Rifatte senza glutine: pasta alla crema di peperoni…mission (im)POSSIBLE!!

Metà ottobre e rieccoci qui puntuali come un orologio svizzero al primo appuntamento post vacanze con le “Rifatte“. 
Eh meno male che mi ero messa all’opera in anticipo (sì beh insomma…da giugno…con largo anticipo!) per approfittare dei dolci e carnosi peperoni di stagione, perché l’è stata dura a questo giro! 
Stavo quasi per gettare la spugna, mettere da parte la mia cocciutaggine MA… 
Ma partiamo dall’inizio! 
Non so per quale recondita ragione la mia mente scellerata, alla vista di quelle tagliatelle ha subito associato “pasta fresca fatta in casa“…gluten free…e lì è cominciata l’’ansia mista a panico. 
Mi sono messa alla ricerca di una possibile ricetta, ho sguinzagliato “a caccia” anche super-Fede, ma tutte avevano un denominatore comune: xantano
A meno di usare un mix di farine già pronto! 
E io lo xantano dove andavo a pescarlo? E se anche l’avessi trovato, con tutto quello avanzato poi che ci avrei fatto? 
Idea: pronto soccorso Felix, l’esperta, chi meglio di lei poteva darmi un’alternativa? E l’alternativa, mi dice, potrebbe essere il water roux (thang zhong…sì quella roba là dei mini cakes!) usando ovviamente la maizena. 
Bene bene, gongolo tutta come una Pasqua, mi sento già la tagliatella nelle mani ma ho fatto i conti senza l’oste! 
Sarà stata (di sicuro) tutta la mia inesperienza con gli impasti gluten free, sarà stato anche un pizzico di sfiga (figurarsi se perde lindirizzo la signora!) che non mi ha fatto beccare la dose giusta da aggiungere, ma dopo 4 tentativi falliti con la pasta che sbriciolava dappertutto ho deciso che era il momento di smettere di riciclarla in biscotti! 
E via di nuovo a caccia! 
Fede (santa subito) mi suggerisce di usare al posto dello xantano la farina di carrube, che in effetti compare tra gli ingredienti dei preparati pronti. 
Raid al NaturaSì, torno a casa trionfante con il mio barattolino nelle mani ma…eh ti pareva? Un paio di tentativi con dosi diverse ma nada de nanda, non regge! 
Ok, sto per mollare e darmi per vinta. Ben mi sta dopotutto, a me e alla mia presunzione di voler tentare l’impossibile. 
Comprerò il mix di farine. 
Il pacco mi passa e ripassa tra le mani, ma non sembra mai il momento giusto per infilarlo davvero nel carrello. Magari la prossima volta, o quella dopo o…Ohhhhhh! 
Mi ricordo del suo post
E di quella farina di ceci che langue in dispensa implorando pietà. 
Così decido di sfidare la lunga estate calda e una bella domenica pomeriggio accendo il forno a 90°C e ci infilo tutto dentro per 3 ore. 
E’ l’ultima spiaggia e…sorpresa(!), sarà quella che mi porterà a destinazione.
Il sistema funziona. Non potete capì la soddisfazione nel riuscire a tirare quelle tagliatelle come la pasta glutinosa. Fino alla penultima tacca della nonnapapera. Non ci credevo. 
Forse la denaturazione della farina non era proprio perfetta, il forno vecchio stava per esalare gli ultimi respiri e non so quanto fosse affidabile la tempertaura impostata. Forse da questo è dipeso una tenuta di cottura non del tutto impeccabile e qualche tagliatella si è un po’ rotta. Ma arrivare in fondo e riuscire ad impiattarle è stato vincere una bella sfida. 
Temevo che il gusto potesse essere troppo deciso visto l’uso della sola farina di ceci e invece mi sono ricreduta. 
L’abbinamento (che già avevo avuto modo di sperimentare qui) è risultato molto gradevole, rustico ma delicato e non ha lasciato dubbi circa l’apprezzamento! 
E a questo punto non posso che dire CHAPEAU alle “Rifatte“. Se già prima vi ammiravo per i vostri splendidi risultati negli impasti gluten free, adesso che ho toccato con mano quanti problemi possano creare, vi stimo e ammiro ancora di più ragazze ^_^ 
Ed ora che dite, sarà il caso di passare alla ricetta?

