Sbriciolata alla ricotta e basilico. Su quel treno per…!

Din don! Il treno delle 8:18 per FI-S.Maria Novella è in partenza dal binario 3! 
Il cielo è grigio, la giornata uggiosa, a tratti qualche goccia di un pioggerella sottile. Non sembra fine aprile ma piuttosto fine ottobre. Per una volta che avevo deciso di andar via! Avrei dovuto immaginarlo! 
Non importa. Ho bisogno di una giornata di svago, fuori dalla classica routine casalinga del week end. Anche se questo significa stare per una volta lontana dai fornelli. 
Salgo su quel treno e mi siedo accanto al finestrino, con le spalle rivolte alla direzione di marcia, quasi a voler guardare il mondo all’incontrario. 
Ci sono momenti in cui ho la sensazione che la mia stessa vita vada a passo di gambero. 
Fisso lo sguardo fuori. All’orizzonte c’è una leggera foschia, la stessa che percepisco pensando al mio futuro. 
La verde campagna toscana passa veloce sotto il mio sguardo assorto, alternata a distese di terra brulla. 
Ogni tanto un gruppetto di case, poi una stazione e un’altra e un’altra ancora. E’ un fermento di gente là fuori. Non per niente è la vigilia di Pasqua. 
Gente che sale, gente che scende. Bambini che ridono e bambini che piangono. Due facce di una stessa medaglia. 
Nello scomparto un leggero brusio che però non mi disturba, non disturba i miei pensieri assorti ma al contrario sembra cullarli tra le sue braccia. 
Come quel paesaggio si alterna là fuori davanti ai miei occhi, così nella mia mente si alternano scene di vita, sogni che rimarranno utopie, progetti forse realizzabili, idee che si concretizzeranno…
La prima…la torta che sfornerò al mio ritorno a casa! 
Non so per quale strana associazione abbia preso forma, da cosa sia scaturita. So solo che più ci penso e più me ne convinco. 
Un po’ bisogna osare no? Almeno in cucina il coraggio per lanciarmi non mi manca. Almeno in cucina posso illudermi di essere “temeraria” e di sfidare la sorte. Almeno lì se non altrove… 
In tutto questo la cavia mi guarda con l’aria di chi pensa che stia dormendo ad occhi aperti. Me ne accorgo scrutandola di tanto in tanto con un rapido sguardo. E non avrebbe tutti i torti visto che la notte scorsa non ho chiuso occhio…che strano, non capita mai!!! 
Il mio lato “b” comincia ad essere insofferente di quella poltroncina. Avrei bisogno di sgranchire le gambe, il viaggio non è lungo ma non sono abituata a stare ferma così tanto. Quanto manca ancora? 
Din don! FI-S.Maria Novella, ultima fermata. Il treno termina la corsa! 
Eccoci arrivati finalmente. 
Il cielo è sempre grigio, ma meno di quando sono partita. 
Le nuvole lasciano filtrare una luce un po’ più viva e trasparire ciò che nascondono. 
Perché in fondo “il cielo è blu sopra le nuvole“!

SBRICIOLATA ALLA RICOTTA E BASILICO
Tempo di preparazione       40 minuti
Tempo di cottura              35 minuti
Tempo passivo                  –
Porzioni                           10-12 persone

Ingredienti per uno stampo quadrato 18×18 cm o tondo da 20 cm
per le briciole
100 gr di farina 00
100 gr di farina di riso
50 gr di farina di piselli
3 tuorli piccoli
90 gr di burro salato
75 gr di zucchero
2 cucchiai di farina di nocciole
1 cedro
6-8 foglie di basilico
1 cucchiaino di lievito in polvere
per il ripieno
250 gr di ricotta ben asciutta
2 tuorli
50 gr di zucchero
25 gr di gocce di cioccolato fondente (io Chocaviar Venchi 90%)
scorza grattata di cedro
limoncino
per la finitura
zucchero a velo a piacere

