Filetto di maiale in crosta di caffè con salsa di peperoni rossi. Di talpe e letture “pericolose”.

Oh sì eh, quasi quasi ragazzi d’ora in avanti certe richieste le metto a pagamento! 
Passi per il papy con la torta al cioccolato e noci, proprio lui, quello “non goloso no”! 
Almeno con un dolce, per di più cioccolatoso, ci sono andata a nozze in quanto a divertimento. 
Ma che adesso ci si metta pure la talpa, per di più con quanto per me di più ostico da cucinare e fotografare, è un po’ troppo! 
Pensare che fino a qualche giorno fa, lasciare in giro riviste di cucina non era mai stata una minaccia. 
Un tranquillissimo sabato sera. 
Io che preparo la cena e la talpa che “distrattamente” inizia a sfogliare “Sale&Pepe”. 
Poi d’un tratto, a bruciapelo
“come sarà un filetto di maiale impanato nel caffè?”
ma che vuoi che ne sappia di com’è un filetto di maiale al caffè, ti pare che so’ domande queste?” 
Tempo un nanosecondo 
aspetta-aspetta-che-hai-detto-dove-l’hai-visto-dammi-qua-quel-giornale!” 
Perchè caso vuole (pure il caso ci mette lo zampino!) che io abbia giustappunto comprato il filetto di maiale per il pranzo (il suo!) della domenica, con l’idea di farlo semplice semplice alla griglia o tutt’al più, tanto per “impegnarmi” un attimino, al latte con la ricetta della mamma
Gli sgraffigno letteralmente di mano la rivista e 
toh, guarda! Ma è di Simone Rugiati ‘sta ricetta! Mhhh, vediamo: caffè, zucchero di canna, peperoni per la salsina, pepe, bacche di ginepro…bacche di ginepro?!?! Lo sapevo, proprio sulle bacche vado a cadè! Ma sai che ti dico talpina? Non ce le metto, tiè! Tanto ci avrei comunque infilato lo zampino e allora qualche cosa mi inventerò là per là, lì per lì. E se non è buono, ti sei fregato con le mani tue. E quelle di Simone. Perché io domani lo fò ‘sto filetto, vedi te se lo fò :)!” 
Una delle rarissime volte del “letto-fatto”. 
Ogni tanto capita. 
E sono stata anche soddisfatta del risultato con tanto di zampino, perché il filetto è rimasto tenero e morbidissimo. 
Insomma, per avere nessun feeling con la carne ed essere la mia seconda prova di “arrosto“, si è cotto proprio a puntino. 
La lucidatura piatto da parte della talpa d’altro canto, non ha lasciato dubbi in quanto ad apprezzamento del risultato. 
Solo un piccolo piccolissimo appunto. 
Tanto ormai non ho più ritegno a “bacchettare” i “grandi“…umilmente e scherzosamente s’intende, giusto per ridere un po’! 
Io sono astemia e la talpa quasi, quindi brancolerei nel buio sull’abbinamento vino. 
Però ditemi voi come si fa servire questo piatto con un “rinfrescante bicchiere di CocaCola“!!! 
No Simone, NON ci siamo. 
Piuttosto lo accompagno con acqua!

[ricetta di S. Rugiati, modificata da “Sale&Pepe” Maggio 2013] 

Filetto di maiale in crosta di caffè con salsa di peperoni rossi
Tempo di preparazione       40 minuti
Tempo di cottura               1 ora
Tempo passivo                  2 ore
Porzioni                           4 persone

Ingredienti per 4 persone
2 filetti interi di maiale (circa 600 gr in totale)
2 cucchiai colmi di caffè in polvere miscela arabica
2 cucchiai colmi di zucchero di canna, meglio se muscovado (per me Mauritius Muscovado BRONsugar di D&C)
200gr di polpa di pomodoro
1 peperone rosso grande (o 2 piccoli)
1 scalogno
1 limone bio
timo
olio evo
sale
pepe bianco