[Info qui per la denaturazione delle farine]

Fettucce di farina di ceci alla crema di peperoni
Tempo di preparazione       1 ora 30 minuti
Tempo di cottura               30 minuti
Tempo passivo                  –
Porzioni                           4 persone

Ingredienti per 4 persone
per la pasta di farina di ceci
4 uova
400 gr di farina di ceci denaturata
sale
per il condimento
2 peperoni rossi
½ peperone giallo
3-4 cucchiai di polpa di pomodoro
100 gr di ricotta di mucca
1 scalogno
basilico
maggiorana
curry
2 monoporzioni di burro di cacao Venchi (o un paio di cucchiai di olio evo)
sale

Procedimento
1. Per la pasta: fare la fontana con farina di ceci, sgusciare le uova al centro, sbatterle leggermente con un pizzico di sale e cominciare a mescolare con una forchetta, incorporando la farina piano piano.
2. Quando l’impasto avrà preso consistenza, lavorarlo con le mani fino ad avere un panetto liscio e compatto.
3. Stendere la pasta con il matterello in una sfoglia abbastanza sottile, ricavare da questa delle strisce di 10-12 cm di larghezza, sovrapporle a gruppi di 2-3 e, con un coltello ben affilato, ritagliare nel senso della larghezza delle “fettucce” di circa 1cm.
4. Disporle man mano che sono pronte su un vassoio cospargendole con farina di riso perché non attacchino.
5. Preparare il condimento. Lavare i peperoni, tagliarli a metà e privarli dei semi. Cubettare il mezzo peperone giallo e metà peperone rosso e tagliare il resto a quadri grossi.
6. In una padella far soffriggere lo scalogno e la maggiorana tritati finemente insieme al burro di cacao (o l’olio), aggiungere tutti i peperoni, un pizzico di sale, una spolverata di curry e far cuocere per 6-8 minuti a fuoco medio, in modo che si ammorbidiscano.
7. Recuperare i peperoni gialli e rossi a cubetti e tenerli da parte in caldo (volendo si possono cuocere i peperoni separatamente in due padelle diverse; io ho giocato al risparmio!).
8. Proseguire la cottura del resto dei peperoni per un’altra decina di minuti aggiungendo anche la polpa di pomodoro e un bel ciuffetto di basilico.
9. Passare il tutto al minipimer regolando di sale, unire la ricotta setacciata ed amalgamare bene in modo da ottenere una crema omogenea.
10. Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolarla al dente e spadellarla velocemente con la crema di peperoni e ricotta, mescolando delicatamente (tende un po’ a rompersi). Unire i peperoni a cubetti tenuti da parte, suddividere nei singoli piatti, decorare con ciuffetti di basilico e foglioline di maggiorana e servire.

Una piccola curiosità sulla denaturazione delle farine
Nella farina di frumento sono contenute due proteine, la gliadina e la glutenina, insolubili in acqua e nelle soluzioni saline, che durante la lavorazione sono in grado di formare una struttura spugnosa ed elastica, il glutine, avente la funzione di sostenere l’impasto. 
Nelle farine derivate dai legumi queste due proteine mancano. 
Scaldando però a 90°C è possibile denaturare le proteine presenti. Questo significa che grazie al calore, si srotolano i gomitoli di proteine, e queste, intrecciandosi le une con le altre, formano una nuova rete che assolve ad una funzione analoga a quella svolta dal glutine nella farina di frumento. 
Diventa così possibile utilizzare la farina di legumi denaturata in maniera analoga alla farina tradizionale. 
[Fonte qui] 

Un abbraccio e buona settimana a tutti ^__^

image_pdf

175 commenti

  1. Uhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhmmmmmmmmmmmmmmmm, farina di ceci??Ho letto bene????no perchè, è una delle cose che piu adoroooooooo!!!!!Ecco, hai creato un altro capolavoro di gola….Caravaggio in cucina^_^ Direi che rifatta alla grande questa pasta!!!!!(mica come quelle donne in plastica???:DDDD)Un bacione amica mia!!!!

