Ciambella da colazione. Profumo di ricordi per la cometa pasticciona


Era un’infinità di tempo che non gustavo più una fetta del mitico ciambellone protagonista di tante colazioni e merende da bambina!
Da piccola, ogni volta che sfornava il suo meraviglioso ciambellone, la mia mamma aveva un bel da fare a trattenermi dal mangiarlo tiepido, quasi bollente, perché adoravo quella crosticina croccante in superficie; e poi il profumino di limone e le fette tiepide soffici soffici: mhhhhhhh, che meraviglia, sembravano fette di nuvole e il massimo era spalmarle abbondantemente di Nutella, con cui inesorabilmente finivo per impiastricciarmi tutti i denti e farmi spuntare anche un bel paio di “baffi”!
Poi si cresce (si cresce?!?!?), le merende diventano meno coccolose, alcune abitudini vengono superate e lasciano spazio a delle nuove, ma certe ricette ti restano nel cuore legate ad un insieme di dolci ricordi, come questa. Eppure, sembra un controsenso, ma spesso dimentico le cose più semplici e “saporite”.
Se poi ci aggiungete che questa ciambella è sempre stata per me una specie di tabù, ogni volta una lotta all’ultima lievitazione, all’ultima forma (per la serie la mia sembra una specie di “scrippella” col buco tutta stortignaccola mentre quella di mamma esplode dallo stampo, gonfia e cicciottosa…boh! sarò negata!!!!) va da sè che la ricetta se ne resta ben chiusa per mesi e mesi nel cassetto prima di essere tirata fuori per la “Mission Impossible” di turno.
Lo scorso week end ho avuto con me la mamy, avevo voglia di coccole perchè pur essendo ormai anagraficamente “grande”  rimango pur sempre “mentalmente piccola” e tra una chiacchiera e l’altra, che pasticcio che non pasticcio per la colazione…’spetta un po’ che lo so io!!!

“mamy…giacchè sei quiiiiiiiiiiiiii ^__^!
Perchè non mi aiuti a fare la ciambella?
Sai, quella che a te viene una bomba e a me una scrippella!”

Detto fatto, ciotola e frullino alla mano, tornata per un pomeriggio bambina sotto gli occhi vigili e attenti di mamma Gina, ho preparato la mia-nostra scrippella-ciambella. E’ stato bello rivivere insieme le stesse emozioni di tanti anni fa, sporcarsi naso e capelli di farina, “devastare” la cucina come se si fosse preparata una torta di nozze a 7 piani e mettere poi a posto insieme ridendo e scherzando come allora.
Non ho figli ma se li avessi cercherei di coinvolgerli e di trasmettere loro l’amore per la cucina come la mia mamma ha fatto con me e forse questa ciambella sarebbe la prima ricetta che cercherei di insegnare loro, la prima che ho imparato…ehmmm…cercato di imparare…io, proprio per la facilità di esecuzione che la rende di sicuro a portata di bambino: una ciotola, un mixer, 5 minuti di tempo e via in forno.
Chissà se piacerà anche a voi come piaceva a me, e se piacerà anche alle piccole stelle della COMETA PASTICCIONA!
Perchè è proprio a questa bella e importante iniziativa di Mara e Albertone che voglio dedicare la mia ricetta del cuore.
Lo scopo è quello di raccogliere in un libro ricette facili e divertenti, a “portata” di bambino, per poi pubblicare le più originali in un ricettario dal titolo “LA COMETA PASTICCIONA” e raccogliere fondi che saranno devoluti all’associazione Cometa A.S.M.M.E. per lo studio delle malattie metaboliche ereditarie, gravi malattie che colpiscono i bambini generalmente nei primi anni di vita e che, se non diagnosticate in tempo, causano gravi handicap fisici e mentali, determinando spesso anche la morte precoce.
Per ulteriori dettagli sull’iniziativa, vi rimando direttamente al sito de “La Cometa Pasticciona” mentre ora vi lascio al…

 

 

