Pane al grano saraceno a lievitazione naturale. Di ritornelli, di profumi e…

Roma, dove sei? Eri con me
Oggi prigione tu, prigioniera io
Roma, antica città
Ora vecchia realtà
Non ti accorgi di me e non sai che pena mi fai 
 Ma piove il cielo sulla città
Tu con il cuore nel fango 
 L’oro e l’argento, le sale da te
Paese che non ha più campanelli
Poi, dolce vita che te ne vai
Sul Lungotevere in festa
Concerto di viole e mondanità
Profumo tuo di vacanze romane 
 Roma bella, tu, le muse tue 
 Asfalto lucido, “Arrivederci Roma”
 Monetina e voilà 
C’è chi torna e chi va
La tua parte la fai, ma non sai che pena mi dai
Ma Greta Garbo di vanità
Tu con il cuore nel fango 
 L’oro e l’argento, le sale da te
Paese che non ha più campanelli
Poi, dolce vita che te ne vai
Sulle terrazze del Corso
“Vedova allegra”, máìtresse dei caffè
Profumo tuo di vacanze romane
 [Vacanze romane – A.Ruggero]

Sarà lo stress, sarà (come dice la Tinny) il neuronzolo disperso, saranno il caldo e la voglia di vacanze messi insieme ma sono tre giorni che mi sveglio con questa canzone fissa nella testa e non c’è verso di schiodarla! 
Certo, in confronto alla Mary accompagnata dal “Funkytarro” e da Io sono un porco, sono un balordo, faccio rime giù in città...meglio la voce paradisiaca di Antonella Ruggero. 
Non sarà una canzone all’ultimo grido ma all’ultimo acuto sicuramente lo è, anche se vi risparmio l’imitazione di Calimero! Le vostre orecchie sarebbero in serio pericolo ed io a rischio “risarcimento danni” !!! Non è il caso!
Ahimè però, il profumo di vacanze qui è ben lontano, anzi a dirla tutta non ho proprio la più pallida idea di quando arriverà. Le ferie qeust’anno sembrano un miraggio. E così, in barba a Scipione prima e Caronte poi continuo a godermi i profumi del forno perchè anche con 40 gradi all’ombra, a girare quella manopola, posso resistere solo se mi legano con una camicia di forza.
Poi da brava “mamma” dovrò pur mantenere in allenamento i fratelli Gino e Lino, mica posso lasciarli poltrire tutta la stagione col rischio che li assalga la pigrizia.
E quale miglior esercizio di un bel pane rustico e fragrante che inonda la cucina col suo profumo la mattina presto…mooooolto presto? 
Vi avevo detto che un lievito arzillo e birichino mi avevo giocato lo scherzetto mettendo l’accelerata e sballando la tabella di marcia. 
Beh, eccolo qua il frutto di quel “tiro mancino“! Che dite, glielo perdoniamo?

 [ricetta liberamente adattata da “La pasta madre” di A.Scialdone] 

Pane al grano saraceno e tè nero
Tempo di preparazione       30 minuti
Tempo di cottura                40 minuti
Tempo passivo                   7 ore
Porzioni                              4-6 persone

Ingredienti per 1 pagnotta da 600 gr circa
200 gr di farina di grano saraceno
125 gr di farina manitoba
150 gr di farina 0
40 gr di farina integrale
300 ml di tè nero preparato con 2 filtri
170 gr di LM rinfrescato un paio di volte
6 gr di miele
15 gr di burro
scorza grattugiata di un limone bio
12 gr di sale

