Pan di Spagna di L. Montersino. Se la base è buona…

 “Chi ben comincia è a metà dell’opera”
credo conosciamo tutti questo detto e cosa c’è alla base di un’ottima torta, di quelle decorate e di compleanno per capirsi, se non, in primis, un ottimo PAN di SPAGNA soffice e leggero, delicatamente profumato e pronto ad accogliere una cremosa farcitura?
Già, il Pan di Spagna: solo uova, zucchero e farina per questo miracolo della pasticceria, che si ripete nel forno sempre uguale, sempre diverso.
Da parte mia c’è una sorta di timore reverenziale verso questo dolce all’apparenza così semplice, così immediato.
Con lo spargifarina in una mano e la spatola nell’altra guardo quella massa gonfia e soffice di uova e zucchero e penso: è arrivato il momento clou, ti prego…non ti smontare…resisti…ogni volta è una sfida poterlo veder crescere senza aggiunta alcuna di lievito, passare con finta noncuranza davanti allo sportello del forno, lanciarci dentro un’occhiata di sfuggita col cuore trepidante e pensare: dai…ci siamo quasi…un altro piccolo sforzo e anche stavolta è andata!
La stessa emozione che provo nel veder crescere pian piano un lievitato la riprovo qui, col Pan di Spagna.
Ognuno ha sicuramente la propria ricetta a cui è affezionato (anche se gira e rigira le dosi sono quelle), i proprio trucchetti nel cassetto per la riuscita perfetta e anch’io ho la mia, la ricetta della nonna, quella tramandata di generazione in generazione che custodisco nel cuore e alla quale torno sempre come punto di riferimento.
Essendo in questo periodo nella fase “colpo di fulmine” per L. Montersino (un paio di settimane fa ho comprato non uno, ma ben due dei suoi libri, così tanto per…) avevo deciso di sperimentare la sua ricetta.
D’altra parte, quale poteva essere meglio?
Già…quale…
Spulcio per benino sul suo blog, guardo anche i video su Alice, confronto le ricette di entrambi i libri e…NON è possibile!
Il mio mito che traballa sul Pan di Spagna: 3 versioni diverse, anche se di pochissimo, per la stessa base!!!
NON ci posso credere!!!
Riprendo allora il “quaderno sacro” in cui sono appuntate le ricette intoccabili e noto, pressochè incredula, che la ricetta della nonna prevede praticamente la metà della farina.
C’è qualcosa che non va!
Eppure, un rapido giro in rete e tutte le ricette che trovo concordano all’incirca con la versione di famiglia.
Mhhhhhhh, come può essere che il mio mito cada sul Pan di Spagna…DEVO capire!
Leggo più attentamente la parte teorica di “Peccati di Gola” e scopro così che esistono 3 versioni per questo dolce: una versione “pesante” (uova-zucchero-farina in pari quantità); una versione “media” (zucchero e farina pari a 2/3 il peso delle uova) che è quella suggerita da Montersino, e una versione “leggera” (zucchero e farina pari a metà peso delle uova) che corrisponde alla mia. Il mito è salvo e la ricetta della nonna pure, perchè seguirò quella anche stavolta e per le volte a venire.
Unico trucchetto carpito al pasticcere: scaldare uova e zucchero prima della montata.
Nonna, non ti offendi vero?
Certo che dovevi avere una bella forza per mettere in ballo minimo 20 uova alla volta a suon di braccia e di forchetta, senza planetaria o fruste elettriche di sorta!
Non ci sono più le donne di una volta…

 

 