Procedimento
1. Setacciare la ricotta in una terrina e lavorarla a crema con lo zucchero, i tuorli, 2 cucchiaini di scorza grattugiata di cedro e un cucchiaio di limoncino.
2. Aggiungere anche le gocce di cioccolato, mescolare bene e tenere da parte.
3. In una ciotola riunire insieme le farine setacciate con il lievito, lo zucchero, la farina di nocciole, un paio di cucchiaini di scorza grattugiata di cedro e le foglie di basilico pestate al mortaio.
4. Aggiungere il burro freddo a dadini e impastare con la punta delle dita fino ad ottenere uno sfarinato ben amalgamato.
5. Unire i tuorli e continuare a sbriciolare l’impasto con le mani in maniera tale da ottenere alla fine delle briciole di diverse dimensioni.
6. Con la metà delle briciole coprire il fondo di uno stampo imburrato e infarinato.
7. Premere leggermente con le mani per compattare il composto.
8. Distribuire sulla pasta il ripieno di ricotta, formando uno strato consistente, ricoprire il tutto con il resto delle briciole, cercando di non lasciare spazi vuoti e infornare in forno caldo a 180°C per circa 30-35 minuti.
9. Sformare, lasciar raffreddare completamente su una grata per dolci e servire a piacere cosparsa di zucchero a velo.

Con questa ricetta partecipo ai profumatissimi contest “Cucinando con le Erbe Aromatiche” di Pippi & Co.

e “Fantasie di Basilico” di Mamma in Pentola

Un abbraccio a tutti, alla prossima…

image_pdf

97 commenti

  1. Certo che se il treno mi facesse lo stesso "effetto" lo prenderei più spesso! Che freschezza in questa sbriciolata, arriva il profumo del basilico sin qui!

  2. Che strano vederti sotto tono pulcino.. ma hai scelto il colore giusto quello della speranza.. per questa profumatissima ed intrigantissima torta…porterà bene?!!! Baci

  3. mannaggia non avevo più il tuo blog nel mio blogroll..per forza che non vedevo gli aggiornamenti!!!..comunque ora l'ho reinserito!..che bello leggere il tuo racconto.mi sembrava di essere lì con te…e guardare fuori verso il futuro!!
    e che bello e buono il dolce..mi incuriosisce l'abbinamento con il basilico!!
    Ciao Federica un bacione!

  4. Ciao,io sono Micol…..ti seguo da qualche tempo e il tuo blog mi piace tantissimo……Che dire di questa torta….appena ho letto ''ricotta'' mi sono fiondata a leggere….davvero un'idea originale …..deve essere molto buona…..brava complimenti!!!

  5. Che meravigliosa e particolare questa ricetta! Nonostante la giornata grigia ne è uscita una "tortina" fresca e primaverile! Mi incuriosisce e presto la provero =)) !!!
    baci

  6. che buono Fede!!!! che bei colori invitanti!!!! ^_^ brava!!! io prossima sett ho in programma Firenze, siamo in toscana una settimana e Firenze è una delle tappe d'obbligo! ehehhe besoss

  7. Eccola!!! la famigerata torta alla farina di piselli!! niente male l'idea della sbriciolata con il ripeino goloso di ricotta.
    Sister a me fa lo stesso effetto andare a correre…e' come se il movimento delle gambe facesse volare la "mente culinaria". Cosa puoi fare in cinque ore di corsa se non pensare a mangiare? =))

  8. Caspiterina cara!! Che spettacolo!! Finalmente riesco a trovare un momento per il blog. In questo periodo mi ci vorrebbero le giornate di 48 ore. Le tue ricette sono sempre originali e se riesco a trovare la farina di piselli, questa la devo proprio provare!! Un bacione cara e a presto.

  9. no ma questa?????? ma dove ti vengono?? ma che treno hai preso scusa?? che sennò mi rifornisco anche io da quel treno hihihi
    ma è una cosa geniale.. nè' salata nè' dolce, piselli, basilico, cedro, ricotta, cioccolato… madonnina santa..ma penso sia la cosa più originale che abbia mai visto/letto.. ma che è? ma da dove t vengono in mente?? ma tesoro tu sei PAZZESCAAAAAAAAA ahahaah madonnaaaaaaaaaa che golaaaa, mi incuriosisce un sacco 😀 prima devo provare abbinamento cioccolato basilico e poi ci provo.. ma poi è bellissimaaaaaaaaaaaa <3

    basichoko, basi choko, basichoko,,, un tormentone ^_^

  10. Che bellezza!! E che fantasia mia dolce Kalì!! Mi é piaciuto leggere i tuoi pensieri su quel treno per…, e visto che oggi un pò di tristezza per partenze c'è in me,(avevo mamma e papà qui da me fino a stamane! Poi ho dovuto accmpagnarli a prendere il treno!… Tristezza!E cuore sbiciolato!! =(( ) 🙁 Vabbè!!
    Proverò a fare la tua sbriciolata va!! ;))
    Baciiiiiiiiiiiiiiiii Tvb :X

