Pane alla segale a lievitazione naturale. B.P.

 Tutte le lettere dell’alfabeto
 hanno un suono vivace e lieto
tranne l’Acca che, come si sa,
 un suono proprio non ce l’ha.
Ci sono lettere importanti:
l’A che a tutte sta davanti,
del suo primato è molto orgogliosa
e porta sempre la Maglia rosa;
la Zeta, con cui si scrive «zero»,
 è più temuta dell’Uomo Nero.
Ci sono lettere buone e care
come la G del verbo giocare.
Certe lettere vanno in coppia,
e la T spesso si raddoppia…
Ma la coppia più speciale,
famosa su scala internazionale,
è quella che vedete qui:
una B. con una P.
B.P.… Che vuol dire? Pensateci un po’:
forse Buon Pranzo… forse Buon Pro…
Oppure… Buona Passeggiata?
Trovate da soli la … Bella Pensata.
 [B.P. – Gianni Rodari]
 
La sigla B.P. in testa fissata…
…una Bella Pensata da me l’ho trovata!
E con questo Bel Pane sapete che fo’?
Un ghiotto spuntino a pappar me ne vo’!

L’ultimo pane sfornato non aveva avuto destino felice, come la dolce produzione di un intero week end. Il vecchio forno, dopo scherzetti vari giocati qua e là, da qualche settimana ha deciso di lasciarmi definitivamente a piedi.
E il suo “canto del cigno” (poco canto e molto scempio!) ve lo avevo raccontato qui!
Ma per un forno che va, ce n’è uno che viene. Pensavate che potessi restare “digiuna” per molto? NO davvero!
Il nuovo arrivato è stato subito messo alla prova e quale ricetta migliore per testare la (tanto) sognata “funzione pizza” di un bel pane rustico e saporito a cui facevo la corte da tempo?
Ho sempre avuto un po’ di timore ad usare la farina di segale per i lievitati, soprattutto paura dell’effetto “mattone” tipico di certi pani del Nord Europa.
Ma questa ricetta, a naso, prometteva bene e il fiuto, ancora una volta, non mi ha tradita.
Sono rimasta sorpresa ed entusiasta del risultato, un pane rustico ma dalla mollica morbida e soffice quasi al pari di questa che è riuscito a tentare anche il “grande capo papy” senza troppe indagini inquisitorie!
O sarà forse stata la fetta di prosciutto ad operare il miracolo?!?!?!
Rimarrò in eterno con questo amletico dubbio ma una cosa è certa: il nuovo forno ha passato brillantemente la prova.
E il pane non ha visto l’alba del giorno dopo!

[ricetta liberamente adattata da “La pasta madre” di A.Scialdone]

Pane alla segale
Tempo di preparazione       30 minuti
Tempo di cottura              1 ora
Tempo passivo                 18 ore
Porzioni                           8-10 persone

Ingredienti per un filone da circa 700 gr
per il poolish
140 gr di licoli attivo, rinfrescato un paio di volte
100 gr di farina manitoba
100 gr di acqua
per l’impasto finale
tutto il poolish
250 gr di farina di segale integrale
250 gr di farina 0
80 gr di farina manitoba
275 gr di acqua
14 gr di sale

Procedimento
1. La sera prima mettere in “ammollo” in una ciotola la farina di segale versandovi sopra l’acqua (275 gr) a 50°C.
2. Mescolare bene, coprire con pellicola e lasciar riposare tutta la notte (10-12 ore) a temperatura ambiente.
3. Preparare anche il poolish sciogliendo in una ciotola licoli con l’acqua, aggiungendo la farina e mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo.
4. Coprire con pellicola e lasciar lievitare a temperatura ambiente fino a che sarà circa triplicato di volume e la superficie coperta di bolle. A me sono servite 6 ore scarse, regolarsi in base alla forza del proprio lievito.
5. Al mattino, trasferire il poolish nella ciotola dell’impastatrice (volendo, si può impastare anche a mano), aggiungere la farina 0 e la manitoba setacciate insieme e cominciare a mescolare. Aggiungere la farina di segale messa in ammollo la sera prima e quando sarà stata bel amalgamata se non ci saranno più striature bianche, unire il sale.
6. Lavorare energicamente l’impasto per circa 15 minuti, fino a che sarà liscio e omogeneo, formare una palla, coprire con pellicola e lasciar lievitare per 3 ore lontano da correnti d’aria.
7. Rovesciare l’impasto sulla spianatoia, sgonfiarlo, allargarlo delicatamente con le mani formando una specie di rettangolo e procedere con una serie di pieghe tipo 1. Coprire e lasciar riposare per un’ora.
8. Riprendere l’impasto e formare un filone grande (o 2 piccoli spezzando l’impasto in due), trasferirlo sulla placca foderata di carta forno e infarinata, coprire con pellicola e lasciar lievitare per altre 3 ore (a me sono servite 2 ore e mezza).
9. Trascorso il tempo di lievitazione praticare sulla superficie 3 tagli obliqui nel senso della lunghezza con una lametta e infornare a 250°C con vapore per i primi 10 minuti; abbassare la temperatura a 200°C e proseguire la cottura per altri 45-50 minuti (35-40 minuti se si è scelto di fare 2 filoni più piccoli).
10. Lasciar raffreddare completamente nel forno spento appoggiandolo in verticale contro la parete del forno stesso così da mantenere la crosta croccante.