Pan di Spagna di L. Montersino
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Per uno stampo da 20 cm
Author:
Recipe type: Torte
Serves: 8
Ingredienti
  • - dosi della nonna
  • 4 uova medie
  • 4 cucchiai colmi di farina
  • 4 cucchiai di zucchero
  • abbondante scorza grattugiata di limone
  • - tradotto in peso
  • 220 gr di uova
  • 110 gr di farina
  • 110 gr di zucchero
  • abbondante scorza grattugiata di limone
Procedimento
  1. Sgusciare le uova intere in un pentolino, unire lo zucchero, porre sul fuoco e, mescolando con una frusta, scaldare fino a raggiungere la temperatura di 45°C, NON di più.
  2. Se non si ha a disposizione un termometro, devono risultare tiepide al tatto.
  3. Questo passaggio si può omettere (di sicuro la mia nonna non lo faceva) ma le uova montano più in fretta e meglio "a caldo".
  4. Trasferire le uova scaldate in una ciotola e montarle con le fruste elettriche aumentando gradualmente la velocità, fino a che risultano ben gonfie e spumose e il composto "
  5. scrive" ossia il tratto dell'impasto che ricade dalle fruste deve restare ben visibile per qualche secondo prima di uniformarsi al resto; se sparisce subito è necessario montare ancora.
  6. La sbattituta non deve essere nè lenta (non consente di incorporare aria sufficiente), nè violenta (non permette l'incorporazione omogenea dell'aria e la formazione uniforme degli alveoli), nè deve eccessivamente prolungata (in questo caso rompe eccessivamente la rete proteica, che perdendo consistenza non trattiene le bollicine d'aria).
  7. A questo punto aggiungere la scorza grattugiata del limone (o se preferite i semi di un baccello di vaniglia come consiglia Montersino), abbandonare le fruste e munirsi di spatola con cui incorporare la farina poco alla volta, facendola cadere direttamente da un setaccio, con movimenti delicati dal basso verso l'alto, cercando di non smontare la massa.
  8. Questo è molto importante perchè l'unico agente lievitante che permetterà al Pan di Spagna di crescere nel forno ed aumentare di volume è l'aria incorporata dal composto di uova.
  9. Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato: NON battere (Montersino nel
  10. video raccomanda anche di NON livellare), l'impasto si assesterà da solo nel forno.
  11. Cuocere in forno caldo a 180°C per 35-40 minuti, fino a che i bordi cominceranno a "raggrinzire" leggermente e a staccarsi dalle pareti dello stampo.
  12. Se la superficie tendesse a colorire troppo, abbassare la temperatura a 160°C ma
  13. NON aprire lo sportello del forno.
  14. Lasciare nel forno spento per 5 minuti, sformare e lasciar intiepidire su una gratella, quindi mettere in una busta di carta in modo che, trattenendo un po' di umidità, rimanga morbido.
Note
* UOVA: è possibile aggiungere più tuorli o più albumi, mantenendo la stessa grammatura. Se si aggiungono tuorli si otterrà un Pan di Spagna leggermente più pesante; se si aggiungono albumi si otterrà una massa più leggera. La dose massima è pari ad ⅓ del peso delle uova.
* FECOLA/AMIDO: può sostituire fino a metà del peso della farina. Il composto perde elasticità ma acquista una buona friabilità.
* FRUTTA SECCA in polvere: va unita insieme alla farina e il peso NON deve mai superare quello dello zucchero. Ogni 30 gr di frutta secca in polvere andranno eliminati 10 gr di farina. La sua presenza conferisce al prodotto una buona friabilità.
* CACAO: la dose massima è di 8 gr per 100 gr di farina e il peso va sottratto a quello della farina (Es: 92 gr farina + 8 gr cacao).
* CIOCCOLATO FONDENTE: la dose massima è di 20 gr per 100 gr di farina. Prima di unire la farina è necessario scioglierlo e amalgamarlo ad una parte di montata.

Ed ora ragazzi vi saluto e vi auguro uno splendido week end. 
Scusate se sarò un po’ latitante nei prossimi giorni ma finalmente torno a casa in Abruzzo. 
Mamy…aspettami che sto arrivando ^___^

 

image_pdf

99 commenti

  1. Si ma Fede che difficile è!!Ti chiederò se verrai a casa mia a farmelo valà che è meglio!!!Bhe che dire, il timore reverenziale ce l'ho anch'io verso il pds, infatti non ho mai provato a farlo!Però il tuo è venuto benissimo, me lo immagino farcito di…tutto!!!Bravissima cuccy, buoni giorni con la tua mamy!!
    Mille baci