  2. Molto particolare il binomio! certamente le tagliatelle son rustiche e porose con la farina di ceci nell'impasto, ma anche il dolce condimento dei peperoni sembra perfetto!
    veniamo a pranzo da te poi?
    bacioni

  3. Sono molto più che ammirata. Sono esterrefatta, con la bocca a formare una grande "O".
    Perché chiunque nei tuoi panni avrebbe rinunciato. Anzi non chi avrebbe neanche provato. Avrebbe comprato non la farina già pronta ma più semplicemente un pacco di pasta gluten-free. Che poi diciamola tutta, se cuoci un piatto di pasta glutinoso e lo pubblichi dicendo che era senza glutine, chi può smentirti? Insomma sono quasi commossa, perché hai toccato con mano, come giustamente dici tu, i nostri lunghi esperimenti alla ricerca della ricetta perfetta, di un sapore e di una consistenza che ricordino quelli ormai dimenticati degli alimenti prodotti con farina di grano, e non lo hai fatto né per un figlio né per un marito o per un amico, ma per noi sconosciute s-glutinate, e questo coinvolgimento cosa mai può provocare se non commozione?

    Brava Federica, brava è dir poco, magnifica la tua versione, la prima che sono venuta a vedere, e belle le tue foto. Brava, ancora…. mi si è incantato il disco :)))

    • A commuovermi adesso sono io 🙂 E' vero, comprare della pasta pronta sarebbe stato molto più facile. Cuocere della pasta glutinosa e farla passare per gluten free non me lo avrebbe permessono la coscienza. Ma in questo modo ho davvero toccato con mano quello che voi tutte sperimentate ogni giorno e mi sono potuta rendere conto di quante difficoltà incontrate nel tentativo di mantenere un'alimentazione che sia il oiù possibile vicino a quella "normale". E sono io che vi ammiro, adesso ancora più di prima. GRAZIE davvero, questa ripresa delle "Rifatte" è stata una bella prova di vita ^_^

  4. Brava brava brava Federica chi la dura la vince e la sfida per quanto ardua tu l` hai vinta anche con un delizioso e particolarissimo risultato!!!! Ho la nonna papera da qualche hiorno ma non ho avuto ancora il coraggio di utilizzarla figuriamoci con un mix gluten free!!! Bacioni e tvbbbbbb,Imma

  5. Cara Fede, dire che sei stata brava è poco! 😀 Complimenti! 😀 Questa versione è particolare, invitante e assolutamente da provare! Un piatto squisito! 🙂 Bravissima, un bacione e buon inizio settimana! 🙂

  6. E io ammiro te cara Federica, mi piace la tua determinazione , la voglia di fare e di riuscirci!!!! Per me resti sempre super e insuperabile io credo mi sarei arresa ad un certo punto!
    Invece guarda cosa hai fatto!!! Delle tagliatelle gluten free eccezionali:)
    Brava!!!
    Un bacio

    • Sono sicura che anche tu saresti andata avanti perchè se da una parte ti prende lo sconforto dall'altra non vuoi dargliela vinta così facilmente. E questo ti porta a riprovare un'altra volta e un'altra ancora. Quella della farina di ceci era davvero l'utlima spiaggia prima di cedere al mix di farina sglutinata e per fortuna è stata la spiaggia buona 🙂

  7. Bravissima davvero e che tenacia! il risultato è perfetto sono molto invitanti,brava anche per le spiegazioni esaustiva per una come me che ne capisce pochino della materia gluten free! un caro saluto da zagaraecedro.blogspot.com

  8. Ma carissimaa! Sei un mito! 🙂 Brava, non ti sei arresa e hai tirato fuori un piatto da re!! Bellissimo e originale, cara!! 😀 Complimenti davvero! 🙂 Un abbraccio stella, passa una settimana bellissima.. sapessi come piove qui e come si gela….

  9. Ti meriti una standing ovation delle Rifatte!!!
    Mitica, stupenda!!!
    Mi fa piacere che qualcuno tocchi con mano le innumerevoli frustrazioni e sperimentazioni di noi celiaci in cucina; non è cattiveria ma solo così hai potuto comprendere la soddisfazione di quando si riesce a fare qualcosa senza l'aiuto del glutine.
    Grazie Federica, per tutto!!!