Procedimento
1. Lavare i peperoni, disporli in una teglia rivestita di carta forno e farli cuocere in forno caldo a 220°C per circa 30 minuti, girandoli di tanto in tanto, fino a che saranno abbrustoliti.
2. Trasferire i peperoni in un sacchetto di carta e lasciarli raffreddare, quindi spellarli, eliminare il picciolo, i semi, i filamenti e tagliare la polpa a pezzi grossolani.
3. In una padella faro rosolare leggermente lo scalogno tritato con un cucchiaio d’olio, aggiungere la polpa di pomodoro, i peperoni e lasciar insaporire il tutto per qualche minuto, fino a che la polpa sarà ristretta.
4. Frullare con il frullatore a immersione, versando a filo 2-3 cucchiai di olio, fino ad ottenere una salsa piuttosto densa e ben emulsionata.
5. Regolare di sale e tenere da parte.
6. Eliminare dai filetti le eventuali parti grasse esterne, spennellarli con un velo di olio, salare e pepare.
7. “Impanare” i filetti con una miscela di caffè e zucchero di canna (devono essere in ugual VOLUME, NON in peso!!!) profumata con la scorza grattugiata di mezzo limone e del timo tritato finemente.
8. Trasferire i filetti in una pirofila foderata di carta forno e farli cuocere in forno caldo a 190°C per circa 25-30 minuti, senza girare.
9. Quando i filetti saranno cotti, lasciarli riposare per 5 minuti, quindi tagliarli a fette piuttosto alte e servirli accompagnati dalla salsa ai peperoni.

Un abbraccio e buona settimana a tutti ^_^

Salva

image_pdf

96 commenti

  1. Fede ma che donna meravigliosa che sei, la talpina ti dice una cosa e tu l fai perchè sei folgorata!!!! che fortuna avere un filetto nel frigo per il giorno dopo…. per le bache nessun problema… ahahhaha….da provare assolutamente…un abbraccio cara! buona giornata!

  2. quando avevo visto questa ricetta nella rivesta m'ero sono subito "intrippata".. e poi.. con il solito "tradizionalista" di mio marito no l'ho più provata..
    ma ti dirò che .. mi fa ancora una voglia..
    ps.. velo pietoso sulla coca cola..
    un vinello rosso però 😉
    baciii

  3. L'avevo visto anche io e, da amante del caffè quale sono, ho subito iniziato ad immaginare come potesse essere! Sicuramente l'effetto visivo è molto bello..
    Concordo con te, l'abbinamento non si può sentire.. Sarà fatto perchè c'è caffeina sia nell'arrosto che nella coca cola? 😉
    Buona settimana! 🙂

  4. Carne???????????? ^__^
    Immagino la felicità della tua metà, un filetto cucinato in modo diverso, invitante non sai quanto!!! Bravissima Fede, anche con la carne sei insuperabile!! Preparo spesso le tagliatelle con la polvere di caffè, ora ho trovato anche la seconda portata!!!
    Pur essendo astemia, come bevanda avrei abbinato altro anch'io!!!!
    Un abbraccio tesoro, buona settimana e tanti baci 🙂

  5. Ormai ti arrivano varie richieste 😀 io vado sempre un panico quando mi chiedono di fare qualcosa , tu ti sei buttata e il risultato e' davvero intrigante poi se il piatto e' stato pulito vuol dire che merita davvero!!!!
    Però no la coca cola non ci sta meglio l acqua 😉
    Un bacione e buona settimana a te

  6. Si bhe in effetti con la cocacacola anche no, dai come si fa!
    Per il resto buonissimo e secondo me anche meglio senza bacche di ginepro, almeno io non impazzisco per il loro aroma quindi 😉

  7. L'evevo vista anch'io questa ricetta di Rugiati e lo sai che ero tentata ma quasi timorosa di provarla ma tu sei una garanzia e mi fido di te e se è piaciuto a voi allora devo lanciarmi anch'io e poi verissimo, la coca su questo piatto proprio no, al massimo na birretta!!Comunque ti è venuto una favola tesoro bello è davvero appetitoso e poi la copertura di caffè mi tenta troppo!!Un bacione tesoruccccccccccio,
    Imma

  8. E brava..hai visto ?? Tu che dici sempre di non avere un buon rapporto con la cottura della carne, hai visto che meraviglia che hai preparato ??? Ahahahah ! Quanto alla coca cola..io non ci casco più…dopo quella fase di breve dipendenza dalla coca cola zero..ho deciso di evitare ogni ulteriore tentazione..pertanto ti faccio compagnia, e piuttosto vado ad acqua 😉 Bacini bella bimba mia <3

  9. Ahahah mi fai morire dal ridere sorellina!!! Mi sono goduta e immaginata tutta la scena spassosissima!! Che bella idea col caffè devo provare. Concordo pienamente anche sull'abbinamento del beveraggio.. Caduta di stile per Simone.. Ma si sa per denaro.. Sì fa qualsiasi cosa 😉
    Un bacio con lo schiocco e.. grazie!