  11. E' sempre bello leggerti! Anche io mi sento cosi ogni tanto, ultimamente troppo spesso. Ho questi pensieri tutti i giorni quando prendo la metro per andare al lavoro… Che tristezza!
    Vabbé….é una torta davvero fantastica, chissà che profumo di basilico e che sapore fresco e goloso al tempo stesso. La voglioo!!! un bacione tesoro!!

  12. Hai creato una torta bellissima e originale…con quel colore illumina ogni giornata buia e il sapore è sicuramente consolatorio e gratificante!!! Davvero una bella ricetta da tenere a mente…bravissima come sempre!!! Un bacione tesoro e buona giornata…

  13. Cara Federica mi sono completamente rispecchiata in ogni parola che hai scritto.
    Anche a me piace prendermi delle pause, però, immancabilmente, penso che questo comporta lo stare lontano dai fornelli.
    E come te, anch'io in viaggio, al lavoro, tra gli amici, creo, immagino, penso, costruisco ricette.
    Non so quando hai pensato alla tua sbriciolata, una vera delizia!
    La farina di piselli è proprio la ciliegina sulla torta!

    Baci Giovanna

  14. Il treno alle 8.18…la campagna toscana, ma non è che sei di Siena? Scusa sai…deformazione professionale…sono capotreno….magari ti ho chiesto anche il biglietto qualche volta….
    Ma bando alle ciance…grazie per questa torta davvero davvero originale…con un mix di sapori tutti particolari, m'incuriosisce davvero…
    Ora aspetto le altre altre categorie….gli antipasti e i secondi, non so perchè, ma li fanno in pochi…
    Un bacio
    Claudia

  15. scopro un'altra cosa che abbiamo in comune: il treno ci ispira. e che ispirazione la tua! questa torta che per mancanza di ingredienti non potrò riprodurre, mi pare fenomenale, accostamento di ingredienti mooolto originale e stuzzicante. e brava Cali. ma senti, se vieni in treno fin qui… combiniamo qualcosa insieme?

    baci

  16. tesoro il cielo ritorna sempre blu basta crederci e te lo dice una persona che in questi giorni ha visto veramente tutto nero,basta solo essere positiviiiiiiii!!Il colore di questa torta poi mette subito di buon umore e cosi splendente come la nostra amiciziaaaaaaaaaaaaaaa!!TVB,Imma

  17. Cali dolce Cali,la foschia lascia sempre il posto ad un cielo brillante,azzurro..anzi blu!!E quella intraprendenza di cui parli,è minima anche nel mio essere,ecco perchè molti sogni rimarranno utopie,ma molti si realizzeranno a dispetto dei tanti dubbi!!Ti assicuro che anche in quella torta ricca di essenze azzardate,ma miscelate egregiamente,c'è tutto quel coraggio che ti rende così speciale!!
    T.v.b pulcinotto nero nero!!:-*
    P.s auguri per il contest,sarai premiata perchè questa ricetta è strepitosa!!!

  18. Sei unica, sei riuscita a condurci con te su quel treno, dando le spalle al mondo e non hai fatto solo questo, quando hai parlato di osare già avevamo drizzato le antenne, domandandoci che torta avessi disegnato nella tua mente in maniera così nitida e convinta. E quando l'abbiamo vista la sorpresa è stata forte, davvero notevole e davvero stuzzicante, di quelle che ci basta guardare una volta per sapere che sarà una torta che prepareremo anche noi, sicuramente, perchè la curiosità già è diventata un piccolo tarlo!
    Bacioni e buona giornata
    Sabrina&Luca