    • Non è cattiveria, è solo essere realisti. Dal di fuori si dà sempre tutto per facile e invece facile non lo è per niente. Il glutine in certe preparazioni è un aiuto inimmaginabile di cui non ci si rende neanche conto fino a che non si prova a toglierlo di mezzo. Grazie a voi tutte per questa che per me è stata una lezione di vita. E grazie ancora a te Elena per questo condimento che diventerà di diritto uno dei miei condimento estivi preferiti. Ma apporfittando della scorta di peperoni in freezer…anche multistagione 😉

  10. Bravissima e non solo per aver prodotto un piattino delizioso ma per non aver mollato, chiunque altro lo avrebbe fatto – io sicuramente- e tu invece testarda l'hai avuta vinta e alla stragrande!
    bacioni tesoro e buona settimana
    Alice

  11. E' stata dura ma ce l'hai fatta e devo dire che il risultato è stato decisamente superiore alle aspettative a quanto vedo! Mi dispiace solo non poter prendere una bella forchettata di queste rifatte!
    Un bacione, GG

  12. Oltre ad essere una persona dolce anzi di piu' sei anche cocciuta non l'avrei mai detto …ma queste persone mi piacciono parecchio , il piatto mamma mia da svenimento, i ceci li adoro per non parlare dei peperoni, ricotta insomma a me ahime' piace tutto sonon un pozzo senza fondo ahhahaahahahh, da provare cara Federica ti abbraccio forte anzi di piu… buona giornata tesoro Giovanna

  13. Direi che il tuo motto è "non mollare mai" eh? Brava e intrepida, che bella la tua passione per la cucina che ti fa proporre tali prelibatezze anche contro tutto e tutti!
    Adoro la farina di ceci, in effetti però è abbastanza particolare nel sapore, ma l'idea di abbinarci i peperoni con la loro dolcezza sicuramente creano in bocca un mix fantastico! me lo ricorderò, stai certa!
    buona giornata!!! un bacione, Francy

    • Sai che mi ha stupita in queste tagliatelle? Pensavo che il sapore sarebbe stato molto più intenso e invece, non so se è stata una conseguenza anche della denaturazione, è rimasto molto delicato. Devo dire che la faticata alla fine è stata degnamente ripagata 🙂

  14. Tu sei una forza della natura…e hai una determinazione che fa paura..io mi sarei arresa 😀 !
    Le tue tagliatelle sono perfette e corpose, proprio come piacciono a me 🙂
    E vogliamo parlare del condimento ?? Favolosa..il fatto è che ti sei già pappata tutto, altrimenti a pranzo mi fiondavo da te 😉
    Bacio tesoro !

    • Noooooooo, scommetto che ci avresti provato e riprovato anche tu prima di gettare la spugna. E giuro che lo avrei fatto se anche questo tentativo fosse andato buca. Che poi perchè mi ero fissata con le tagliatelle. Bastava fare dei maltagliati e sarebbe andato bene anche il primo esperimento. Sono proprio per complicarmi la vita :))

  15. Quante cose si imparano tutti i giorni!
    Bellissima questa pasta, davvero intrigante!
    E tu sei un mito a non arrenderti mai….brava!
    Un abbraccio e buonissima giornata
    Paola

  16. Sei fantastica e che dire del tuo piatto? Tagliatelle con la farina di ceci…e la prima volta che sento parlare! Tu fai si che diventi tutto possibile in cucina!

  17. Federica, he leído con atención tu entrada y !chapeau por ti!,me quito el sombrero ante ti, como decimos en España. Elaborar tu propia pasta me parece admirable..
    Aquí ya se comercializan al alcance de todos, todo tipo de pasta sin gluten, harinas, etc.pero seguro que no tendrán el aspecto y el sabor que los de este plato. Me ha encantado también esas "notas de color" en el plato.
    Felicidades querida , un abrazo y una semana hermosa !!!

  18. della serie "chi la dura la vince" e tu hai vinto alla grandissima cara io avrei gettato la spugna al primo colpo 😀 Buona giornata cara Fede 🙂

  19. Senza parole!
    Io anche sono testardissima…ma non so se avrei mollato… forse mi batti! Ed è una cosa che devo far sapere a mio marito! Perché mi dice sempre che devo smetterla di essere così testarda in cucina, se una cosa non viene non viene. Ecco, ora gli farò leggere il tuo post.
    Così avrò anche la scusa per fargli queste fettucce che mi sembrano proprio deliziose!!!

  20. Questo piatto ti ha fatto impazzire, ma direi che ne è valsa la pena!!! Devono essere splendide…magari qualche peperone riesco ancora a reperirlo al mercato… speriamo!
    Un abbraccio e buona giornata!