  2. Sai che mi piace moltissimo anche così semplice, mi ricordo quelle volte che lo preparava mia mamma e sbatteva zucchero e burro ..per molto tempo o almeno da bambina mi sembrava 🙂 ti auguro anche un buon fine settimana ciao

  3. fantastico!!! anzi.. perfetto!!!!! io ho 2 ricette del pan di spagna.. ottime tutte e due. ma con dosi e ingredienti totalemnte diversi.. quindi si.. bisogna dirlo.. trovare una ricetta perfetta è un'impresa.. ma tu l'hai trovata bravaa fede!!! sbaciukk

  4. Ahaahahahah forse dici che ho macumbato troppo con il volere il freschetto???? ok..ok.. allora ora mi concentro e chiamo sole! sole! sole! .. va bene così???? Wowwwwww ma sembra perfetto questo pan di spagna secondo la ricetta di tua nonna.. anzi senza il sembra va!!! Io non lo faccio mai perchè mi si ammsocia… Però ora vorrò provare la ricetta di tua nonna!! Me la salvo! smack e buon fine settimana .-D

  5. bello!!!!!!!!copio e stracopio le tue ''note''
    Come ti ho gia' risposto nella mail divertiti,rilassati e goditi questo week end all'insegna del focolaio domestico con mamma e papa'…e parenti a seguito…baciiiiiiii!!!

  6. Complimenti, pan di spagna perfetto!
    Hai ragione, verso il pan di spagna ci vuole un approccio referenziale!
    In ogni caso sei stata bravissima, riuscita impeccabile! 😀

  7. In effetti è vero il pan di spagna non sempre riesce, non si sa se gonfia, e se poi si affloscia????
    Cmq il tuo è venuto veramente bene, un bacio e goditi la tua famiglia.

  8. Mizzica che minuzia!!! Fefè un post davvero bello!
    Ma tu guarda non sapevo dell'esistenza delle "tre taglie" di pan di Spagna…
    E' un dolce che si tira un bel pò la calzetta…ma alla fine è affabile e genuino. ^_^
    Gran bei consigli GRAZIE!
    Non conosco la mita (concedimi questo "sgorbietto" di definizione) in questione andrò a far qualche domandina a S.Youtube

  9. tesò nn cambiare mai la tua ricetta visto che ti è venuto benissimo squadra vincente nn si cambia!!sai Fede nonostante io faccia pan di spagna da sempre lo stesso terrore assalisce anche me ogni volta che ne faccio uno sopratutto perche li preparo per le feste quindi buttare via è snervante!!cucciola grazie per tutti i consigli li terrò presente per il prossimo pan di spagna!!tvb,piccola!!!
    baci imma

  10. Ti è venuto p-e-r-f-e-t-t-o!
    Le indicazioni tecniche di Montersino sono uguali parola per parola a quelle che ho letto sul "Manuale del Pasticcere" che ho a casa 🙂

    Ti auguro un buon fine settimana abruzzese!!

  11. :((:((:((:((….tesorino perdonami anche tu x l'equivoco nel post che ho messo.Nn e oggi il mio compleanno ma la settimana prossima di mercoledì.Purtroppo erò e sn tutt'ora fuori di testa xchè nn mi erà mai successa 1a cosa cosi bella che scrivendolo il post nn ho menzionato che il mio compleanno e l'otto settembre…:((:((:((:((:((:((:((:((:((…perdonami e grazie di cuore.Ti abbraccio forte e spero che mi perdonerai

  12. Forse mi dovrei vergognare, ma io col pan di spagna ho trovato la mia giusta dimensione con la versione tratta da un libro Bimby…mi viene che è una meraviglia e con zero fatica..!
    bacioni, il tuo mi sembra perfetto!!
    P.s: ho corretto i link delle frittate…scusa!