  10. Uhhhhhhhh…quasi quasi ci provo.
    Che meraviglia…poi, che dire? Il tuo raccontare è da favola, come non adorarti?
    Il Simone…mhhhhhhhh…un aiutino io che sono foca??? 😉 Besos… 😉 NI

  11. io non conosco bene Ruggiate nè tengo queste ricette, ma quando ho visto le fotine in tu-sai-dove;-) non vedevo ora di saperne di più e.. toh! che meraviglia Fede ^_^ tu che dici che non sei tanto di carne.. sei bravissima invece! un abbraccio alla talpa, che è sempre fortissimo!

  12. hai cucinato un filetto??? ommiodio che mi devo preoccupare??? a parte gli scherzi cara ogni tanto bisogna accontentare la dolce metà e tu, nonostante non ami la carne, sei stata bravissima 🙂 un abbraccio e buon lunedì .-)

  13. Sono estasiata …sei stata bravissima!!! E' evidente che tu sia bravissima anche perché cucinare un qualcosa che non ci fa impazzire e ottenere un risultato così … non è da tutti!
    Felice settimana carissima!

  14. Quanto ti capisco. Pure io incontro taaaaante difficoltà a fotografare la carne e se ci aggiungi che nemmeno mi piace poi tanto, non ci metti molto a capire perché la evito a pie' pari! La tua proposta però è troppo golosa. La adocchiai anche io su quel numero, ma per i motivi che ti ho detto ho sempre evitato..Anche se quell'abbinamento caffè, carne e peperoni mi intriga non poco.

  15. Carissima Federica.
    E' proprio così,mai lasciare in giro riviste, libri, foto, computer nelle pagine dei blog…. Mai…..
    Ma é venuto buonissimo la tua ricetta, tie'……………
    Per quanto riguarda le foto…… per me é un mondo tutto da scoprire…
    E trovo che le tue siano belle…
    Un abbraccio.
    Thais

  16. Bè visto che bravo ad averla scovata nella rivista??? Ric avrebbe sorvolato, lui le ricette strane non è che le apprezza molto.. io si!!! Mi ha tanto incuriosito.. anche io voglio sapere com'è un filetto di maiale panato al caffè! deve essere squisito! baci e buon lunedì .-)

  17. ma che ricetta, ma che ricetta!!! strepitosa davvero, io ho un rapporto strano con la carne, cucinandone poca sono sempre dell'idea che non mi verrebbe bene…sulla coca cola non mi esprimo, sarei troppo cattiva. invece questo filetto mi stuzzica parecchio….

  18. Ma dai , il pulcino che cucina carne ^___^
    a parte gli scherzi, sai che questo filetto ha un aspetto delizioso? non so come sia potuto sfuggirmi, ho proprio sfogliato l'ultimo numero sabato a casa dei miei…mistero. Non sono una gran carnivora ma una fettina la mangerei volentieri, e la cremina ai peperoni deve essere deliziosa anche per farci delle bruschette

  19. Io Rugiati non lo reggo, però a te do tutta la fiducia del mondo: per la tua fantasia, per la tua curiosità….e guarda, anche le foto sono molto belle.

    Sei un passo avanti …alla tua talpa 😀

  20. Ciao Federica, diciamo che per una che non è avvezza a cucinare la carne, te la se cavata egregiamente, questo filetto è cotto alla perfezione, bravissima!!!
    Quella crosta al caffè mi incuriosisce molto, è sicuramente da provare, ovviamente senza la coca-cola 😉
    Bacioni, buon pomeriggio…

  21. Lo abbiamo notato anche noi questo filetto e ci era piaciuto moltissimo! con il caffè non sarebbe il nostro primo esperimento 😉
    Ti è venuto proprio uguale a quello di simone: una panatura scura ed aromatica ed un salsina intrigante per accompagnare.
    bacioni

  22. fede, quando ho visto un arrosto mi son stropicciata gli occhi e mi son detta cavolo, devo aver sbagliato blog! E invece no, era il blog giusto, ed era proprio la mia Fede ad aver lasciato da parte per un giorno biscotti e lieviti ed essersi cimentata con un piattino di carne che te lo dico, me lo son già appuntato!
    Quanto alla Coca, sottoscrivo col sangue, a me il piccolo Simone piace pure un sacco ma 'sta storia della Coca è veramente dura da mandar giuù!
    Un bacio, buona settimana!!!