  21. Meriteresti un premio!!!! Complimenti:)
    In dispensa la farina di ceci non manca, ma mai avrei pensato di utilizzarla per preparare delle tagliatelle!!!!! Chapeau a te carissima Fede!!!!! Che tenerezza quella pentolina e che meraviglia il contenuto!!!
    Braviiiiissimaaaaa come sempre!!!
    Un bacione enorme e felice settimana!!!:)

  22. Che bell'idea questa!! Per dei piccoli problemi di salute in questo periodo sto mangiando senza glutine e queste tagliatelle le proverò senz'altro!!
    Buona settimana!

  23. Senti tesorino…ecco vedi???

    Tu mi dici sen"S"a glutine…ma potresti mica inventare un piatto così di tagliatelle sen"S"a calorie??? ;(

    Usssssignur…chiederei l'equo canone a casa tua, potrei licen"S"iare l'avvocato e mangiare a sbafo (senza pagare!)…sarebbe un affare, non so per me ma per me di sicuro… 😉

    Ce la puoi fare nei dedali delle tue ricettu"SSSSSSSSSSS"e???

    Sei il mio MITO…oppure il mio OTIM, come vuoi, sempre tale rimani …GRANDE dolce coccola…sei GRANDE!!! Complimenti…hai una mail tesoraaaaaaaaaaaaaaa! Kisssssss. 😉 IN MY HEART for ever!!! Smuack. NI

    • Tagliatelle sen"S"a calorie…questa mi sa che è davvero mission impossible! O forse no! No no no! Guarda un po' la padellina…guardala intensamente…immagina una bella forchettata che arriva alla bocca…vist? Piano piano finito tutto e…sennnnnnnnnnn"S"a calorie :)) SMACK

  24. Sei un piccolo grande genio dolce Fede! Ho imparato una cosa importantissima e utilissima leggendo il tuo post! Proverò a fare le tagliatelle con la farina di ceci! Io le avevo fatte usando quella di fagioli, ma senza denaturare le proteine!
    Proverò! Sicuramente! Di te mi fido al 1000%! sei un genietto!
    Ti abbraccio fortissimo!

    • Se non avessi denaturato la farina tesoro non ci sarei riuscita. Sembra un'assurdità e invece cambia davvero tutto. Non che siano venute come le tagliatelle glutinose no, un po' si sono rotte in cottura, ma diversamente non sarei neanche riuscita a tirarle. Vorrei riprovare tagliando un po' la farina di ceci con della farina di riso. Chissà se viene fuori qualocosa di gestibile. Un abbraccione

  25. Tempo fa ho provato anch'io a fare la pasta senza glutine col tuo identico risultato dei primi tentativi! Ma io ho messo insieme i pezzi finché ho potuto, un po' li ho mangiati, un po' sono finiti nelle scodelle dei cani e non ci mai più provato! Ora che però che vedo le tue strepitose tagliatelle, penso proprio che tu abbia trovato la ricetta giusta; mi sa che mi fiondo e ritento, magari sarò anch'io più fortunata?
    1 bacione
    Valeria

  26. Tutto è bene quel che finisce bene, e qui mi pare che le tue peripezie si siano concluse alla grande! Che bontà queste fettucce ai peperoni, sicuramente da provare l'impasto con la farina di ceci! 🙂
    bacioni cara!

  27. Te la sei cavata stupendamente amica mia!!! Sei stata ostinata fino alla fine e il risultato è stato più che eccellente…bravissima!!! Stavolta io invece non ce l' ho fatta, troppi impegni all' ultimo momento…ma il prossimo mese sarò di nuovo con voi!! Un bacio!

  28. Tenace e creativa..ti sono venute una delizia! A me per caso, ma per puro purissimo caso, hanno detto che lo xantano si può trovare in farmacia. Però vuoi mettere il sapore che avranno queste con la farina di ceci? Un bacio

    • E' possibile che si trovi in farmacia, anzi sicuramente sarà così. Il mio dubbio è che lo vendano in confezioni grandi e non saprei poi cosa farne considerato che si usa in quantità davvero minime.