  13. Hai descritto la stessa trepidazione che provo anch'io ogni volta che lo preparo.
    Monto, monto, poi aggiungo la farina facendo attenzione. Per lo spostamento in forno mi muovo quasi in punta di piedi…
    E poi sto a vedere nel forno, proprio come dici tu, con finta noncuranza.
    Poi pfaff cresce, e già inizi a pensare con calma alla farcitura, la parte più creativa e divertente.
    Anche La Cucina Italiana indica diverse ricette che corrispondono ai gradi di "pesantezza" che si vogliono ottenere, per meglio calibrare la farcitura.
    Il tuo è perfetto. Alto e con un bel colore dorato. Chissà che torta preparerari…

    Baci Giovanna

  14. WOW ci hai fatto proprio l'enciclopedia del pds. Devo dire che ho imparto un bel po' di cosine che non sapevo!!
    Lo confesso….lo dico piano piano…pianissimo…non ho mai fatto un pds come dio comanda, perchè in casa già 2 uova vengono considerate un sacrilegio. Poi non me lo mangerebbe nessuno con la scusa che il colesterolo va a mille :-/ (avrai notato che le mie ricettine non vanno mai oltre le 2 uova…).
    Il tuo è bello…bello…bellissimo così gonfio, con quel colore ambrato….le nonne ne sapevano una più del diavolo 😉
    Buon weekend sorellina, divertiti e riposati. Ci si risente la prox settimana.

    PS non so proprio come facessero le nonne senza neanche lo sbattitore elettrico…mah…

  15. Anche per me è bellissimo riuscire a fare un pan di spagna perfetto (mai successo però finora come il tuo..complimenti!!) senza lievito! Ho sempre scaldato le uova e quando arrivo ad aggiungere l'ultima farina comincio a gioire; si vede e si sente se è giusto oppure, smontato! Poi in forno, se cresce come deve, è una grande soddisfazione! Grazie agapoula delle utilissime note e buone vacanze! Un bacione

  16. Bello…no bellissimo!!!!!!!!!!!!! Il pan di spagna lo trovo difficilissimo da fare! Per un attimo mi hai ricordato il mio primo senza lievito…ero incollata allo sportello del forno a dare continue occhiate!!!!!!!
    Un abbraccio e buon fine settimana carissima

  17. Veramente da manuale!!! 🙂
    Il pan di spagna è la mia "bestia nera". o mi viene un mattone, o sa troppo di uovo, o sembra una palla di gomma ahahahahah.
    Se non riesco con le tue spiegazioni, meglio che mi dia all'ippica! =))

  18. che spettacolo, fede!! sembra finto tanto ti è riuscito bene, perfetto!! Montersino, anche a me piace molto, io ho il suo libro golosi di salute, credo che peccati di gola sia meglio, però!! goditi il ritorno a casa, buon we

  19. In cucina per certe cose è come a scuola, se el basi sono buone si allora si va avanti altrimenti…Il pan di spagna per qualcuno è la besta nera, bisogna saperlo fare! grazie per questa versione e per tutti i suggerimenti, utilissimi! Buon fine settimana con la tua famiglia!

  20. Ma lascia stare che mi viene l'ansia da prestazione solo a sentirlo nominare, il pan di Spagna! Mai fatto per ora…
    E le tue conclusioni sulle donne di una volta le ho tratte pari pari anche io ora che mi trovo alla prese coi pluma cakes (come sai ;).
    Ad ogni modo sei stata superba, Fede… è bellissimo lì che fa capolino da sotto il canovaccio…
    Sai che faccio? Salvo la ricetta della tua nonna e la conservo come un piccolo tesoro… 🙂
    Un abbraccio.

  21. Ma sei bravissima, io non mi ci metterei mai, trovo che sia il dolce piu' difficile da fare anche se sembra semplice. Certo che con una base cosi poi tutto diventa piu' facile e piu' buono. Mia madre amava tantissimo fare i dolci e il pan di spagna in particolare le veniva divino, ne faceva cosi tanto che poi lo tagliava a fette e le biscottava. Hai mai fatto i biscotti col pan di spagna? sono deliziosi. Bacioni.