Note
* Per rinfreschi del licoli ho fatto cosi:
I pseudo-rinfresco: 30 gr licoli + 20 gr farina manitoba + 20 gr acqua
II pseudo-rinfresco: I ps-rinfr. + 40 gr farina manitoba + 40 gr acqua
* Per la versione con lievito madre solido, preparare il poolish con 100 gr di LM rinfrescato + 100 gr farina manitoba + 135 gr di acqua e proseguire poi come da ricetta.

B.P. come Briciole Positive, quelle che voglio impegnarmi a raccogliere, giorno dopo giorno, anche se so che non sarà facile.
Scusate se sono sparita senza una parola nell’ultima settimana.
Non è stata una latitanza programmata ma ho sentito di doverla a me stessa. E probabilmente, causa di forza maggiore, continuerà ancora per un po’ .
Sono sicura che mi capirete!
E per tutto il calore e l’affetto che siete riusciti a farmi arrivare attraverso queste pagine, mail e messaggi…GRAZIE, infinitamente grazie con tutto il cuore.

Un abbraccio e Buon Pane a tutti ^_^

Salva

image_pdf

133 commenti

  1. buongiorno!!!!!!!!!!!!il profumo mi ha portato fin qui! quando si tratta di lievitati non capisco più niente!!^__^ un'altra ricetta da segnare, mi piace l'uso della farina di segale!!a presto!baci!

  2. Ho avuto pazienza e sono stata ricompensata con un pane di sì tanta bontà!! Non c'è niente da fare! Hai la manina magica per i lievitati! Ti vengono da Dio!!! Il prosciutto? Sicuramente ha dato un tocco in più per non far vedere l'alba del giorno dopo al tuo pane, ma avrebbe avuto lo stesso destino anche per una "scarpetta", una frittata (pensa che libidine) una bruschetta… e chi più ne ha, più ne metta!!! Bacione bimba… Vado a fare qualcosa altrimenti la pigrizia si impadronisce di me!!!
    P.s. Gianni Rodari… delizioso!!

    • E di una frittata CON la scarpetta che ne dici? Vado pazza per quella "affogata" nella salsa di pomodoro come me la faceva la nonna da piccina :D! Metto su la padella, a sbrigatiiiiiiiiiiiii!

  3. mannaggia Federicuc! avevo scritto con l'account del magazine! però tu vedi lo stesso il papiro che ti ho inviato nella mail vero perchè fa caldo perchè sò stanca e riscriverlo neanche me lo ricordo! Bella pasticciona però sì me lo ricordo che te lo avevo scritto per BP…meraviglia i tuoi pani come sempre! un abbraccio stretto, mony

  4. che bello sfornare il pane in casa! la mia pasta madre adesso va bene e mi da molte soddisfazioni, difficile resistere e non finire tutto subito… anche la segale mi piace, proverò la tua ricetta! ciao 🙂

  5. Non ci credo! L'ho acquistata ieri!!! Allora è destino, mi sa che provo il tuo pane squisitissimo! E stai tranquilla, cara Fede, prenditi tutto il tempo che ti serve: distenditi, trova del tempo per ristabilire il tuo umore, per te stessa.. insomma, tanto ti aspettiamo sai? Un bacio grande e forza.. forza… sto provando in questi giorni cosa vuol dire spremere la propria forza e credere nel suo potere.. anche se non per me stessa. Un bacio

  6. tesoro ci sei davvero mancata..
    ma siamo tutte liete per questo B.P. ^^
    Prenditi il tuo tempo.. se fa bene e ti rende felice
    noi ti aspetteremo sempre qui a braccia aperte ed a correre a leggere ogni tuo dolce post.
    ti abbraccio forte
    vaty

  7. Ciao Fede, felicissima di ritrovarti!!!!!!! 🙂
    Ho appena preparato un paté di ceci che sposerebbe magnificamente il tuo "bel pane"!!!
    Ecco un altro capolavoro da provare!!!!!!
    Un bacione enorme e.. Buon Pranzo!!!!!!!