  29. mamma fede e che hai preparato? questo è quel classico piatto che fa venire fame di primo piatto anche a ora di meranda! superlativi! foto fantastiche e preparazione impeccabile.. bravissima davvero hai fatto un capolavoro! un abbraccio tesoro:*

  30. oddio è troppo complicato per me, il roux di qua il ta zong dall'altra parte, non ce la faccio a starti dietro pulcinetta… però la padellina me la spazzolo per bene come l'ultima foto! un bacio e buona settimana bellezza mia! mony

  31. Federica, sei stata bravissima, caparbia e determinata a raggiungere il tuo obiettivo e anche magistralmente.

    Aver imparato tutte queste notizie sull'uso di farine diverse può sempre tornare utile.
    Io non riesco quasi a tirare le tagliatelle con la farina di semola, figurati cosa verrebbe fuori con questi mix…confermo e sottoscrivo ogni tua parola di ammirazione per le amiche blogger che si occupano di celiachia!!

    ciao loredana

  32. Bravissima Fede! il grande Fulvio Pierangelini, uno chef vero, fece delle magnifiche tagliatelle con la farina di ceci denaturata anni orsono, parlo del 2005 o giù di lì. Io non ho mai osato, ma tu sai volare alta. Complimenti e a rileggerti presto

  33. Abruzzese capadosta doc! Solo così potevi farcela! E come sempre alla grande mia pulcinotta! Il condimento è perfetto… con quel burro al cacao mi stuzzica… E vogliamo parlare della tua padella???? Mi ha letteralmente conquistato! Fare una scarpetta direttamente là dentro non ha eguali!!!! Bacione piccola e a presto!!!

    • Abruzzese e pure cancerina, vedi un po'!!! Mia mamma dice sempre che il Gran Sasso lo hanno forato ma io se punto il chiodo non lo smuovo, piuttosto crolla il muro :)) Quella padellina è stata amore a prima vista ad un mercatino dell'antiquariato. Sembra quella della bambole 🙂

  34. Una vera bontà! Peccato non possa mangiare i peperoni, altrimenti su quella casseruola mi sarei proprio lanciata.
    Mi piace molto anche l'uso della farina di ceci.
    Un bacio, buona settimana

  35. Voilà un plat de pâtes que j'aurai dévoré avec plaisir.
    Des pâtes à la farine de pois chiche : je n'en ai pas encore mangé et ça doit être délicieux.
    A bientôt

  36. Che odissea piccolo pulcino,io avrei mollato già da un pezzo,visto la pazienza che da sempre mi contraddistingue!Invece la tua capa tosta ha avuto la giusta rivalsa sulle tagliatelle,che sono ancora più apprezzate visto i tuoi"trascorsi"!Un bacino tesoruccio bello e grazie per la tua testardaggine!

  37. Ragazza se scappa qualcosa da te si ritrova sempre…ma dai non sapevo di questo sistema del forno per la lavorazione delle farine per i celiaci!!!!!!! Sono ancora a bocca aperta!!!!!!!! Insomma un problema grave …. una soluzione incredibile e davvero sorprendente…quanta pazienza e amore.. anche questo da te si trova sempre!!!!!!!!!!Complimenti Federica per la pasta, per il condimento saporito e per la tua tanta ma tanta bravura
    Un bacio e buona settimana

  38. Certo hai ragione, le rifatte sono da ammirare, ma tu??? Ti stimo sorella 😉 tantissimissimo!!! E io c
    he credevo d'esser cocciuta, dai tuoi racconti mi faresti nera ahahahahah! E anche se la signora, non si è scordata di te Fefè bella, sei stata davvero magnifica! La postilla a fine post poi, con tanto di spiegazione sulla denaturazione delle proteine leguminose, bè che dire, da menzione di merito e dignità di stampa… e detto da una biologa eh? Mica pizza e fichi!!!
    Complimentissimi sempre, per le foto, la ricetta, la determinazione e… TVB sorellina, un abbraccio stretto e un sorriso solo per te!
    Any

    P.S. E scusa la latitanza, sono super oncasinatissima, spero di farmi viva prestissimo! Bacio

  39. Stupenda la tua pasta ! mi intriga tantissimo poterla fare con la faria di ceci … complimenti, una pasta che desta mooolta curiosità e deve essere buonissima !!!! Buona giornata !!!