  22. acciderbolina! il pan di spagna mette in crisi molti, io a dir la verità non l'ho mai nemmeno fatto perchè non è tra i miei dolci preferiti…ma vediamo come lo farcisci, sarà di sicuro una delizia da leccarsi baffi faccia mani tutto!!!!

  23. Ciao cara!! Un pan di Spagna davvero perfetto!! A me non è mai riuscito (sempre sgonfio nel mezzo) ma seguirò i tuoi consigli!! Tu sei stata bravissima!!! Buona vacanza e.. goditi la tua mamma!!! Bacioni cara e a presto!!!

  24. What a very lovely sponge cake! Can you believe noone in my family but me likes this kind of cake? That's ok then I get to eat it all! Thanks for the tips. Have a wonderful visit! xoxo

  25. Ma lo sai che quando ho letto Peccati di Gola ho avuto anche io la stessa reazione sul pan di spagna!? E anche io come te son oritornata alle origini, continuando a usare la buon vecchia ricetta della nonna, che mai mi ha deluso… Però effettivamente, qualche suggerimento da Monterino lo potrei anche accogliere… è che sui lievitati sono un pò (troppo) tradizionalista! ^__^ Buon viaggio…e a presto!

  26. Un post davvero utile, anzi prezioso, con tutte quelle dritte sul Pan di Spagna! Ad esempio la storia che il dolce riesce meglio se si scaldano uova e zucchero prima di montarli io mica la sapevo… Il trucchetto mi capita a fagiuolo, come suol dirsi, perché dopodomani è il mio compleanno e devo giusto preparare un bel Pan di Spagna! Spero che mi venga bello come il tuo (anche un pochino di meno, va'… mi accontento! Eh eh eh). Complimenti anche per le foto: sono accattivanti 😉
    :-+ 😡

  27. Io 'sto tipo non lo conosco ^_^… ma di tua nonna mi fido ciecamente, quindi copierò la tua/vostra ricetta. Altissimo, morbidissimo, gustosissimo, non fà una piega.
    Buon rientro a casa da "mamma" allora e torna con tante buone gustosità.
    Un bacio con lo sciocco.

  28. merci pour ces conseil car pour avoir un délicieux gâteau il faut que la base soit légère et bien spongieuse comme celui que tu nous présentes
    j'aime beaucoup
    bonne soirée

  29. Il pan di spagna per me è ancora una bestia nera!!! Prima o poi dovrò affrontare e superare questa paura!!Sarai la prima a saperlo dato che il tuo è davvero fenomenale tesoro!!!!Bacio

  30. Io non sono un'amante del pan di spagna, ma di fronte a qs capolavoro sono rimasta a bocca aperta!! 😮
    Meraviglisamente soffice!!!
    bacioni e buon we
    :X

  31. Piccolina ho appena postato la mia fritatta quindi fammi sapere se va bn x la tua raccolta.Il tuo pan di spagna e strepitoso e molto alto…:D…ma cm hai fatto che io nn ci riesco mai e farla cosi?…:D…tvb e ti auguro buona e dolce notte…:-*:-*:-*

  32. bellissima la tua base di pasta genoise! si perchè a differenza del pan di spagna la pasta genoise si monta a caldo, il pan di spagna a freddo! però sono troppo buone entrambe! slurp slurp…
    Alessia

    ps scusa la pignolaggine…ma sono appassionata di torte e dolci in genere e…

  33. TESORAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    TESORAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA…vedi?

    Vedi che lo sapevo che sarei riuscita a lustrarmi gli occhi con il tuo meraviglioso Pan di Spagna???

    Io se tento una mossa simile, aprendo il forno a cottura ultimata non distiguerei il cabaret dalla torta…sarebbe nero, secco e basso…come una "piadina abbronzata" appunto!

    Ma passo da te e mi lustro gli occhi…occccchemeraviglia, mi sono sniffata tutto l'odore, passando il naso sullo schermo, ora dalle foto non trapela più nulla…tutto stivato nella memoria dei miei ricordi, che attingerò quando ho voglia di FEFE!:o)

    Una sniffata e FEFE…è con me!!!