  8. Fede, l'ho letta ad alta voce x il piccolo….MI Piace tanto!!!!
    Così come mi piace tanto il pane, bello a vedersi e di sicuro buono a mangiarsi e poi in quel canavaccio che fa molto "amarcord" mi piace ancora di più!!!!
    Kiss bella.

  9. Fede è un pane spettacolare!!! chissà che buono!Non so più come farti i complimenti, nei lievitati, e non solo in quelli, hai veramente una marcia in più!!! E Brava Pulcino ^_^

  10. Cara Federica fai cose meravigliose!! Io pure ho cambiato il forno l'anno scorso e ne ho preso uno con 13 funzioni tra cui quella pane e quella pizza
    ma sai che non raggiunge i 250 gradi ma solo i 170.. se voglio raggiungere i 250 gradi devo usare la funzione termoventilata o statica.. ma come potevo saperlo prima?? così alla fine non la uso mai questa funzione perchè il pane va sempre cotto a temperature superiori.. uffa!!
    Il tuo pane invece è perfetto!!

    • Sai che ci sono rimasta male quando ho visto che la funzione pizza è impostata su 170°C? Mi aspettavo che fosse a 250°C! Però posso "personalizzare" la temperatura e qui l'ho aumentata. Ma di fatto credo che comunque la userò poco anch'io 🙁

  11. le poesie di Gianni Rodari mi hanno sempre messo un non so che di spensieratezza e allegria, questa non l'avevo mai sentita.
    Non ho mai pensato di usare la funzione pizza per il pane, il fatto che si metta in moto anche la ventilazione mi ha sempre messo un po' di timore per la lievitazione e il risultato finale, ma devo dire che vedendo il tuo, ho sempre sbagliato a non provarci.
    B.P. = Buon Pomeriggio

    • La ventilazione non credo abbia effetto sulla lievitazione del pane. Quello che mi piace poco del programma predefinito è la temperatura, che mi sembra piuttosto "bassina". Per cuocere il pane io l'ho aumentata rispetto a quella impostata. Tutto sommato è andata bene ma penso che userò molto più spesso la modalità tradizionale.

  12. Il pane da sempre delle emozioni e quando è appena sfornato lascia di sicuro un profumo intenso per tutta la casa e sono sicura che questo tuo pane sia speciale tesoro come tutto quello che ci proponi..appena passato questo caldo infernale lo provo di sicuro!!Bacionissssssssssimi e tvbbb,Imma

  13. …Lo adoro il profumo del pane fatto in casa, riempie tutto di dolcezza, di familiarità… di nido!! Il tuo è fantastico (e non per il prosciutto, anche se "non guasta"!!)… Complimenti Fede! Bacioni grandi grandi. Deborah

  14. Bel Pulcino… Felicissima di sapere che qualche Briciola Positiva inizia ad arrivare… Certa che altre ne seguiranno!
    Ti lascio un abbraccio stretto strettissimo e speciale tutto per te! Questo pan di segale è un incanto Fefé e direi che del nuovo forno puoi fidarti ciecamente se sforna di queste meraviglie… Anche se ne son certa, il merito è sempre delle tue manine d'oro! Bei Pensieri quelli che ti auguro mio Bel Pulcino!!! TVB ^___^ bacini! Any

  15. ohhhhh..Fede,ecco le bollicine d'euforia che ti chiedevo nell'altro post..;))sono arrivate,insieme al nuovo forno!!e che pane meraviglioso hai sfornato^;*è sempre molto bello,rileggere Rodari..l'autore preferito dei miei figli..quand'erano alle elementari..e chissa' di quanti altri bimbi..mi sono appena avvicinata anch'io al poolish..ma non ho idea dei licoli…eheh..finora solo impasti diretti e lievito madre..goditi il relax,finche' mente e fisico,ne saranno sazi..:))noi,aspetteremo pazienti,nel'anticamera della tua cucina..^;*complimenti di cuore ed un bacione,cara ;0))

