panforte! Il tuo sembra quello delle pasticcerie. il mio fidanzato ha i genitori di ferrara che a Natale invece mangiano sempre il panpepato, con canditi e frutta secca ma in un impasto al cioccolato e spezie e ricoperto di cioccolato. Anche quello nn scherza in fatto di bontà 🙂

  29. Fede ma che bontà vedono mai i miei occhi!!!!!!!! Non hai idea di quanto mi piaccia e ora ho pure la ricetta.. grande che sei! Non so se riesco a passare nei prossimi giorni sono a casa e da qui la connessione non va davvero.. ne approfitto per augurarti buon anno nuovo BUON 2011!!!!!!!!!
    Un abbraccio forte

  30. Carissima federica, ti auguro un 2011 all'altezza delle tue aspettative! Il panforte fatto in casa è un'idea che mi stuzzica… stasera mi imbatto in questa ricetta per la seconda volta.. che sia un segno?
    Un abbraccio
    Fico&Uva

  31. Passo di qui per farti i miei migliori auguri per quest'anno che finisce e per l'altro che comincia. che l'anno nuovo ti porti tante splendide sorprese, un abbraccio forte, fortissimo.

  32. Buongiorno tesoro, bentornata! Hai preparato un panforte meraviglioso! Sei unica, perché ogni tua preparazione è fatta con amore e questo contribuisce a rendere tutto speciale! Un grazie enorme per le splendide ricette che hai donato alla mia raccolta, un abbraccio grandissimo TVB!

  33. Questo tuo panforte e' davvero stupendo, ho gia' visto altre ricette di panforte in questi giorni e mi sa che presto ne faro' uno indiano, cioe' con la frutta tropicale secca che sembra candita, non avendo altro.
    Un bacione e tanti auguri per un anno felice.

  34. Un dolce così tradizionale e storico… complimenti!!! … ottima idea per variare dai panettoni e pandori! 🙂
    bravissima!
    Ti auguro un 2011 come lo desideri, sereno e gioioso!
    Ti abbraccio forte!
    Terry

  35. @ Letiziando…grazie gioia, il melone candito è stato davvero il colpo di fortuna di fine anno 😉 Un bacione e buone feste anche a te

    @ blunotte…grazie cara, un bacio

    @ Lady B…anche per me questa è stata la prima volta e pensavo fosse più difficile. Un abbraccio, auguroni anche a te

    @ Cinzia…ok, ti scrivo subito

    @ delphcotecuisine…thanks dear, have a great solida

    @ giady…sai che non conosco questo dolce? Mi hai incuriosita…Bacioni

    @ Mimì…grazie, baci

    @ Tiziana…grazie tesoro, un abbraccio auguroni. A presto

    @ Reeni…I never saw melon before too. I was very lucky to find it. Have a great 2011 dear, see you soon

    Daniela…grazie Tesoro, tantissimi auguri anche a te e Diocleziano

    @ PIPS…l’alzatina l’ho trovata per caso e non me la sono lasciata scappare. L’ho trovata da “Creo” non so se sia una catena di negozi per articoli da regalo. Bacioni tesoro, auguri di buone feste

    @ Francesca…grazie tesoruccio, un abbraccio e auguri di cuore

    @ Magia da Ines…thanks very much

    @ Dana…benevnuta 🙂 Il perchè dei dolci abruzzesi è presto spiegato: sono abruzzese d’origine 🙂 Un abbraccio e grazie. A presto

    @ Ale…grazie cara ricambio di cuore i tuoi auguri. Un bacio

    @ Anna…nooooo perché? Ti assicuro che non è difficile, ci riusciresti benissimo. Un bacio e grazie. Auguri di cuore anche a te

    @ Nadji…thanks very much. Happy holiday dear

    @ Luciana…sei come me allora tesoro, Senza frutta secca non so stare :D! Un abbraccio forte, tantissimi auguri per un felicissimo 2011

    @ Passiflora…anche il panpepato ferrarese mi incuriosisce molto. Credo che lo proverò prestissimo, sono sicura che è ottimo. Un bacio, grazie della visita

    @ Lexibule…thanks dear, have happy holiday

    @ marifra79…a me non piaceva moltissimo prima di provare a farlo in casa, ma ora credo di non poterne fare a meno! Un bacione tesoro, ricambio con tanto affetto gli auguri, che sia un 2011 ricco di ogni bene per tutti. A presto

    @ F&U…dev’essere destino allora, lo devi fare 😉 Un abbraccio, auguroni anche a te e famiglia

    @ Eleonora…grazie tesoro, ricambio gli auguri con tanto affetto e che il nuovo anno sia un anno migliore per tutti, in ogni senso. Un abbraccio

    @ ornella…tesoro sei sempre dolcissima. Siete tutti voi a tirar fuori la parte migliore di me. E’stato un piacere partecipare alla tua golosa raccolta. Un abbraccio forte e ci sentiamo presto, TVB :-*

    @ chamki…ben trovata tesoro, che piacere risentirti 🙂 Sai che stavo pensando la stessa cosa? Ad una versione con mango e papaya per quando non avrò più il melone candito? Qui tra le tante versioni industriali ne hanno già fatta una. Un abbraccio e tantissimi auguri anche a te per un anno decisamente super :-*

    @ Patricia…grazie gioia, ricambio con tutto il cuore e che il 2011 ti regali tutto ciò che più desideri. Un abbraccio

    @ terry…grazie tesoro, ricambio con tanto affetto i tuoi auguri. Un bacione

    @ Pagnottina…ma corri sempre e non ti fermi mai? Invece di pagnottina dovevi chiamarti leprottino :)) Un bacione tesoro, ti faccio anch’io un mondo di auguri per un 2011 che ti regali ogni bene. A presto :-*

  36. tesoro io di fronte a queste preparazioni resto sempre affascinata… il panforte , i ricciarelli, cantucci nn li ho mai fatti.. sempre gustati però con gran piacere sulla tavola di natale! questo è il preferito di mio marito… sarà la volta che mi decido.. avendo anche una signora ricetta come questa:* un abbraccio fede:*

  37. E ti ringrazio anch'io per questa bella ricetta, ormai credo che lo farò dopo Natale (sto biscottando e impastando in questi giorni, come non mai!)
    Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.