    EWWWWWWWWWWIWA…ne prepari una anche per me, la metterò in congelatore. Passo lunedì sera…tardi!…prima sono a lezione di "Pan di Spagna"! ;o)

    BACIOTTTTTTTTTTOLI! Kisses. NI

  34. Io mi chiedo sempre come facessero! Niente fruste e dolci tutti da impastare a suon di uova da "sbattere" e montare… una forza ed una gestualità che forse si imparano solo nella ritualità…. Comunque ottima versione la tua… Baci. Buon fine settimana. Deborah

  35. Le ricette di famiglia sono sempre un po' speciali, forse per l'amore con qui si tramandano…e specialmente quando riescono così bene come la tua…
    Meraviglioso Pan di Spagna…Complimenti di cuore…
    Buone vacanze…a presto

  36. @ tutti…GRAZIE! Grazie davvero a tutti per i vostri calorosi commenti e scusate se sono un po' di corsa e non riesco a rispondervi uno per uno. Certo un bel lavoro l'ha fatto il Ken, le mie braccia sono efficienti com'erano quelle della nonna ma la sua ricetta sì, quella non la mollerò davvero mai. Per quanto possa girarci intorno, per me rimerrà sempre l'unica ricetta del Pan di Spagna. E' un dolce birichino, così minimalista negli ingredienti, così semplice e così difficile nello stesso tempo, ma che dà tanta tanta soddisfazione.
    Per chi si chiedeva come lo farcirò…NON lo farcirò! Mi piace troppo gustarlo così, al naturale con una bella tazza di caffellatte. E' una colazione che mi richiama il calore di casa, la nonna e i suoi ricordi.

    @ Nanninanni…detto da te che sei un mago è un gran bel complimento che vale il triplo :-*

    @ (paretesiculinaria)…tiz ormai abbiamo sfatato l'incorporare la farina con la spatola giusto 😉 E daiiiiiiiiiiiiii, buttati! Lo vedi che è morbido :D!

    @ Lucia…devo ricordarmi di farti gli auguri. Non posso padellare questa data 😉

    @ Chamki…è troppo buono il pan di spagna biscottato. Ecco perchè non lo farcisco ma lo mangio nature 😉

    ✿Caramellaεїз✿ …grazie della precisazione, anche se la pasta genovese, a differenza del pan di spagna classico, contiene anche del burro.

    Un bacio grande e grazie a tutti per la fiducia
    Buon week end :-*

  37. Ma che fai, ci rubi il lavoro????????????
    Il tuo pan di sapagna è perfetto!!!!!!!!!!!!!
    E dopo questa fatica un pò di meritato riposo ci sta proprio.
    Perciò buone vacanze e ci sentiamo prestissimo….
    Ti abbraccio.
    A prestissimo
    Baci

  38. :((…a me sn sparite tutte le faccine…:((.Tesorino mio grazie di cuore x aver fatto il tutto e spero tanto che piaccia molto la mia fritatta…:D…vado a prendermi il capellino speriamo di no di callimero…hahaha…=))=))=))=))…buona giornata piccola…smack

  39. Io non ho la ricetta segreta della nonna nel cassetto, perché tra tutte le cose che si preparavano a casa mia, il Pan di Spagna non era certo famoso :))
    Però, ho studiato anch'io, con un'altro maestro, ma il risultato è stato ottimo.
    Un trucco che lui (G. Pina) suggerisce per scaldare le uova è l'asciugacapelli puntato sulla ciotola mentre stai montando le uova, perché scaldarle sul fuoco può essere rischioso.
    Un morso al tuo meraviglioso Pan di Spagna e buon riposo :-*

  40. uhmmmmmm il pan di spagna……..
    Devo provare a farlo anche io, ma non mi sono ancora cimentata con le torte multistrato, cremosissime, pasticceria-style. Ma a breve sarà il compleanno di Mamma…

    (Federica, stai certa che partecipo alla tua raccolta! Mi ispira davvero tanto!)