Ciambella da colazione di mamma gina
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Per uno stampo da 22 cm
Author:
Recipe type: Torte
Serves: 8-10
Ingredienti
  • 280 gr di farina 00
  • 3 uova
  • 170 gr di zucchero (io ne metto 150 gr)
  • 120 ml di latte
  • 100 ml di olio di semi (sono 90 gr)
  • 1 limone non trattato
  • 1 bustina di lievito
  • sale
Procedimento
  1. In una ciotola capiente setacciare insieme la farina con il lievito, aggiungere lo zucchero, la scorza grattata del limone, un pizzico di sale e dare una leggera mescolata.
  2. In una seconda ciotola sbattere le uova con una forchetta insieme all'olio e al latte a temperatura ambiente.
  3. Trasferire nella ciotola con gli ingredienti solidi.
  4. Mescolare prima con un cucchiaio di legno e poi sbattere con le fruste elettriche a bassa velocità il minimo necessario a rendere l'impasto omogeneo e privo di grumi.
  5. Trasferire il composto in uno stampo a ciambella imburrato e infarinato.
  6. Cospargere la superficie con dello zucchero semolato (che in cottura formerà una croccante crosticina) e cuocere in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti (fare la prova stecchino).
  7. Sformare e lasciar raffreddare su una gratella prima di tagliare...se ci riuscite!
Note
Quasi certamente vi sembrerà strano mischiare subito insieme tutti gli ingredienti, come un bel minestrone, ma sta proprio qui il segreto per la perfetta riuscita della ricetta. Ho provato infatti anche ad impastare la ciambella nel modo "classico" montando a lungo le uova con lo zucchero e aggiungendo poi pian piano il resto, unendo la farina setacciata poco alla volta, mescolandola con il cucchiaio di legno per non smontare il tutto: vi assicuro che ho impiegato il triplo del tempo e la ciambella è cresciuta poco più della metà!

 

Se vi state chiedendo perchè manca la foto della ciambella intera…vi lascio immaginare cosa le è successo all’uscita dal forno!
A mia discolpa posso dire che non sono stata l’unica “piccola” a metterci mano!!!
Prima di salutarvi volevo rigraziarvi tutti, siete arrivati a quota 300 e quasi non ci credo. Quando me ne sono accorta credevo di aver sbagliato blog o di essere in preda alle allucinazioni!!!
GRAZIE per dedicarmi ogni giorno un po’ del vostro tempo: una visita, un saluto, un commento ogni volta mi riempiono di immensa gioia perchè siete diventati pian piano la mia seconda famiglia e la vostra compagnia è davvero preziosa.
E ora, con una piccola magia vi auguro uno splendido week end ^_^

Approfitto di questa ricetta a cui sono davvero legata col cuore per partecipare anche alla bella raccolta di Giulia “Madeleines Mon Amour“.

Un abbraccio a tutti, alla prossima…

 
image_pdf

67 commenti

  1. I LOVE MAMY!!!I LOVE CIAMBELLA!!!Fede che bello questo post..mi hai fatta tornare indietro a quando da piccolina aiutav la nonna afare la ciambella bicolore che sarebbe poi stata la mia merenda.In realtà la mia mansione principale era quella di pulire con le dita l'impasto dal robot di cucina, mamma che bontà, mi sembra di essere nella sua cucina con il musetto sporco .. voglio tornare piccola 🙁
    La tua ciambella anche se non si vede intera mi sa che anche se non ti è venuta perfetta, ti è venuta proprio bene..soffice e profumata, è perfetta!!!Brava e buon week end.Mille baci <3

  2. Ahhhhh ne voglio una fetta pure io spalmata di nutella!! Invece mia mamma ricordo me ne faceva smepre uno altissimo ma con lo yogurt di banana che mi spazzolavo in un nano secondo!! ste mamme.. bacioni e buon w.e. .-)

  3. Brava Federica, il tuo post mi è piaciuto perchè credo che il ciambellone sia una di quelle torte che legano molti di noi all'infanzia e quindi ai ricordi. Brava…
    e buon week-end

  4. il mitico ciambellone!!!non ha eta' nel il ciambellone ne chi lo divora,perche' mi sa che a stento sei riuscita a fotografarlo prima di essere divorato da tutti…chissa' comu fu!!!ahahahaha bacioni cara e buon week end

  5. Ciao Fede è da un po che non passo, purtroppo ho il pc in rianimazione… Quanto hai ragione ci sono certi profumi che ci fanno tornare indietro nel tempo, portando alla mente tanti ricordi, mi succede sempre con la torta di mele della mamma, che è il primo dolce in assoluto che ho preparato…
    Mi annoto la ricetta del ciambellone , in settimana ho ospiti e sicuramente gradiranno una colazione genuina! Ciao cara buon fine settimana , baci Manu.