  19. il verde e' il colore della speranza..anche la mia casa oltre il blu possiede tocchi di verde e di giallo,i colori festosi e armoniosi della vita…complimenti ancora una ricetta molto partcicolare nei profumi e nei sapori…baci

  20. Mi sa che devo prendere il treno più spesso e vedere se mi vengono delle idee come questa! In macchina di sicuro no, impegnata conme sono a mandare tutti a quel paese 😀
    Credo che mi piacerebbe questa torta…l'idea ddel basilico è proprio una sorpresa, pensavo fosse salata e invece….
    Provo ad immaginarne il sapore e mi convinco che si, fa proprio per me 😉
    Bellissima ricetta!
    Un bacione e a prestissimo
    Smack :-*

  21. Come sempre grande premessa per accompagnarci delicatamente al piatto che leggendo lentamente si pregusta…la trovo ottima, il profumo inebrierà sicuramente…ciao.

  22. proprio un bel "prodotto" del viaggio, ingredienti inusuali… viaggiare ti rende ancora più brava
    COn la farina di piselli è già la seconda ricetta, e non ne trovo qui in giro, nemmneo alla fantomatica Esselunga ;))

  23. ciao briciolotta, silenziosa nei momenti che ti necessitano :))) penso che ciascuno poi riesca a trovare il suo modo di rialzare la testa e far fronte alla situazione o al momento un po' così.
    A volte ho proprio bisogno di staccare la spina da tutto e da tutti … solo che quando è così la mia pink fatina s'incolla come una piovra.. ma io la lascio fare: mi coccola!!!
    E le coccole si rifiutano??? NAAAAAAAAAAA MAI!!!
    Tvb!! Un mega bacione :X

  24. Lo sai nel leggerti mi sono persa nel tuo racconto, assorbita…colpita….ad un certo punto, come quando leggi dei racconti o dei libri speciali ed emozionanti, mi sembrava quasi di vedere le scene che descrivevi…bello!! Ma cosa ancor piu' importante mi ritrovo nelle tue parole…nei tuoi pensieri….e penso ai miei sogni e…ti capisco. 😉

  25. Ciao Federica, mi è sembrato di stare seduta accanto a te nel treno, magari nel senso opposto al tuo per vederti meglio e conoscerti di più..E' stato bello leggere queste tue sensazioni alla fine delle quali ci hai regalato una, di certo, gustosa sbriciolata 😉

  26. TESORAAAAAAAAAAA

    TESORAAAAAAAAAAAAAA…

    Questa…questa ricettu"sssssssssss"a la voglio proprio provare questo fine settimana…qualcuno si presta come cavia? ;o)

    Epppppppoi mia "dolcisssssssssssima friend"…ma…ma…tu scrivi:

    – "…un po' bisogna osare no? Almeno in cucina il coraggio per lanciarmi non mi manca. Almeno in cucina posso illudermi di essere "temeraria" e di sfidare la sorte. Almeno lì se non altrove…

    …ma TESORAAAAAAAAA

    …ma TESORAAAAAAAAAAAAAA…ecccccccerto che OSI!!!!!!

    ECCCCCCERTO!!!

    Vedi un pò che amica ti è capitata…OSARE più di così?… ;o) ;o) ;o)

    NAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA…ti stralovvo!!!!!! ;o)

    P.S. cerco OFFERENTI di palato! ;o)

    SMUAKKKKKKKKK…ti lovvo! ;o) NI

  27. Farina di piselli? basilico? cioccolato? ho letto giusto? wow, talmente inedita che potrebbe piacermi da morire..complimenti per l'originalità..brava brava

  28. non passo da un pò a leggerti cara Fede, ma ho avuto problemi con il pc e taaante cose da fare, ma eccomi qui a leggere questo tuo post stupendo e questa ricetta meravigliosa… che mi sarò persa? vado a leggere anche le altre ricettine ^_^
    un abbraccio!

    p.s. ma ci sei passata per terontola o camucia ??