  40. Partiamo dalla fine: le informazioni aggiuntive alle tue ricette e ai tuoi post sono davvero preziose e a me piacciono proprio tanto, ne farei una nutrita raccolta da mettere via e usare all'occorrenza (anzi: mi sa proprio che lo faccio!). Poi: le tagliatelle di ceci con crema di peperoni mi sembrano davvero squisite, oltre che belle a vedersi (e l'immagine della padella spazzolata la dice molto lunga!!).
    Solo che all'inizio ho avuto dei piccoli sussulti….xantano…..thang zhong…oddio che so'??
    Devo recuperare note aggiuntive passate e studiarmi la questione, che tra l'altro, a sto punto, mi incuriosisce troppo!!
    Bravissima fede: per la testardaggine (che vince sempre), per il coraggio, per la bellissima ricetta, per tutto ciò che scrivi!
    ti abbraccio e mando tanti baci. Buona giornata!!

  41. Nooo tutte queste verdurine in una pasta come le tagliatelle:) da 10 e lode.. non posso non iniziare a seguirti (ma dove eri in tutto questo tempo?:)) passa da me se ti va:) ho fatto un gratin caramellato tutto originale.. ingrediente principale? zucca!!
    besos

  42. marunnina che spettacolo di pasta!
    che bello essere tornata e trovare questa meraviglia ad aspettarmmi. adoro la farina di ceci e l'idea di farci la pasta mi sembra geniale, la voglio! solo che qui non si trova. credi sia possibile ridurre in polvere ceci secchi allo stesso modo in cui si riduce a farina i chicchi di grano? ho da poco ordinato un aggeggino per fare la farina in casa e magari potrei risolvere cosi'…
    ma pure il burro di cacao? oh mammina e quello dove lo trovo? inspiring.

    • Io penso proprio di si, basta che la setacci bene un paio divolte dopo aver macinato i ceci e il gioco e' fatto 🙂 Controlla eventualmente sul manuale se va bene per i legumi, il mio as es. non gradisce il mais! Al posto del burro di cacao puoi usare tranquillamente un cucchiaio di olio 😉 Un bacione

  43. Fede, questa cosa della farina di ceci denaturata è fantastica!!! Non avevo idea che la soluzione fosse così semplice! Anche se non ho capito benissimo, le farine vanno messe in forno in un solo strato?

    • Si Serena, stendi le farine in uno strato abbastanza sottile sulla placca del forno e magari, di tanto in tanto, dai una leggera mescolata. Visto che ci vuole un po' di tempo, se lo fai ti conviene andare con una qt consistente, e conservare poi la farina denaturata in un barattolo ermetico 🙂

    • Grazie tesoro! Nel weekend mi riprometto di denaturare tutta la farina di ceci che ho, da quella via, per ottimizzare l'uso del forno, "confitto" anche l'uva, i fichi e la zucca!

  44. Federica sei una grande donna! Spero tu mi creda se ti dico che ho le lacrime agli occhi e sono ricoperta di pelle d'oca dalla nuca alle ginocchia. Sono davvero, davvero commossa per il tuo testardo tentativo di ottenere un ottimo risultato senza il glutine. E' quello che noi facciamo tutti i giorni e…vedi che la soddisfazione è maggiore di almeno 10 volte? Non tutti riescono a capire il perché della mia eccessiva gioia di alcuni giorni in cucina; ma ora tu puoi 🙂 Un bacione virtuale gluten free!

    • Lo capisco e lo capisco bene. Ti giuro che sono state le tagliatelle più buone che abbia mai mangiato, anche un po' spezzate 🙂 Grazie di cuore, ma credo di aver fatto solo quello che avrebbe fatto anche ciascuna di voi. E mi è servito toccare con mano quali sono le difficlotà che incontrate ogni giorno. Un abbraccio

  45. Tesoro, applauso alla tua bravura e alla tua tenacia, io avrei gettato la spugna di certo!

    ps. è rimasto nel mio post di ieri sul risotto alle castagne un tuo commento relativo a biscotti all'avocado,….forse c'è stato un errore di blogger??? ih ih ih

  46. Chi l'ha dura la vince e tu hai vinto alla grande. Mi piace molto questo abbinamento tra ceci e peperoni. Pur non amando i ceci li apprezzo molto negli impasti (sarò strana? mah!). Queste tagliatelle sono da provare davvero. Ma quel burro di cacao? Particolare 😀

  47. Ecco, noi le avremmo mangiate direttamente in padella, non le avremmo nemmeno impiattate! I tuoi abbinamenti sono sempre un trionfo e quanto alla farina di ceci, per noi è semplicemente meravigliosa per i primi.
    Bacioni da Sabrina&Luca

  48. Fede dev'essere stato difficile,io e la farina di ceci proprio non andiamo d'accordo,è un po' birichina..!Tu l'hai reinterpretata magnificamente,inoltre io amo mangiare senza glutine.
    Ciao carissima,buona serata :*

  49. sei una grande, federica, addirittura con le farine denaturate!
    per consolarti, ti dirò che non è colpa del tuo forno, ma un po' si rompono uguale… e infatti c'è chi consiglia di aggiungere comunque un po' di… xanthano! 😉
    a me comunque sembra che ti siano venute benissimo, bellissime e interissime, quindi ti faccio moltissimi ma davvero moltissimi complimenti. sei una grande!