    • sì dai, non sono spumeggiante ma qualche leggero frizzico comincia ad arrivare. Accontentiamoci, che piano piano…andrà meglio 🙂
      Il licoli non è altro che il lievito madre in coltura liquida, ricalibrate le dosi di acqua e farina lo usi praticamente allo stesso modo 😉

  16. Meraviglioso Fede, meraviglioso! solo a vederlo è bellissimo, immagino la consistenza, il profumo, il profumo in cottura… per non parlare della poesia iniziale…non mi resta che dirti B uon P anino ^_^

  17. La filastrocca è bellissima!! E questo pane, con questa fetta di prosciutto ha un'aria proprio invitante! Direi che il nuovo forno funziona a merabiglia! Un bacio, a presto, Fede.

  18. Anche io mio forno, mi sta lasciando. Vedremo quanto gli manca.
    Io non sono un'esperta di lievitati, ma a vederlo viene voglia di prenderne una fetta.

  19. Ciao! in effetti il tuo panetto fatto con questo metodo è riuscito davvero molto bene! servito con del prosciutto fresco poi sembra ideale per queste cene improvvistate d'estate!
    bravissima!
    bacioni

  20. Ecco, nuova nuova a commentare il tuo bel blog finito tra i miei preferiti (già seguito ma poco scritto). Innanzitutto un commento su quel genio di RODARI, conosciuto fin dalla mia infanzia e giusto due anni fa alla quasi 'tenera' età di 40 anni mi sono comprata il libro che riunisce tutte le sue fatiche. Che bello leggerlo nuovamente dopo tanti anni.
    Per seconda cosa il tuo pane rustico pare uscito da un forno professionale e fa venire proprio voglia di mangiarne una fetta (senza prosciutto per me :-)) Ciaoooo

  21. inutile li stressiamo troppo sti forni pero'i risultati sono sempre ottimi!cmq per il pane aspetto di tornare a casa ormai.ciao…niente ferie tu?

  22. Mamma che aspetto incredibile!! Hai sfornato un pane a dir poco superbo!! Io a parte il lievito di birra non mi sono mai cimentata con altro, ma a guardare risultati come questo, mi sa che mi sto perdendo proprio tanto!! Baci, Valeria

  23. Ciao, il forno è stato testato alla grande e ha superato benissimo la prova…………che meraviglia di pagnotta, anche senza prosciutto non poteva vedere l'alba del giorno dopo!!!
    Baci

  24. cara Fede che bel rientro con questo post dedicato ad un argomento che io amo il pane..con la segale devo dire che non ho mai provato (uno dei motivi è la paura mattone che racconti tu) ma se la maestra ha ottenuto questo meraviglioso risultato è da mettere nella lista delle ricette da provare! complimenti.. anche per la splendida poesia di Rodari che ci hai regalato è sempre bello rispolverare vecchi amori di carta.. spero che tu stia meglio e il periodo no stia passando! un abbraccio grandissimo:*

    • Anche per me è stato il primo pane con la segale, ho sempre avuto un certo timore ad usarla per i lievitati ma è stato smentito alla grande. Credo che tanto sia stato dovuto anche all'ammollo della farina in acqua tiepida per una notte, la rende meglio lavorabile 🙂

  25. Prima di raggiungere risultati come questi con il nostro lievito madre cara Fede dovrà passare ancora tanto e tanto tempo.
    nel frattempo comunque mi consolo godendomi questi spettacoli di pane che sforni tu perchè sono davvero perfetti e così attraenti che pare di riuscire a sentirne il sapore e perfino il profumo.
    Essendo di segale poi questo qua mi piace ancora di più! Accompagnato al prosciutto non te ne dico, ma comunque anche da solo, senza companatico mi andrebbe benissimo!!
    Tanti bacioni bella e buonissima giornata

  26. Finalmente e' finito il tuo "sciopero"!!!! ma lo sai che mi mancavi?! davvero i tuoi post sono sempre fonte d'ispirazione:-) e ti sento anche piu' in forma! E si vede che con te anche il tuo pane e' in "forma" direi spettacolare. Non l'ho mai provato con la farina di segale ma se tu dici che si puo' allora si fa!
    un abbraccio carissima