  6. Grazie a te Federica per averci regalato ancora una volta i tuoi ricordi e le tue emozioni. Questo post è molto bello, complimenti a te e alla mamma, la cometa pasticciona gradirà sicuramente la tua ciambella! Un grosso bacio.

  7. Mi sa che il tuo super ciambellone e coem la torta di mele che mi faceva mamma!:)
    se avrò figli sicuramente vorrò trasmettere quell'amore per la cucina di cui parli tu! 🙂
    bacissimi…e sicuramente rifarò questa ciambella presto!!!

  8. Emozionante.. essere qui a leggere e a rivivere assieme ad un tuo prezioso ricordo la creazione di questa bellissima e profumata ciambella! O le briciole…Un abbraccio sei speciale

  9. Mi hai fatto tornare indietro col tempo!!Quando guardavo rapita mia madre che cucinava, tagliava, mescolava, e io sempre intorno…finchè son cresciuta ed ora quando faccio qualche dolcetto le porto sempre un pezzetto, perchè lei di cucinare non vol più sentir parlare! Ma chissà spero di riuscire a convincerla a cucinare ancora qualcosina assieme a me per la cometa pasticciona!!
    Ciao ti auguro buon w.e. sono Gabry dal http://ilricettariodicasagabri.blogspot.com/passa a trovarmi mi farebbe molto piacere

  10. Che tenerezza! In effetti i dolci della mamma son sempre i migliori e irriproducibili… giustamente "idealizzati" dalle figlie ormai cresciute. Per me e' la stessa cosa per i dolci di Natale… ho una venerazione nei confronti di quella ricetta e quando mia sorella cerca di riprodurla le dico "ma sei sicura??!"
    Che buffo ora che ci penso 🙂
    Bella e sicuramente buona la tua cara ciambella!
    Buon w.e.

  11. che bello questo post!!
    con tutta la passione che ho io pensa che non ho mai impastato con mia mamma…ma con mia figlia si mi diverto…ieri le ho fatto tirare la pasta x al pizza…oggi ha tagliato gnocchi e passati nel rigagnocchi!

    mi sembra di capire che il procedimento è quello dei muffin…più veloce di così! ci mette più tempo il mio forno ad andare in temperatura che ad amalgamare tutti gli ingredienti!!ottima… piace sempre a tutti!!!
    un abbraccio!

  12. Un post pieno di emoziono,sentimenti e affetto..pieno di ricordi che sono sicura non svaniranno mai…grazie a te per il bellissimo post.

    ottima la ciambella…il profumo si sente fino qua.

    bacioni e buon fine settimana

  13. Fantastico questo post, l'ho letto tutto d'un fiato ed ho condiviso le tue sensazioni. La ciambella è molto invitante e le foto, in particolare l'ultima, sono a dir poco eccezzionali!!
    Un abbraccio, buon fine settimana Daniela.

  14. hihihi non so perchè ma i cavalli di battaglia delle mamme non vengono mai uguali a noi figliolette 😉 mia mamma non ha la passione per i dolci ma per la pasta fatta a mano, normale, ripiean, al forno e chi più ne ha più ne metta è un drago!!! è pazzesco vederla fare la sfoglia!!! e quando sono a casa da lei mi piace tantissimo aiutarla anche solo per chiudere i tortelli…hai proprio ragione, è come tornare bambini.

    Dalla foto sembra assolutamente deliziosa, mi sembra di sentire da qua il profumino 😉 il procedimento sembra simile a quello dei muffin.

    Un bacione e buon fine settimana. Tu ci sei la prossima o vai in vacanza?