Procedimento
1. Preparare il tè “a freddo” lasciando in infusione i due filtri per 3-4 ore in acqua a T ambiente.
2. Setacciare insieme le farine.
3. Sciogliere bene il LM nel tè appena intiepidito (in estate va bene lasciato a T ambiente), aggiungere il miele, il mix di farine, mescolare brevemente fino ad incorporarle del tutto, coprire e lasciar riposare una mezz’ora (autolisi).
4. Trascorso il riposo, aggiungere il sale e lavorare energicamente l’impasto per circa 15 minuti finché risulta liscio e omogeneo.
5. Aggiungere la noce di burro, la scorza grattugiata del limone e lavorare ancora in modo da far assorbire tutto perfettamente; formare una palla, coprire con pellicola e lasciar lievitare per 3 ore al riparo da correnti d’aria.
6. Riprendere l’impasto, sgonfiarlo delicatamente cercando di formare un rettangolo e dare un giro di pieghe tipo 1.
7. Coprire e lasciar riposare ancora un’ora.
8. Riprendere l’impasto, formare un filone (io ho preferito la pagnotta per inaugurare il mio cestino da lievitazione nuovo di zecca), metterlo in un cestino ovale rivestito da un canovaccio ben infarinato, coprire e lasciar lievitare per 3 ore (regolarsi in base alla forza del LM e alla temperatura; a me sono bastate 2 ore e poco più perché raddoppiasse).
9. Capovolgere il filone sulla placca rivestita di carta forno e infornare in forno statico con vapore a 250°C per i primi 10 minuti. Abbassare la temperatura a 200°C e proseguire la cottura per altri 30 minuti circa.
10.  Lasciar raffreddare nel forno spento con lo sportello appena socchiuso, appoggiato in verticale contro la parete se si vuole mantenere la crosta croccante.

Note
Per la versione con licoli, sostituire al LM 110 gr di licoli rinfrescato e attivo e aumentare a 185 gr la farina manitoba. Il resto degli ingredienti resta invariato come anche l’intero procedimento.

Perfetto a colazione accompagnato da un’ottima confettura come Apricot Wilkin&Sons di D&C.
Un bacio e buona settimana a tutti.

Salva

Salva

image_pdf

149 commenti

  1. Buona settimana anche a te cara Federica e non parliamo di ferie…io ci rinuncerò per il trasloco…intanto magari tengo anch'io in allenamento il mio lievito madre con questo meraviglioso pane
    Un bacione GRANDE e Complimenti

  2. EHHH dillo che sei invidiosa delle MIE canzoni…vuoi mettere quel bel ritornello sobrio ??? Dai..secondo me dobbiamo riunirci, noleggiare un autobus e andare in qualche centro di cura per persone con "neuroni impazziti"..si, è da fare..è assolutamente da fare 🙂 Ci verresti con me ?? Io canto il Funkytarro e tu vacanze romane 😀
    E questo pane ??? Semplicemente delizioso…e quella manina con la manicure impeccabile è la tua ?? :)) Mi hai fatto venire voglia di mettermi lo smalto..anche io porto le unghie corte come le tue 🙂
    Un bacio grande tesoro..

    • L'autobus l'ho già noleggiato. A che ora passiamo a prenderti? Ah…mi sono munita di cuffie per l'autista, si sa mai dovesse scaricarci prima del tempo a sentirci cantare :))
      E porto pure lo smalto, quello rosso ^.^

  3. Direi che un cambio programma può starci, se questo è il risultato!!!!Altro che perdonato!! perdonatissimo!!! 🙂
    Un pane da favola!!! Deliziosa colazione la tua, ma io un assaggio così lo farei a qualsiasi ora!!!!
    Un bacione grande e felice settimana!!! ^_^

  4. In attesa dellevacanze tesoro pasticciare da sempre delle soddisfazioni e tira su il morale…adesso che mi hai parlato di questa canzopne mi sa che non riuscirò a schiodarla dalla testa nemmeno io cosi come non potrò fare altro che immaginare il profumino di questo pane meraviglioso!!!!bacioni tesoro e tvbbbbbbbbbb,Imma

  5. L'incipit è davvero originale.. arrivare qui è sempre un piacere.. leggere versi e immergersi un pò nel tuo mondo.. oltre che ammirare le fantastiche creazioni che ci regali… Come sai amo i lievitati e il tuo pane al grano saraceno è come sempre all'altezza della situazione.. semplicemente perfetto! un abbraccio cara Fede e buon inizio settimana:*

  6. Il pane è troppo buono, con quella confettura di albicocche è una cosa irresistibile, dolce Fede! 🙂 Mi sa che mi metto a cantare anche io.. non dico niente ma stamattina vorrei scomparire… a quattro giorni dalla partenza ho un mal di gola folle: scommetto che con la fortuna che ho mi si alza anche la febbre!! 😀 Evviva l'ottimismo… un bacio grande grande! Felice inizio di settimana!! 🙂

  7. Speciale questo pane, Fede!!! Ma io proprio non riesco ad accendere il forno ultimamente… infatti sto accumulando ricettine e idee…. tra un pò, se inizio, non mi fermerò più!! ^__^
    Franci

  8. visto l'ottimo risultato e la bontà di questo pane "perdoniamolo" 🙂
    Anche io sto facendo il conto alla rovescia per le vacanze anche se manca ancora un pò prima che possa spiccare il volo!!! Ti auguro un buon inizio di settimana cara 🙂

  9. Che bella quella canzone.. io adoro la voce di Antonella Ruggero!!!!! Con questo pane m'hai fatto venire una voglia.. se le tempersture scendono un pò.. me lo faccio pure io!!!! smackk
    ps: le ferie quest'anno anche epr me sono un grande "?"