  29. Io adoro viaggiare in treno e adoro leggere di viaggi in treno!E anche io se in un giorno solitamente dedicato ai fornelli mi allontano da casa, ho l'impressione di fare qualcosa di strano e al rientro devo subito recuperare. Questa tua sbrisolona mi incuriosisce anche perchè ci credi che non rieso ad immaginarne il sapore?! Ho letto più volte gli ingredienti per cercare di capire, ma niente! Questa va assolutamente provata! E w il viaggio che te l'ha ispirata! Un bacione

  30. viaggio sempre in treno…ed è un posto che ti permette di riflettere e pensare a tante cose, anch'io in treno ho avuto molto ispirazioni per ricette e progetti vari!!!
    la tua sbriciolona sembra proprio un'idea sviluppata abbastanza bene!
    baci

  31. Ciao! ma è una meraviglia…come ti vengono certe idee?! se son frutto di un solo viaggio in treno…tesoro…dovresti viaggiare più spesso!
    Ogni volta ci conquisti con queste preparazioni ricercatissime e orignalissime!
    complimenti davvero, questa volgiamo proprio provarla!
    un bacione

  32. Fede TU SEI MAGICA 😡 ma lo sai o no? Ma ti rendi conto che capolavoro hai fatto qui? Forse no! Accorrrete accorrete, serve una bella iniezione d'autostima a questa mia dolce calimerina bella! Ovviamente non conosco l'origine dell'offuscamento dei tuoi pensieri, ma vorrei dirti: stellina TU hai un grande dono sai abbinare e accostare gli ingredienti delle tue ricette, come un pittore con la sua tavolozza: ne escono fuori sempre capolavori! Lo stesso ti accade con l'uso delle parole, come in questo post! Lo sai sì?! Vuoi osare? OSA! Come in cucina anche altrove, dove vuoi! Chi ti potrà fermare? L'unico vero ostacolo alla realizzazione dei nostri sogni siamo noi stessi Fede! Se ci credi accade… I pensieri… la mente hanno un potere enorme! Provaci, ma soprattutto: CREDICI! Vedrai che tutto cambierà da subito.. dipende solo da te! TVB tanto! Buon riposo! :-*

  33. Bellissimo il tuo racconto, e nonostante io sia un ansioso e l'ultimo treno nonostante tutto l ho perso, adoro viaggiare. Adoro mettermi li accanto al finestrino e vedere il mondo scorrermi alle spalle. Lo adoro, adoro le ditese di verde, sbirciare anche nelle case delle persone, vedere che lampadario hanno e immaginare cosa stanno preparando nelle loro cucine, e spesso mi vengono in mente idee per fare un dolce. L'idea tua avrei voluto averla io, la sbrisolona così è spettacolare. Ti abbraccio

  34. Stessa identica sensazione quando sono pertita per la stessa destinazione… forse sono monomaniaca, ma io penso solo ai dolci!
    La tua sbrisolona mi intriga da morire, soprattutto per la farina di piselli… devo averla!

  35. Grazie a tutti e scusate se ancora non riesco a rispondervi singolarmente, un po’ per il tempo stretto un po’ per l’umore così così! Cercherò di riprendere persto le buone vecchie abitudini 😉
    So che non è facilissima da trovare ma se ne avete voglia e modo di ordinare questa farina…provatela e vi sorprenderà come ha sorpreso me. L’idea del dolce è nata proprio per caso con una serie di “voli pindarici” ma ne è venuta fuori davvero uan delle crostate più buone che abbia mai sfornato e quasi non ci credevo. Un abbraccio con affetto e buona giornata

    @ Ale (papero)… basichoko, basichoko, basichoko…ma come ti vengono :)) :)) :))

    @ Pagnottina…conosco quella “tristezza” purtroppo. Non ci si farà mai l’abitudine ai distacchi! Un abbraccione

    @ Mamma in pentola…ma dai, capotreno?!?!?! E chi se lo sarebbe immaginato! Centrata in pieno, abito a Siena infatti. Dovrò prendere quel treno più spesso allora, magari ci incrociamo 😉 Un bacio

    @ Eleonora…ci sto quasi facendo un pensierino ad una vacanza in Francia. Mai dire mai 😉

    @ Cinzia…non so se quella farina si riesce a trovare in giro. Puoi ordinarla on line qui

    @ Barbara…sarà una magnifica sorpresa. L’ho fatta una volta ai miei tornando a casa senza dire niente a nessuno ed è stato bellissimo. Dovrei ripetere 😉 Un baciotto

    @ “bear’s house”…offerente di palato all’appello! A quando l’assaggio :D? SMACK SMACK

    @ Erica…acc questa è una domanda difficile! Ero così assorta nei miei pensieri che sonos cesa nel posto giusto solo perchè il treno non andava più oltre!