    PS: la foto è MERAVIGLIOSAAAAAAA!!! si vede che l'ispirazione ti è venuta dal cuore e mentre la fotografavi pensavi alla tua mamy 😉

  15. tesò mi hai fatto vivere una grande emozione con questo tuo post e sai il ciambellone era il dolce che preparavo sempre con mia nonna e anche a lei veniva super mentre ancora adesso io vivo un conflitto con loro:D….questo è il plus ulta di tutte le colazioni il dolce con la d maiuscola quelli che tutti almeno una volta nella vita devono provare e assaggiare sopratutto perche deve essere deliziosamente buono!!bacioni grandi tesoro….gia mi manchiiiiiiiiiiiii!!!!!imma

  16. Mentre leggevo mi rivedevo in cucina con mia figlia (ha vent'anni, si chiama Marika ed ora è al mare e mi manca un casotto)a preparare la "crostata alla crema di ricotta con gocce di cioccolato", che è la sua preferita per cui ogni tanto mi tocca fargliela… 🙂 E' proprio come dici tu: la cucina che sembra un campo di battaglia, chiacchiere, risate… e una leccata ai cucchiai sporchi di impasto, da vere golose patentate! Mi hai fatto sorridere ed emozionare, tesoro! Grazie 😉

  17. Un post delicato e dolcissimo… in tutti i sensi! Il tuo ciambellone, oltre ad essere delizioso, ha un aspetto invitante e… rassicurante!
    Rassicurante perché lo associo ai miei ricordi infantili, anche la mia mamma lo preparava ed era simile al tuo!
    Grazie per queste emozioni! Un bacio e buon fine settimana

  18. Ciao cara!! Sono sempre felicissima di passare da te! E la tua ciambellona ha riportato anche me alla mia infanzia! Chissà perche una volta andava così di moda la ciambella??? Forse perchè è così semplice e buona!! Bacioni cara e buon week end

  19. quanto piaceva anche a me riempirle di nutella… mamma mia che fame che mi è venuta però ;;)
    complimenti e te e alla tua mamma, un ciambellone meraviglioso!
    baci baci e buon w.e.

  20. La ciambella sa di infazia, di buono, di genuino, è veramente il dolce del cuore.
    Complimenti, quella fetta nella foto la mangerei subito.
    Magari con un buon tè e leggendo un libro.
    Baci Giovanna

  21. Magica magica Fede e stavolta pure due bei lacrimotti!!Sei tra le poche a suscitarmi tali emozioni,da te o si ride a crepapelle o si versano lacrime,via di mezzo non c'è n'è,e questo che ti rende unica dolcezza!Hai risvegliato i ricordi di tutte noi,fanciulle ormai cresciute che dinanzi all'immagine dlla mamma in cucina,tornano di colpo bambine ..e che nostalgia..Mo ti strapazzerei tutta di coccole bimbetta,scommetto che hai ancora i baffi..dolce ricordino dell'ultima ciambella eh???Un bacio xxl per la mia Cali!!!

  22. Sai che sei riuscita a commuovermi? Attendere con trepidazione il dolce fatto con tanto amore dalla mamma,è questo quello che mi manca, che ho sempre cercato…i ricordi!
    tesoro grazie

  23. Ciao, il tuo post mi ha portato indietro nel tempo, sono tornata bambina e mi rivedo con la mia nonnina a preparare il ciambellone buonissimo che solo lei sapeva fare…beh…una fetta del tuo lo gradirei…letizia

  24. Carissima Federica, i bambini impazziranno per una ciambella come questa, e poi, pasticciare con la mamma in cucina, che c'è di più divertente?
    Se piace ancora anche a te!
    I 300 sostenitori te li meriti, anzi te ne meriti molti ma molti di più perchè sei troppo simpatica….e brava ovviamente, ma questo era scontato.
    Quindi complimenti davvero……..
    Un abbraccio e a presto

  25. Anch'io vorrei tanto preparare una torta con mia mamma… ma non c'è verso che mi lasci avvicinare alla cucina. Se poi le dico: "dai mamma che pasticciamo e facciamo un 48 in cucina" mi caccia via subito 🙂
    Se però le chiedo una coccola (ed anche se non gliela la chiedo) non dice mai di no… ah le mammy 🙂

    Grazie mille, per la ricetta e per i bellissimi ricordi con cui l'hai colorata e profumata.