  10. Cara Federica eccomi anche da te, oggi ho incominciato a fare il giro nei blog di tutti gli amici e amiche.
    Vedo che come sempre continui a stuzzicare il mio appetito.
    Ciao e buona giornata cara amica, un abbraccio forte forte.
    Tomaso

  11. ma è del calimero più dolce del web quell'unghia rosso fuoco???;D mi dispiace che le ferie siano lontane, comunque questo pane rende certamente la colazione più grintosa, lo copio perchè adoro il grano saraceno!poi ti so dire…copiare da te mi fa paura, sei troppo brava! ps: adoro quella canzone, anche l'urlo finale…io sono una cantantessa, e quindi voto 10 più ad antonella ruggero! un bacio dolcezza!

  12. Caspita che pane meraviglioso!!! certo che li perdoniamo! adoro il grano saraceno e stavo pensando proprio di farlo, con un mix di farine integrali e non (farro o kamut).. purtoppo il mio licoli non è più tanto in forma, mi sa che l'abbandono in vista poi delle vacanze (dovrei trovare una pensione per licoli abbandonati!;-) ) userò il buon vecchio lievito di birra e proverò le tue pieghe! riguardo la canzone anche io non la conosco ma conosco la straordinaria voce di Antonella Ruggero, e ricordo bene alcune delle sue mitiche canzoni del passato quando cantava con i Matia Bazar…che meraviglia! un bacione e buona giornata!

  13. Mi aggiungo al commento di Mary, via coi neuroni impazziti.. Noleggiatelo grande il pullman :-)! Le ferie.. Mmm le attendo con smania e desiderio..
    Il pane avrà un profumo irresistibile.. A colazione è carica di energia pura e forte!! Baci cara

  14. Quella fette di pane e marmellata è cosi goduriosa che starei tutto il pomeriggio a guardarla….che meraviglia!!!

    ps. mi sa che qui siamo una banda di matte che ci sosteniamo a vicenda…la Mary è il mio idolo!!

  15. e perdoniamolo alla grande,se questi sono i risultati,Fede!!!!una meraviglia,questo pane,con questo mix di farine:))complimenti e bacioni,cara;0))

    p.s w Antonella Rugggero!!per quanto riguarda le vacanze..beh…lasciamo stare..;)

  16. Sulle ferie non ti dico niente perchè tanto lo sai già che ti capisco… Sul tuo pane invece dico che ha un aspetto favoloso,mi piace tantissimo il grano saraceno!!! me ne mandi una pagnotta? 🙂 Un abbraccione

  17. Dovrei riattivare il mio lievito, ma non credo di farcela…comunque complimenti a te per la costanza, per il risultato e per la resistenza!! 😉

    Il cestino da lievitazione mi piace proprio!!

    ciao loredana

  18. Hai sempre uno smalto belerrimo!
    Io non farò mai nè Gino nè Lino…tanto meno Pino! I miei panini integrali fatti l'altro giorno hanno la consistenza di una pallina da golf…potrei usarli contro qualche vicino spaccakogliones.
    Il mio neuronzolo non ha la capacità mnemonica di memorizzare alcuna canzoncina…si impegna tanto poverino, ma non ce la fa.

  19. Concordo con il commento precedente sullo smalto!
    Io e il lievito madre abbiamo chiuso la partita da tempo. Non andiamo d'accordo! ahahahah!
    Ma non per questo ho rinunciato a fare il pane! Ti dirò, in questo periodo faccio più volentieri pizze e focacce di più veloce cottura, ma un bel pane di grano saraceno, come il tuo…è solo rinviato! 😉
    Buona settimana!