  27. ero sparita per problemi tecnici e il profumi di buon pane…ma mi fermo anche io per un po..per tornare piu' freschi e piu' spensierati come prima se riusciremo nel nostro intento..bacioni e un forte fortissimo abbraccio

  28. A volte si sente il bisogno di prendersi del tempo per se stessi, per stare meglio, per ricaricarsi e tornare poi più sereni di prima. Io spero tanto che le pibbole briciole positive che raccoglierai ogni giorno ti aiuteranno a trovare presto un pò di serenità. Ma guarda che buon pane "mollicoso"che hai sfornato!! il collaudo del forno nuovo è riuscito benissimo direi 🙂 un bacione grande grande bel pulcino!

  29. Purtroppo la mia pasta madre è passata a miglior vita.
    Quindi questo bel pane posso solo sognarlo, per ora…
    Anche io condivido il tuo pensiero sulle briciole positive, anche se ultimamente mi sta andando tutto un pò storto…ma cerco di sorridere ugualmente. Credo che un pò di vacanza e di stacco facciano bene per aiutarci in questo obiettivo…per questo anche io sto staccando un pò la spina…
    Sento che devo farlo. Ho mille paure in questo periodo, devo lottare per vincerle. Scusa lo sfogo, ma so che ci capiamo. Ti abbraccio forte forte e ti auguro una buona estate.

    • Dai Simo, prova con il lievito di birra che va sempre bene. Usa 1gr di ldb per il poolish che fai fermentare per circa 4 ore. Nell'impasto finale porti a 150gr la farina manitoba e aggiungi 10-12gr di ldb sciolto in 70gr di acqua. Riduci il riposo dopo le pieghe a 30 minuti invece di un'ora e il gioco è fatto 😉
      Mi dispiace che anche per te sia un momento un po' grigio. Dai, teniamoci per mano e in due la strada sarà meno faticosa 😉 Ti abbraccio

  30. Ciao! Mi sono aggiunta ai lettori fissi, il tuo blog è molto bello e tu sei davvero molto brava 🙂 Da oggi ti seguo volentieri, a presto e complimenti! Se ti va passa da me, nel frattempo ti auguro una valanga di briciole positive 🙂 Un bacione 🙂

  31. La "gnuccaggine" (certo che il mio italiano è degno dell'Accademia della Crusca!) dei pani del Nord Europa è dovuta più che altro alla lavorazione. Anche io faccio spesso pane di segale e mi viene bello soffice.
    Sono contenta che tu sia nuovamente dotata di un bel forno smagliante! Mia figlia (altra fornodipendente) che si trova per uno stage di lavoro a Genova e dispone di un misero fornetto Tefal è praticamente disperata! :DDDDDD
    Ti auguro un buon weekend e tanti splendidi dolcetti nuovi!
    Bacione!

  32. Grazie per aver dato la versione anche con LM (non ho avuto ancora il coraggio di trasformare il mio in Licoli), così ti posso copiare questa meraviglia! Che brava che sei!!!!

    • Prova la conversione, il licoli è davvero comodissimo da gestire. Tieni una parte di pasta madre tal quale, e un'altra la porti in fase liquida. Io le ho tutte e due, non mi sono sentita di abbandonare il primo amore ^_^

  33. Bella pensata abbiamo avuto 😀 anche tu con il pane! e che pane! meraviglioso! vuol dire che ne vedremo delle belle con il nuovo forno! chissà cosa ci sfornerai la prossima volta 🙂 complimenti davvero! mai usata la farina di segale, proverò.. ciao cara!

  34. Bel Pane o Bella Pupa, va bene uguale! Buone vacanze pulcina. Cerca di rilassarti un po' e non pensare a nulla. Io parto domani. Ti abbraccio forte.

  35. Your rye bread is so crusty and perfect! I think rye is my favorite bread although it's hard to decide when you make such beautiful loaves! I missed you – hope you are well! oxox

  36. Pane stupendo 😀
    Che bello avere il forno nuovo!! Un giorno o l'altro dovrò decidermi anch'io 😉
    Dopo 20 anni di collaborazione…. piano piano mi sta lasciando 😉
    Buon riposo piccola, kiss!

    • Il mio vecchio forno di anni ne aveva 15, forse non era proprio da buttare via, magari sono stata un po' precipitosa nella decisione di cambiarlo ma negli ultimi tempi non era proprio affidabile. Come dire…a fortuna! E forse avevo anch'io bisogno di una ventata di novità!