    Albertone

  26. tesora, non poteva essere altrimenti! sei simpatica, le tue ricette non sono mai scontate, le foto bellissime, come si fa a non seguirti??!!
    e adesso beccate 'sta emoticon ! :X

  27. Oh cara,ma che bel ciambellone hai preparato con la mamma :)) Complimenti per i sostenitori,sei mitica,dolce,simpatica, in gamba e potrei continuare per molto..quindi è normale che molta gente,me compresa,si sia affezionata a te e ti venga a trovare appena possibile 🙂 Un bacione ! Buon week end anche a te!

  28. Le mamme sono sempre belle! Ci fanno sentire che la vita e piena ed e bella anche se non facile 🙂 E alla fine la vita non e ne bella, ne brutta, ne facile, ne dura…e solamente VITA 🙂

    Complimenti per il post

  29. La tua bella storia di mamma e ciambella mi ha anche reso un po' triste, perché a me restano solo dei bellissimi ricordi visto che la mia non c'è più. Ma sono anche felice perché alle mie bimbe piace stare in cucina e "aiutare" proprio quanto piaceva a me da piccola.
    Voglio una fettina di ciambella con la nutella, per favoreeeeeeeeeeeeee :-*, se no resto triste ;;)

  30. Sembra quella che facevo da piccola con mia nonna! buonissima la ciambella e ci credo bene che è sparita subito appena uscita dal forno 🙂
    Ciao!

  31. Ops…ma a chi devo fare i complimenti adesso???…a te o alla tua mamma???…:P.Ok ho deciso li faccio a tutte 2 cosi mi metto il cuore in pace visto l'ora del mio commento…:P.E bellissima e spero che tu vinca qualcosa xchè a vederla e na favola…:D…1 forte abbraccio strittoloso…:-*

  32. @ meggY…anch'io vorrei tornare piccola… spesso! Con l'età purtroppo non si può, ma leccando la ciotola della ciambella sì 😉 E' un giochino che piace tanto pure a me 😀 Anzi, ci credi che con mamma ce lo siamo "litigate" :))? Un bacione tesoro

    @ Max…grazie Max, bentornato 🙂

    @ Claudia…latte p yogurt fa poca differenza. Anche il tuo era sicuramente speciale perchè profumava di mamma 🙂 Un abbraccio

    @ Angela…benvenuta, grazie 🙂 Credo che la ciambella sia stata il primo dolce per tanti bambini e per me anche nella forma conserva sempre qualcosa di affascinante che la rende speciale rispetto a tutte le altre torte. Un bacio

    @ Scarlett…come è vero quello che hai detto tesoro, quasi mi dimenticavo che la ciambella aveva un altro scopo oltre quello di soddisfare la nostra golosità :)) Un abbraccio

    @ Manuela…ciao tesoro, che piacere vederti qui 🙂 Sai che per me invece la torta di mele è arrivata molto ma molto dopo? Da piccolina le mele non mi piacevano tanto e invece adesso me le devono quasi togliere da davanti :)) Un abbraccio, grazie

    @ Tania…grazie tesoro, sono felice se sono riuscita a trasmettere un po' dell'emozione che provo ogni volta che riassaporo certi ricordi. Un bacione

    @ terry…se lo farai i tuoi figli apprezzeranno sicuramente, e per di più avranno un'ottima insegnante 😉 Un bacione

    @ jose manuel…thanks 🙂

    @ Manu&Silvia…grazie ragazze, un bacio

    @ ornella…le briciole :))? Anche quelle ora un dolce ricordo :(( Grazie tesoro, un bacione speciale a te :-*

    @ gabri…benvenuta, piacere di consoscerti 🙂 Anch'io ora che vivo lontana da casa ho pochissime occasioni per pasticiare con la mia mamma, ma è sempre un'emozione quando possiamo farlo. Ti auguro davvero di riuscire a trovare un'occasione per coinvolgere la tua mamma. E non mancherò di passare a farti visita. Un bacio, a presto

  33. @ Katia…forse è vero che c'è un pizzico di idealizzazione ma ti assicuro che la differenza tra la mia ciambella e quella della mamy…è obiettiva :(( Mi consolo con la focaccia che a me viene meglio 😉 Un abbraccio

    @ Federica…la tua bimba è fortunata, perchè ha anche una maestra d'eccezione. In effetti hai ragione, il procedimento è molto simile a quello dei muffins, ci vuole più a scaldare il forno che ad impastare la ciambella 😉 Un abbraccio