  20. Direi proprio che per un pane così glielo possiamo perdonare! Per la canzone, poi, era ed e' ancora bellissima e in mente può restarci per bene…
    Peccato che le tue vacanze siano a data da destinarsi, un po' di tempo per ritemprarsi e' necessario…dirti di rilassarti con il tuo forno potrebbe sembrare un'eresia, visto la calura, ma credo che a te vada bene comunque!
    Io conto i giorni che mancano: l'ultimo giorno di lavoro e' il 28 luglio, poi ci si ripensa il 20 agosto…che sballo!
    Incrocio le dita perché non succeda nulla nel frattempo…
    Un grosso bacio ed una buona settimana, Mila

  21. Ammettilo….tu non sei vera.
    Ti svegli prestissimo e questo lo so perchè quando lo hai scritto tempo fa io son rimasta tipo a guardar la pagina con l'espressione di chi dice: Esiste davvero quell'orario?
    Fai il pane quando praticamente lo sfornano i fornai…e lo fai benissimo…e poi questo omaggio alle vacanze romane..ok io ci abito a Roma, ma anche per me fare la turista nelal mia città è favoloso, la sera, tra i suoi viottoli, la sua vita notturna, le fontane, i rampicanti sui muri delle vecchie case celati magari dietro una strada affollatissima…ah…che bello.

    Un abbraccio e buona settimana!

  22. Bellissimo pane, che dire…io ancora non ci credo che esiste qualcosa prima delle sei del mattino ma tu sei la prova del contrario e così quanto crei mentre il mondo pian piano si sveglia, o va a dormire a secondo di chi è…E poi Roma, sulle note di questa bellissima canzone, la Mia Roma, che persino io che ci abito amo visitare come una turista….bella…

    Un abbraccione!

  23. Fede che buono il tuo pane!!!!
    Nelle ultime mattine ci penso sempre ad una buona fetta di pane con marmellata ma la pigrizia di accendere il forno non la riesco a superare.
    Ma potrei sempre usare la MDP e soddisfo la voglia.
    Un kiss calimera.

  24. Ciao pulcinaaaaaaaaaaaaaaa ^__^ sorellina dolce come mi sei mancata!!!!
    Anche io stamattina sono rientrata panificando!!!
    Sorelle 😉 come sempre eh???
    Non vedevo l'ora di venirti a rileggere, a lasciarti un bacino fresco di frigo, un raggio di sole caldo per allietarti il pomeriggio e una coccola dolcissima per dirti che il mio bene per te, anche se in questi gg non ti ho più scritto, non si mica esaurito sai… anzi!
    TVB cuccuiola tanto tantissimo!!! Bacetti Any

    • hai visto tesorina che sintonia! Neanche l'avessi saputo che saresti tornata 🙂 Tutto bene le vacanze? Sono siura di sìsìsì, poi mi racconterai 😉 Ti porto una bella pagnotta rustica e mi prendo quelcuna delle tue fette biscottate e non. E' l'ora giusta per la colazione ^_^

  25. Anche con il caldo, anche io non mi faccio problemi ad accendere il forno.
    La forma e la consistenza del tuo pane mi piace molto. Buona settimana.

  26. ciao carissima :))
    dunque come già saprai, adoro questo tipo di pane con la marmellata poi è super :)))
    in merito alle vacanze romane devo ricordare da fan sfegatata dei matia bazar che il testo fu scritto dal bassista Aldo stellita, il quale scriveva tutti i testi dei brani del gruppo…un vero poeta che ci ha lasciati troppo presto :)) smack

  27. Fai bene a tenerti sempre in allenamento visto cosa riesci a sfornare!!! E poi questo ti aiuta a non pensare alla tue vacanze."Vacanze Romane" piace tanto anche a me.Buona giornata e complimenti per il pane.

  28. Ciao! noi invece con questo caldo ed afa abbiamo smesso di panificare, perchè con i lievitati proprio non riusciamo a mantenerli!
    che bel panetto rustico hai preparato! proprio il sapore integrale che piace anche a noi!
    un bacione

  29. ammazza se glielo perdoniamo! anzi intanto la tua attenzione mammifera nei confronti di Gino e Lino mi sembra degna di un manuale: La mamma perfetta! secondo poi su una fetta di quelle lì ci spalmerei subito sopra la mia marmellata preferita oppure anche lo speck con il lardo d'arnaud tanto a noi il caldo ci fa un baffo! evviva il forno… baci tesorin

  30. Ciao Fede, io appena vista la fetta ho pensato a philadelphia, fetta di salmone affumicato e un ciuffo di finocchietto sopra. Oppure filo di burro e marmellata di prugne…oppure…
    OK si capisce che ho fame vero? :DDD

    • Sister non mi parlare di finocchietto che m'accendo peggio di Caronte! M'ero comprata la pianta e non l'ho potuta usare una volta una! Piena zeppa di pidocchi m'è toccato tagliare tutto! Ora chissà se crescerà di nuovo :(!