    Un bacione grande grande e grazie per la tua presenza costante nella Mia Cucina!
    A presto e buon week-end!
    Elisa

  41. Confesso che non ho mai provato a fare il Pan di Spagna…mi devo decidere! Il tuo sembra fantastico, grazie mille per i suggerimenti che ci hai dato!

  42. Sei troppo forte Fede!!! ^____________^

    Anch'io seguo sempre Montersino (mi registro tutte le puntate, ne ho già 3 dvd pieni!!!!) ma il Pan di Spagna resta un tabù troppo grande per me… :*DDD

    Buone vacanze e sprimacciati ben bene la tua mammina, io con la mia devo aspettare altri 4 mesi!!! :*)

    Un bacione e a presto!

  43. quanto mi piace quando spieghi i procedimenti tecnici/scientifici!!!Adoro profondamente capire le meccaniche culinarie e tu ci delizi con queste chicche favolose!!!

    Il tuo pan di spagna lo DEVO provare!!!

  44. Quando faccio il pan di spagna, ho sempre un occhio in forno, ansia da riuscita!!!!
    Anche perchè pan di spagna è uguale a torta da decorare, cioè festa!!!!Farò tesoro dei tuoi consigli!!!!!!!!!!!!
    A presto!!!!!

  45. Wow! che brava! il pan di spagna mi incute timore…un pò per gli stessi motivi che dicevi tu! …un classico che può sembrar facile ma magari… cmq brava la nonna… brava tu che hai studiato varie ricette per poi uscir fuori con questa meraviglia, perfetto!
    brava stella!

  46. @ tutte…grazie davvero di cuore a tutte e scusate se sono ancora un po' di fretta. Ma a casa dalla mamy il tempo scarseggia ancora di più, cerco di godermela il più possibile in questi giorni (pochi) che siamo insieme.
    Un bacione grande

    @ Gabe…appena ho un attimo passo da te, grazie

    @ Fabiana…bentornata piccola 😀 mi sei mancata tantissimo in questi due mesi. Un abbraccione

  47. … ieri (domenica mattina) mi sono cimentata nel "pan di spagna" in ricordo di questo tuo post, ma causa problemi di connessione non ho potuto farlo con la tua ricetta.. ma la voglia di farlo era troppa!! L'ho fatto allora con la ricetta che ho trovato sul retro della bustina di lievito Bertolini: facile facile… è riuscito una meraviglia, soffice soffice e profumato. Insomma stamattina a colazione era già finito, così puro e senza farcitura!!
    Ciao, stai diventando la mia "Guru Cullinaria".
    Chaill

  48. @ chaillrun…nature a colazione con una bella tazza di latte è il modo in cui lo preferisco, magari leggermente tostato. Immagino che ci fosse lievito nella versione che hai usato; provalo anche senza, la soddisfazione sarà doppia…garantito dalla GURU :)) Un bacione, grazie della fiducia

  49. Fedeeee help!!!! io farò il tuo pan di spagna come base per la torta di Natale che decorerò con pdz ahahahaahahah :-D.. Lo stampo che vorrei utilizzare è da cm. 26…dici che devo utilizzare 6 uova.. 6 cucchiai di farina ecc??? o bastano 5?bohhhhhh

  50. @ Claudia…oh mamma che responsabilità :-o!!! Per uno stampo da 26cm io userei 6 uova, 180gr di farina e 180gr di zucchero. Con solo 5 uova ho paura ti venga bassotto!!! Fammi sapere…Bacioni

  51. Fattoooooooooooooooooooooooooooooooo venuto uno spetatcolo… 6.6.6 il rapporto! mamma mia che numero! ma risultato eccellente!!! Grazie ancora.. i prox giorni lo posto!

  52. Ho ricordi di quando ero bambina di mia mamma che preparava il pandispagna con le fruste a mano… quanta ammirazione ho per lei e per tutte le donne che una volta riuscivano a fare tutto ciò senza l'aiuto di planetarie e quant'altro di cui invece beneficiamo noi oggi. Il tuo pandispagna è una meraviglia, alto, soffice e bellissimo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.