    @ saretta m… ed io non riuscirei a descrivertelo il sapore! Non c’è niente da fare, va provata! Di sicuro io non non risucirei a dire che si avverte il sapore dei piselli. Questa farina lascia un gusto tutto suo che a me è piaciuto molto e che a questo punto posso dire si sposa benissimo non solo con il salato ma anche con il dolce. Se ho imparato a conoscere un po’ i tuoi gusti…CENTRO! Un bacione

    @ Anastasia…la tua infusione di fiducia mi ha fatto commuovere tesoro. GRAZIE di cuore :-*

  36. Fede, bella…. ho fatto questo viaggio insieme a te, e insieme a te ho visto filtrare il blu del cielo dietro quelle nuvole.. potrei fare un copia/incolla del commento di Any. CREDICI. Dietro ogni miracolo c'è l'Amore…. tutto può succedere!! :-* Buona giornata

    p.s. naturalmente porto via la ricetta 😉

  37. Fede ciao sono sparita ultimamente e me ne scuso: nella settimana di Pasqua ho avuto ospiti a sorpresa e dopo mi sono concessa una breve vacanza …….
    Se viaggiare in treno ti ispira così tanto, dovresti farlo più spesso 😀
    Scherzo: quel ripieno cremoso di ricotta tra le briciole verdi è fantastico :DDD

  38. Anch'io ho intuizioni culinarie geniali (o almeno a me sembrano tali) nei posti più disparati. Da quando me ne sono resa conto giro con un bloc notes e una penna, su cui scarabocchio le mie ispirazioni. La fase di estasi si conclude regolarmente con la frase "manca qualcosa". C'è sempre un particolare che mi sfugge e che aggiungo in corso d'opera.
    Vedi, questa torta è un'illuminazione, chi avrebbe mai pensato a un abbinamento tra farina di piselli, ricotta, basilico e cioccolato? Tipo un foodpairing de noantri!!!

  39. bello questo post profondo anche se il tuo umore non mi sembra dei migliori..condivido questo tuo stato d'animo assorto nei pensieri e mi rallegro a pensare che anche quando non si è al top si riesca a produrre comunque dei cibi cosi deliziosi!chissa da quale pensiero è partita l'idea di questa strabiliante sbriciolata..

  40. Prendi il treno sempre se hai queste meravigliose ispirazioni! una sbriciolata salata originale, negli ingredienti e nel ripieno e son sicura buonissima!
    brava!

  41. Un temps triste, un voyage qui semble long et triste mais une réalisation avec des couleurs très printanières. Bravo, j'aime beaucoup.
    A très bientôt.

  42. Mi scoccia essere ripetitivo, ma leggere i tuoi post mi fa viaggiare con la mente! E poi la torta…ma li vuoi vincere tutti tu i contest??
    Bravissima, baci

  43. Grazie a tutti, siete sempre torppo buoni. Vi abbraccio forte e vi auguro un meraviglioso we baciato da sole ^__^

    @ CRI…e io prendo e porto via quel “CREDICI”…almeno…ci provo!

    @ Milen@…ma figurati tesoro, scusarti di che? Le vacanze fanno sempre bene e sono proprio contenta che sei risucita a concedertela 😉 Bentornata, un baciotto

    @ Onde99…le nocciole! Sono state l’intuizione dell’ultimo minuto con le mani in pasta :))

    @ caris…mi sa che di provocazioni allora ne arriveranno altre :p! Baciotto

    @ Gianni…la mia vittoria l’ho avuta sfornando questa sbriciolata, perchè mi ha sorpresa davvero la sua bontà. Mi basta questo 😉 Un bacio

  44. Ma quanto è particolare questa sbriciolata! La proverò, devo solo prender coraggio e comprare il cedro! Bella e buonissima di sicuro, a me i dolci a base di ricotta e qualche "nota di cioccolato" (eheheh) fanno impazzire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.