  23. Concordo con l'opzione "no coca cola" e anche per l'assenza (anche se involontaria) delle bacche di ginepro, proverò senz'altro la tua versione, mi sembra davvero un piatto che merita, grazie!

  24. Adoro gli arrosti, mi piacciono così tanto che se ho ospiti a cena è con un arrosto che vado sul sicuro.
    Non si direbbe, perchè nel mio blog non ce n'è neppure uno ma di fatto la sera non fotografo 🙂
    Ho visto anch'io il tuo arrosto su Sale & Pepe Fede… e devo dire che tu lo hai eseguito magistralmente, complimenti , da leccarsi i baffi ! Che è buono non ho dubbi 🙂
    Un abbraccio con l'augurio di buona settimana !

  25. Cara Fede come ti capisco, anche il mio caro fidanzato ogni tanto se ne salta fuori con nuove proposte per nuovi piatti, tutt'altro che semplici tra l'altro, e io come te mi lascio tentare e mi ci cimento pure! 🙂 Devo dire che questo tuo arrosto è un signor arrosto, la tenerezza si vede persino dalla foto, direi che la Talpa non poteva che essere soddisfatta!! 😉 Un bacio

  26. il piatto è delizioso e si presenta benissimo, ma sull'abbinamento con la COCA non ci sto neanche io, ma d'altronte chiossà se anche a noi ci pagassero tanto quanto lui forse lo consiglieremo anche noi, non credi? Io preferisco un buon bicchiere di vino!
    bacioni
    Alice

  27. Sono d'accordo con Alice, l'abbinamento con la Coca Cola nasce da lì. Io preferirei un buon bicchiere di vino. Tu sei stata brava con il filetto e anche io il ginepro, non saprei proprio dove trovarlo. Complimenti!!!!

  28. Io ci abbinerei una freschissima Dark Ale, forte e corposa, con note di caramello tendenti all'amaro, molto affini allo zucchero di canna e al caffé.
    Che ci posso fà!?!
    Anche io non bevo vino, ma almeno un bicchiere di birra lo reggo ancora, e quando ho viso questa ricetta, abbinarla a "lei" é stato quasi istintivo.
    Ma se proprio vuoi l'acqua allora una briosa acqua frizzante delle mie parti, che non ti dico il nome per questioni di pubblicità! (sono della provincia di Caserta)

  29. Nel mio blog c'è solo un secondo, uno solo dico, uno! Chissà perchè… 😀 Però la carne la mangio e adoro il filetto… il caffè lo posso bere poco, forse ho trovato un modo per usarlo comunque e sentire l'aroma?!

    Mi piace l'ironia che metti nei tuoi racconti e mi piace anche che siano di quotidianità, aneddoti casalinghi che a volte richiamano scene che capitano anche a noi… io mi sono fatta lasciare qualche giorno fa da un'amica tre numeri di "Sale e pepe", li ho letti molto attentamente come fossero romanzi… 😀

  30. Le richieste te le devi far pagare si! Magari metti su un bel servizio di catering e ti fai bei soldini 😛
    Prendo nota della ricetta intanto… Non si sa mai che non debba avviare anche io un servizio a domicilio ^_^
    Baci!

  31. Oddio tesoro io la coca cola credo che non la tocco da più di 5 anni e non scherzo… l'ultima volta che ho preso un bicchiere di cola ero a casa di amici e non ero sposata… come si fa ad accoppiare un piatto di tale raffinatezza ad una bevanda a mio avviso da party per fanculli (oddio meglio che la coca cola stia lontana anche dai banchetti :D) l'arrosto è perfetto invece ! ha un aspetto divino e tu hai saputo preparalo alla perfezione, da quanto tenero ti è venuto! bravissima :***
    ti abbraccio tanto piccola:)

  32. Che bella ricetta!! Ma non si può abbinare a un piatto così una coca cola!! hai ragione.. meglio l'acqua!! Buona settimana simpaticissima Federica!!