  37. tesoro, mi racconti in privato di questo forno spettacolare?
    e poi volevo dirti ( e qui parte una presa in giro che mi merito tutta)che trovo tutti i tuoi aggiornamenti su google+, ma non riesco a leggerli…..
    si, lo so, sono stordita oltre che menomata….
    sto pane è na bellezza!
    baci baci

  38. I tuoi pani sono sempre uno spettacolo!! Io invece sono una negazione, ci provo ma il risultato finale è sempre inguardabile.
    Adesso poi che il mio licoli non dà più segni di vita, sarà ancora peggio. Sono due giorni che sto cercando di farlo tornare in vita, ma per adesso il caso è disperato… siamo quasi alla canna del gas! 🙂
    Ti volevo segnalare anche il nostro contest a base di piatti piccanti: http://www.nonsolopiccante.it/2012/08/09/contest-bruciore-2012/
    Se ti va di partecipare ci farebbe davvero molto piacere.
    Un abbraccio.

    • No dai, vedrai che se insisti si riprende! Male che va, qui trovi un suggerimento facile e veloce per un nuovo lievito frizzante in pochissimo tempo 😉
      Ultimamente sono un po' in astinenza da contest, sono con la fantasia in stand-by. Vedremo un po'…grazie comunque della segnalazione 🙂

  39. Ciao Federica ! In questi giorni mi hanno regalato del lievito madre e spero proprio cimentarmi in qualcosa di lievitato …. complimenti per il tuo pane fa venire voglia di mangiarlo !!! Una buona settimana e un abbraccino !

  40. Ahhhh, il forno nuovo! Ricordo ancora l'eccitazione d quando ho cambiato il vecchio fornetto con quello nuovo…mi si è davvero aperto un mondo, ora sono felicissima, tant'è che lo uso frequentemente anche con questo caldo estivo. 🙂
    Direi che il tuo ha superato ogni aspettativa: questo pane è assolutamente strepitoso, non so che darei per averne una bella fettona!
    Un bacione, GG

  41. Se fosse solo questione di cottura ti chiederei subito la marca del tuo forno nuovo, ma secondo me ci vuole molto di più per ottenere un pane perfetto come questo! E quel "molto di più" io non ce l'ho, perciò mi limito ad ammirare sto capolavoro e a rosicare 😀
    Buon Ferragosto, Federica 😉

  42. Sempre bello leggere Gianni Rodari e sempre bello leggere te e venire a scoprire cosa hai creato! Quella fetta di pane con il prosciutto parla da sè, a noi rimane solo l'acquolina in bocca!
    Baciotti da Sabrina&Luca

  43. e sai cosa ti dico? (B)rava (P)ulcino!!!!!
    una ricetta da copiare e conservare, tenerla cara nei quaderno, per averla pronta sempre anche senza accendere il PC… che spettacolo!
    Ho del licoli che spero di far rinvenire bene, nei prossimi giorni in cui ancora il caldo ci accompagnerà (perché il calore dell'ambiente aiuta molto vero?)
    buon proseguimento di vacanza :))) ed un bacio!

  44. Il tuo pane è davvero strepitoso! E diciamo che il nuovo forno ha davvero ottenuto un bel risultato, si è guadagnato un posto d onore…

    Anche io ho fatto una pausa dal blog, due settimane di latitanza, senza dirvi nulla, ma ho avuto bisogno di staccare…ma mi siete mancate cosi tanto, che oggi sto passando da tutte voi per salutarvi….vi voglio bene, ognuna di voi mi da tanto. Ed anche tu hai un posto speciale nel mio cuore! Non ci abbandonare!!

  45. Dev'essere ottimo, l'aspetto è bellissimo, poi il metodo poolish secondo me è il migliore!

    complimenti per il blog, l'ho scoperto da poco per caso ma ho già sbirciato altre tue ricette, tutte bellissime! brava! mi sono anche aggiunta ai lettori fissi 🙂
    da pochissimo ne ho uno anch'io, passa a visitarlo se ti va!
    a presto,
    Michela

  46. Cucù….lo so sono passati solo 3 giorni dal mio ultimo messaggio, ma quando sento amiche un po' in "crisi" mi spiace e vorrei abbracciare strette! Ci siamo sempre eh? Bacio bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.