    @ Luciana e speedy70…golose :)) Un bacione

    @ Simo…eh sì, proprio una COCCOLA…dolcissima. Un bacio

    @ Alice4161…è vero, certe sensazioni, certe emozioni il tempo non riuscirà mai a cancellarle. Un abbraccio

    @ ♨DolceSignoreMenù♨…se è vero quello che dici, ti dò ragione: questa ciambella è insuperabile perchè di amore dentro ce n'è in grande abbondanza. Un bacione

    @ Daniela…grazie cara, un forte abbraccio di cuore

    @ elenuccia…sarà che soffriamo di sindrome d'inferiorità? mhhh, mi sa tanto di sì.
    Il procedimento come dicevo anche a Federica, è molto simile a quello dei muffins, ci vuole più a dirlo che a farla.
    Ci sentiamo anche la prossima settimana, anzi…antenne ritte che ho qualcosina in programma per te 😉 Un abbraccione, grazie

    @ Imma…non ci posso credere, anche tu tesò in conflitto con le ciambelle? Dai che scherzi, vero? però ti dò ragione quando dici che la ciambella, la mitica ciambella va assaggiata almeno una volta…anzi meglio due! Non ci dimentichiamo quella bicolore 😉 Un bacioneeeeeeee

    @ Imbini Pasticcini…grazie tesoro, sono contenta se sono riuscita traasmettere qualche emozione. Un bacio

    @ Lucia…e pensare che invece, se la cucina la riduco da sola ad un campo di battaglia mi vengono le crisi isteriche ~x( Che cosa buffa!!! Litigarsi il cucchiaio degli impasti è il classico che non può mancare, il gesto che rende ancora più speciale il tutto. Un bacione tesoro, so già che farai una bella sorpresa a Marika per quando tornerà 😉

  34. @ Acquolina…grazie

    @ Lady Boheme…grazie tesoro, la mitica ciambella è un punto in comune per molte. Sono ancora più felice di averla condivisa, un abbraccio

    @ Fabiola…grazie tesoro, mi piaceva l'idea di preparare qualcosa con il cuore dentro! Un abbraccio

    @ stefania.confidential…già 🙂

    @ Manuela…credo proprio di sì, semplice genuina inimitabile! Un abbraccio

    @ Puffin…grazie cara, un bacio

    @ Betty…la ciameblla è mitica, la Nutella pure, l'accoppiata è invincibile :)) Un abbraccio

    @ maetta…di nulla 🙂 Intanto elaboro…un bacione

    @ Giovanna…come hai ragione, è proprio il dolce del cuore! Del mio sicuramente 🙂 Un abbraccio, grazie

    @ Damiana…biondona mia, così i lacrimoni li fai venire a me. Ma queste sono lacrime d'emozione, sono lacrime di gioia, lacrime che si intrecciano alle risate e pure coi baffetti nel sacco m'hai beccata :)) Ti strapazzerei di coccole pure io se t'avessi qui, un mega super abbraccio :X

    @ I Viaggi del Goloso…è verissimo, grazie

    @ marifra79…grazie a te cara. Credo che i ricordi siano uno dei beni più preziosi che abbiamo, un angolino in cui rifugiuarci nel momento del bisogno. Un bacione

  35. @ letizia…benvenuta 🙂 la ciambella è il dolce che si tramanda di generazione in generazione. Io la nonna l'ho persa troppo presto per poterci pasticciare a lungo, ma ricordo che non aveva lo stampo e metteva in una normale tortiera un bicchiere rovesciato per farci il buco. Quasi quasi mi vone evoglia di rifarlo così 🙂
    Un abbraccio

    @ viola…eh come è vero! E se potessi ci pasticcerei tutti i giorni con mamma, a dispetto dell'età. Grazie di tutto cara, un bacione

    P.S. continuo le agar-sperimentazioni…poi ti aggiorno 😉

    @ Albertone…grazie 1000 a te che in fondo mi hai offerto l'occasione per rendere questa ciambella ancora più speciale. E' bello sapere che anche gli uomini hanno bisogno di coccole 😉 A presto