  50. Accipicchia che ardua impresa!!! Ma a te piacciono le sfide, vero??? E si vede! Testa dura, tenacia e il risultato è arrivato!!! E' giusto così, io invece mi arrendo troppo facilmente! Dovrei prendere esempio da te! Si perchè quando la strada è in salita e si riesce a vincere, quella si che è soddisfazione!!!
    Infatti le tue tagliatelle hanno un aspetto davvero invitante!
    Brava Fede!

  51. Ok sapevo di non essere molto ferrata sull'argomento gluten-free ma leggere questo post e' stato come leggere un testo in arabo O_o
    Mamma mia era davvero una sfida difficilissima, ma come al solito te la sei cavata alla grandissima!!! Quella teglia di tagliatelle ha la faccia di essere di un buono ma leccarsi i baffi.

  52. un'idea davvero caria, e quanto mi piacciono queste foto, mi sembra di essere lì e di aver fatto pure la scarpetta nel piatto ma…è solo un sogno ahimè!!!!

  53. Miticaaaaaaaaaaaaaa Fedeeeeeeeee Grande grandissima!!troppo stupende queste tagliatelle!sapevo che avresti trovato il modo di fare qualcosa gluten free!!!segno tutto!!grazie per le citazioni!!^__^ baciiiiiiiiiii

  54. urca me ne sono dimenticata!!! che faticaccia che hai fatto! me lo dicevi ti inviavo un po' di farina di carrube 😀 beh alla fine hai vinto tu non avevo dubbi! missione compiuta, ottimo risultato cara! ciaoo

    • La farina di semi di carrube (quella di carrube è un sostituto del cacao!) l'ho comprata ma non ha funzionato. Devo aver padellato con le dosi, forse troppo basse. Ma magari riproverò più in là 🙂

  55. Uffi Fede, avevo lasciato il messaggio subito ieri ma vedo che non l'ha presi:( Purt l'iPhone e' comodissimo perché ti permette di collegarti da ovunque ma talvolta riserva questo scherzetti 🙁
    Tesoro sono io che STIMO TE e voi tutte di fatti e rifatti, e in genere, a voi bravissime che ci incimentate in queste meraviglie fatte in casa.. Sei stata non brava di più con il gluten free poi!
    Tu sei la tenacia in persona ^_^

  56. come sempre sei fantastica e non molli di certo dopo il primo fallimento.. brava!!! ho fatto una volta la pasta di ceci mescolandola a farina normale e la pasta era buona così tutta di ceci immagino che sapore delizioso.. bellissima la padellata!!! un abbraccio carissima

  57. che brava Federica! ho cucinato più volte per amici celiaci e so bene quanto può essere difficile riuscire a ottenere un risultato. Ma di certo tutto è "possible" 🙂

  58. Che ti incaponisci.. bhé .. sei fantastica: sei la Fede che ho imparato a conoscere e che non smetto mai di apprezzare 🙂
    Per il glutine.. divido (oddio parolona grossa) a volte i pasti con una mia amica celiaca e credimi, a volte più che mangiare dolci dobbiamo leccare le briciole dell'impasto che puntualmente non lega. Ma a noi va bene anche così 🙂
    bacione briciola

  59. GRAZIE a tutti e un GRAZIE enorme alle "Rifatte" è stato un appuntameto questo di ottobre che mi ha insegnato davvero tanto e che non dimenticheerò facilmente. Un abbraccio a tutti, buon proseguimento di settimana ^_^

  60. nel 2010 ho tenuto una rubrica con un capitolo apposito sul gluten free, che poi ho ripreso sul mio libro, e spiegavo appunto come denaturare le farina, sai che puoi farlo anche con la farina di piselli, fagioli, lenticchie e legumi in generale?
    Se vuoi qualche info in più passa pure a trovarmi ^^
    Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.