  31. Tu & MARY (anzi M4RY), mi fate morire!!
    meglio la Ruggero ovvio rispetto al funky tarro :)))
    Bellissima questa canzone e fa venire tanta voglia di ferie (io sto facendo la conta, ancora 3 sett!)
    buonissimo questo pane con questa marmellata. Certo che sei davvero incredibile che accendi il forno anche con questo "leggero" caldo 😉
    UN BACIONE FEDE!!
    Vaty

  32. Tesorino certo che gli perdoniamo gli scherzetti che ci fanno i nostri "figliuoli " perché poi ci danno di quelle soddisfazioni come il tuo pane;)
    Allora siamo in due nel deserto… Anche io le ferie le vedo come un miraggio!!!!!
    Un bacione

  33. Io AAAAAAAAAMO i tuoi lievitati ^_^ Che ce devo fà…..(alla romana:))questo pane mi ingolosisce da matti perchè poi ha in piu la farina di grano saraceno (che dalle mie parti si sua molto!), i tuoi bebè si comportano proooprio bene, brava mammina :DDDDDDDD
    Un grande abbraccio e….chissà se mai andremo in ferie!!!!!

  34. Che brava la Federica che anche con queste temperature riesce a sfornare un pane da far invidia al miglior panettiere!!! 🙂
    Pure a me capitano le canzoni che per giorni risuonano in testa, una volta era una canzone di Emma Marrone e non ne potevo più!
    buona settimana 🙂

  35. Sarà anche una canzone d'annata ma che classe quella voce e quel testo…
    Il tuo pane ha l'aria di essere perfetto con qualsiasi accompagnamento! a presto cara Fede

  36. Com'è bello questo pane.I dolci mi piacciono ma senza pane non saprei vivere e chissà che profumo,avrai avuto un caldo pazzesco in cucina ma il profumo sarà stato senz'altro unico!
    Un abbraccio.

    • Io il pane (quello del panificio) lo mangio pochissimo, posso anche non accorgermi della sua mancanza a tavola. Ma il piacere che mi dà sentire il suo profumo che si diffonde per casa e sfornare una pagnotta non ha eguali ^_^

  37. E' stupendo questo pane, rustico e profumato come piace a me, magari quando rinfresca proverò a farlo… bella canzone "vacanze romane" 🙂
    Un bacione bella bimba!

  38. vorrei davvero prendere lezioni di panificazione da te.. assieme a gino e lino sicuramente mi insegneresti un sacco di trucchetti.. io ho veramente poca conoscenza in questo campo e i tuoi pani mi stupiscono ogni volta!! una cosa.. ma se stai lontana dai tuoi "bambini" per un po.. tipo se vai in vacanza, come fai coi rinfreschi?? un grosso bacione tesoro

    • Sai che ci pensavo l'altro giorno ipotizzando di tornare una settimana dai miei? Licoli non dà grossi problemi perchè può restarsene in frigo senza rinfresche anche per un mese. La PM invece qualche pensiero in più lo crea. Fino a una settimana in frigo regge (anche se di solito preferisco non lasciarla così a lungo senza rinfreschi). Poi basterebbe una serie di rinfreschi consecutivi per farla tornare come nuova. Ma in verità stavo pensando di portarmi dietro il barattolo, come se fosse un figliolo davvero!
      Alternativa per periodi più lunghi di assenza sarebbe seccarne un po' oppure congelarla, anche se nel secondo caso non mi fido molto, i pareri sono contrastanti.
      Sarebbe troppo bello se ci fossero anche qui panifici con servizio di "hotel" per PM come in Svezia!