    @ Cinnamon-girl…thanks dear, you're nice :X

    @ dauly…e bravaaaaaaaaaaaaa 😀 C'hai preso gusto eh? :X

    @ Fimère…thanks :-*

    @ Francesca…garzie tesoro, sei davvero troppo buona. E io sono affezionatissima a te e a tutti voi. Un abbraccio grande

    @ Lacrima…benvenuta 🙂 Bellissime le parole che hai scritto, grazie :X

    @ Dajana…della tua mamma restano i dolci ricordi, ma sono sicura che alle tue bimbe saprai trasmettere amore, tanto amore quanto la tua mamma è riuscita a fare con te. Doppia fetta con strato extra di Nutella, non posso farti andar via col lacrimone 😉 Un abbraccio

    @ Meg…grazie cara, un abbraccio

    @ Novelinadelorto…ottima scelta, due piccioni con una fava tesoro 😉 Sei dolcissima, un bacione

    @ Le pellegrine Artusi…benvenute 🙂 sarebbe la cosa più belle risucire a trasmettere dolci ricordi. Un bacio, a presto

  36. Tesòòòò!!!Son tornata e te che mi sforni? Il ciambellone! L'ultima foto è meravigliosa, come lo sei tu e quindi 300 più che meritati e chissà quanti saranno ancora 😉
    Dai, allunga una fetta alla Simo che è già triste per le ferie finite, sù…e non dire che l'hai finito 😀
    Smack!

  37. Da dove comincio? Innanzi tutto dal tono generale del post. Toccante e nostalgico. Le ricette di casa sono così, smuovono sensazioni che vanno ben oltre gusti e profumi.
    E il fatto di volerne regalare un pezzo alla bella iniziativa della Cometa Pasticciona lo trovo davvero un valore ggiunto alla ricetta già semplice, buona e genuina.
    E poi… dedicarti del tempo non richiede alcuna fatica. Sei sempre talmente carina e hai una parola così ad hoc per tutti che è sempre un piacere farti visita. Senza togliere il tono gustoso dei tuoi post che strappa sempre una risata o un sorriso. Il bello dei blog è che non si trasmettono solo ricette, ma tanto altro.
    Sul fattore "negata"… tu negata?? Pfffffffff!! Sicuramente!
    Mi impegno ufficialmente a postare mercole la ricettina della cui variante sei stata ispiratrice. Uno sbaciuzzo.
    Tiz

  38. @ Simona…bentornataaaaaaaaaaaa :D! Vedi che lo sapevo che sresti passata e allora che ti ho preparato? Dopo non dire che non sono previdente 😉 Come, ancora lì? Se non ti spicci quella fetta nutellosa ti aspetta ancora per poco :)) Bacioooooooooooo :-*

    @ (parentesiculinaria)…grazie Tiz, quello che hai scritto mi commuove e non lo dico tanto per…sotto sotto sono una gran tenerona ;;)
    Ora mi hai messo una curiosità per mercoledì che non sto nella pelle! Ma che avrò fatto venire in mente :-o?!?!?! Non mi resta che aspettare…in campana!!! Baci8lo

    @ Cristina…grazie, a presto

  39. Mi metto in coda ai commenti anch'io per dirti che la CIAMBELLA è sempre la ciambella e che se anche ho finito da non molto il pranzo una fettona della tua torta sarebbe perfetta (altro che thè delle cinque ahhhh).

    Complimenti per il blog raffinato ed elegante e per il commento/visita sul mio, mi ha fatto molto piacere.

    Un bacione e a presto

  40. Ed eccola qua la meravigliosa ciambella fatta con la tua mamy!Il mio era stato il primo commento…non mi ripeto ma..fantastica!
    Grazie bella un bacione

  41. una nota per te per farti sapere che stamattina la mia bimba si e' svegliata con la voglia di un dolcino. ed io ho subito pensato a te per una ricetta affidabile e semplice. questo ciambellone e' assolutamente favoloso. non avevo l'olio di semi ed ho usato quello di oliva. non avevo la forma per ciambelle ed ho usato lo stampo da plum-cake. ed e' venuto spettacolare e saporitissimo di limone e di uova. difficile non finirlo tutto in un nanosecondo (la prossima volta ne inforno direttamente due). grazie! Barbara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.