  33. Fede, grazie!!!
    Ho letto e riletto quella ricetta più volte ma non mi ero ancora decisa a farla ma ora, testata e approvata da te e dalla talpa, posso provare a farla pure io!!!
    La bevanda in questione, come tutte le bibite gasate, proprio non mi piace e sono della tua idea sicuramente non la trovo adatta ad un arrosto 🙂
    Bacioni e ancora GRAZIE!!!

  34. io sulla coca cola passo.. nel senso che io "purtroppo" la berrei anche con il pesce.. ormai son entrata nel tunnel, ma a parte gli scherzi capisco il paradosso! e brava la talpa che ha scovato questa bella ricettina.. ha occhio il ragazzo!!! e tu sei brava ad "eseguire"
    belle foto! un bacino

  35. Come ti dicevo ieri, l'ho preparato anch'io e lo pubblicherò domani. Siamo un po' sincronizzate 🙂
    Riguardo alla Coca Cola, anch'io ho pensato la stessa cosa 😀

  36. Mi sembra che la talpa ci abbia visto benissimo questa volta! Hai fatto bene a prepararlo subito, ne valeva la pena. Sull'accostamento ho dei dubbi anche io, sicuramente meglio un buon vino. E guarda caso proprio oggi ho usato quella lattina per accompagnarla ad una mia preparazione.

    Anna Luisa

  37. Sulla coca lasciamo stare…vorrei proprio vederlo berla con questo spettacolo di arrosto!!! AhAhAh…
    Davvero molto intrigante col caffè mi stuzzica un sacco….

    Un abbraccio
    monica

  38. E per pubblicità,ecco che si scendeva a patti…proprio non si può,meglio l'acqua hai ragione!Adoro Simone Rugiati,mi piace quella dinamicità anche nella cucina e quindi credo che il tuo piattino,anche esente dalle bacche di ginepro sia delizioso…e poi c'è il marito ancora a leccarsi i baffi no?
    Un bacino tesoro..devo osare di più anch'io,soprattutto con gli arrosti…come te son quasi ignorante,intendiamoci sulla carne!

  39. Inutile dire che la proverei all'istante se non dovessi poi mangiarmela tutta da sola 🙁 Ma un pezzettino, una fettina tanto per tastare l'abbinamento col caffè si deve proprio fare! Bellissima la presentazione e anche perfetta la cottura!
    baci

  40. La carne è davvero un piatto difficile da fotografare. Ogni volta quando la guardi nel piatto sembra sempre che non renda bene. Eppure con il resto delle portate sembra che funzioni tutto, con la carne c'è sempre qualche nota stonata nella foto. Pensavo che fosse solo un nostro problema, invece leggo che anche dalle tue parti è un inferno quando c'è da fotografare la carne.
    Dal risultato delle foto non si direbbe però che ci siano stati grandi problemi né nella realizzazione né nello scatto.
    Che dici, io che sono una negazione con la carne, ce la posso fare?

  41. ah ah ah come mi sono rivisto nella scena in cui tira via il giornale per vedere di che si tratta!
    ottimo da provare! anche quella salsina di accompagnamento 😛

  42. sull'abbinamento concordo con te, meglio l'acqua delle cocacola 😛
    il filetto mi sembra cotto a puntino ed è davvero invitante… e menomale che non sei un'esperta di arrosti!

  43. Devo riconoscere che Simone Rugiati è un abile cuoco e un ragazzo pieno di fantasia e talento. Questo arrosto ne è la dimostrazione, bellissimo e morbidissimo! chissà che sapore! però concordo con te: la Coca Cola no, eh!!!! un bacione cara Fede a presto!

  44. Che ricetta
    per me poi che appena sento caffè corrooooooooooooo
    bè è perfetta!!!!!!!!!
    hai visto come questi nostri uomini solleticano la fantasia????
    ahahah

  45. Mi assento un attimo e guarda quanto ben di Dio scopro nel tuo blog ! Cara Federica ho sfogliato e risfogliato la rivista , stupenda ! complimenti !!! e questo filetto…. ho copiato la ricetta per rifarlo appena sarò al mare finalmente più rilassata ! un abbraccione !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.