    • non ci credo… in Svezia ci sono hotel con servizio per PM??? ma tu pensa, io il mio l'ho fatto schiattare ma lo vorrei rifare però a sto punto dopo le ferie così son tranquilla!!! al limite ti interpellerò per qualche info.. comunque per congelarlo penso non ci siano problemi, ad un corso di panificazione l'insegnante, titolare di un famoso forno e presidente del club arti e mestieri, ha detto che lui al suo forno ne ha di congelato!! per ora ti saluto, poi mi darai lezioni… ;-)))) un bacione

    • Giuro che è vero, l'ho scoperto qui e sono rimasta a bocca aperta! Gli svedesi sono troppo avanti 🙂 Sul congelare la PM ci sono pareri assai discordi, può andare bene come può succedere che allo scongelamento non si riprenda. Io sinceramente non mi fido fino in fondo. Baciotti

  39. Non mi sono mai cimentata col lievito madre… sarà la pigrizia, ma mi sembra sempre alquanto complicatuccio! Però ogni volta che vedo una ricetta buona come questa mi convinco sempre più che varrebbe la pena provare! 1 bacio, Valeria

  40. Certo che lo perdoniamo, il risultato è favoloso! Comunque, anch'io quando canto sono terribile, che dici se formiamo un duetto, in due riusciamo a fare una discreta canzone?
    Un bacio, buona settimana

  41. Un vero pane di tradizione nordica…..ti e` venuto perfetto…io spesso uso l'autolisi per avere belle bolle ma vedo che ti sono venute anche con l'impasto normale!
    quasi quasi vengo a colazione da te stamattina!
    farncesca

  42. Grazie a tutti ragazzi, si è emozionato anche Gino per l'apprezamento al suo operato 🙂 Allora epr stavolta lo perdono, anche se ci ho fatto nottata! Un bacione a tutti e se qualcuno vuol farmi compagnia per la colazione…son qui che vi aspetto ^_^

  43. Aspetto favoloso!! Stavolta passo, purtroppo non ho il LM e non mi piace il grano saraceno, ma l'ultima foto mi fa quasi cambiare idea…brava Fede! :))

  44. Quest'estate mi sono messa in testa di provare a fare il lievito madre, e quale miglior ricetta che quella che ci hai presentato tu?? Mi sembra già di sentirne l'odore sprigionarsi dal forno…anche perchè sono come te, anche con 40°C, non rinuncio al piacere di cuocere nel mio adorato forno marroncino… 🙂
    Un bacione, GG

  45. Mi stavo perdendo la notizia del cestino da lievitazione… Che invidia!!!
    Mi piace molto e devo cercarlo assolutamente 😀
    Buono il pane con tutte queste gustosissime farine.
    Baci carissima

  46. Ah, che buono questo pane Federica!! bella la canzone della Ruggero .. e a proposito di Articolo 31 : mi sono ritrovata ad ascoltare "gigugin" proprio l'altro giorno! quanti ricordi 🙂 e come passa il tempo 🙁

  47. Adoro questa canzone…anche le mie vacanze sono lontane, ahimè ormai trascorse ^_-

    Il pane è una favola…mi segno la ricetta, ma chissà se riuscirò mai a provarla, ho anche il ken ko 🙁
    bravissima, un bacione

  48. What a beautiful loaf of buckwheat bread! So delicious! I can't even buy a bread that looks as good as this. You have superb bread baking skills! oxox

  49. Eccola Roma è qua e risponde… seppur in ritardo! La canzone di apertura l'adoro! Ma il pane con il saraceno… quello sì che mi attizza!! (A proposito… riconosco quella manina!!) Hahaha! Bimba… dove lo hai comprato? Mi dai l'indirizzo del fornaio? Sei praticamente perfetta, nonostante tutti gli inconvenienti che conosciamo bene! Non ti ferma proprio niente e nessuno? Per farlo… bisognerebbe davvero regalarti un paio di manette!
    P.S. I miei complimenti anche ai fratellini!!

    • Coi fornai bella gioia qui caschi proprio male.Vabbè che di pane ne amngio poco ma dopo vent'anni non risucire ancora a trovare un panificio decente…ce ne vuole! Io dico che sarei capace di inventarmi qualcosa anche con le manette :))

  50. Ammazza se glielo perdoniamo! Essendo questo il risultato di tanto ardire da parte del piccoletto, direi che è stata una vera fortuna!
    Quanto mi piacerebbe affondare i denti su quella fetta coperta di marmellata. Anzi sai che ti dico cara fede? che venerdì è giorno di rinfresco del nostro shrek (ma ci pensa il mio 3/4). Dunque ora copio bene bene la tua ricetta e gliela mando via mail che così forse domenica mattina avrò anche io il mio bel pane da gustare.
    E ti penserò!!
    Bacioni bella, anche io tanta voglia (bisogno!) di ferie, dai stringiamo i denti!
    Buona giornata e complimenti per lo smalto color lampone che mi piace tantissimo pure quello!!!

  51. Che spettacolo questo pane mia cara!! Davvero una lievitazione perfetta e fai benissimo a non tenere a riposo le tue creaturine!! A settembre voglio proprio buttarmi anche io in quest' avventura e vediamo che cosa ne tiro fuori!! Anche io ancora devo aspettare per andare in vacanza e mi sto letteralmente trascinando giorno per giorno!! Un bacio grande grande!!

  52. mai provato ma mi hai dato un'ottimo spunto per farlo…oddio! Mi sono dimenticata di rinfrescare il mio lievito madreeeeeeeeeeeeeeeeeeee (meno male che me lo hai ricordato tu!!) Un abbraccio SILVIA

  53. Brava Fede, continua così! Il forno di casa non si tiene mai spento: è peccato mortale!
    Stringi i denti e resisti ancora un po'… arriveranno queste ferie, arriveranno.
    Baci baci

  54. Ciao Calimera…quella canzone piace tanto anche a me, mi ricorda tante cose e mi mette anche un po' di malinconia. Il tormentone di questo periodo invece, per me è Giorgia, che si butta giù e su e la mattina quando passa alla radio della macchina, sai le risate quelli che mi vedono cantare a squarciagola dentro l'abitacolo? Lasciamo perdere. Pane meraviglioso. Considerando che io adoro quello di segale, immagino che questo sia ancora più buono.Resta bello umido per giorni? Guarda che ci dobbiamo vedere che ho fatto la marmellata di albicocche e mi è venuta fantastica…te la devo fare assaggiare.
    PS Ho appena lanciato il mio primo Contest…vuoi giocare con e me? Pat http://andantecongusto.blogspot.it/2012/07/tempo-di-contest-cinegustologiala.html

    • ahahahah è vero, la sento anch'io tutte le mattine in macchina alla radio ma all'ora in cui esco di casa sono ancora troppo rinco per mettermi a cantare :)) L'ascolto quasi in trance!
      Mi credi se ti dico che non lo so per quato tempo resta umido? L'abbiamo praticamente finito in una sera e il po' che è avanzato l'ho messo a fette in freezer :(!

  55. Certo che lo perdoniamo!!!! Fede questo pane e' meraviglioso, vorrei davvero averlo in casa e senza dubbio la colazione di domani avrebbe una marcia in piu' 🙂 Un abbraccio!
    Bella la conzone!!

  56. che brava che sei… io non to accendendo più di tanto forno e fornelli… troppo caldo… lo soffro troppo! non vedo l'ora che arrivi un pò di fresco… per la serie: non sono mai contenta!

  57. sono "lievito madre" dipendente… quindi il mio "Arturo" (così si chiama il mio lievito!) proverà questa ricetta……ed anche io penso intensamente alle ferie…se si faranno 🙁

  58. è vero, quando ti si mette una canzone in testa è…..veramente martellante!!!
    anche l'idea di fare il pane arriva prepotente,io rallento perchè devo accendere il forno a legna ma…quando vedo queste belle pagnotte!!….nn resisto!!
    baci

  59. bellissima questa canzone! eh no..il lievito nn può essere trascurato! ..come ho fatto io 😀 è morto.. eh si.. ma sai ke sono tremenda.. in vacanza ho fatto la pm!! ma come se po' fa! 2 volte eh! la prima volta il troppo caldo me lo ha ammazzato dopo 4 giorni era bellissimo!poi rifatto.. e l'ho anche regalato! e per di più me lo sono portata dietro nuovo di zecca! ah.. e ho fatto 3 volte il pane! 😀 oltre ai panini e due torte eh! insomma lontano dal forno nn ci so stare nemmeno io! nonostante i 42 gradi che ha toccato la Sardegna! grande eh?! p.s. adoro questo pane adoro la farina di grano saraceno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.