Una Gubana dolce per anticipare il Natale

Conosci la Gubana?

Con le feste natalizie che si avvicinano a grandi passi, sicuramente avrà già iniziato a fare la sua immancabile comparsa sulle tavole dei friulani.
E oggi trova un angolino anche sulle pagine di Note di Cioccolato 😀

La Gubana è un dolce tipico delle Valli del Natisone e di Cividale del Friuli, in provincia di Udine, tradizionalmente preparata in occasione di feste importanti, come appunto il Natale, Pasqua, matrimoni e sagre paesane.

Le sue origini risalgono al ‘400, in particolare al 1409, quando fu servita ad un banchetto in occasione della visita di papa Gregorio XII a Cividale del Friuli.
A partire dal 1990 è stato creato un Consorzio per la protezione del marchio gubana con il preciso scopo di tutelare i produttori e dettare un disciplinare per la preparazione.

La Gubana è un dolce di pasta lievitata con all’interno un ripieno ricchissimo (di circa pari peso), a base di frutta secca, uvetta, grappa e biscotti sbriciolati.

Il nome deriva probabilmente dallo sloveno “guba”, che significa “piega”, con riferimento alla sua caratteristica e inconfondibile forma a chiocciola.
Ottima calda, la Gubana diventa ancora più buona se gustata fredda. Il suo sapore infatti matura e migliora con il passare dei giorni, grazie allo scambio aromatico tra il ripieno e la pasta lievitata.

La preparazione è un po’ lunga, ma meno difficile di quanto potrebbe sembrare a colpo d’occhio.
Se ci sono riuscita io, puoi credermi sulla parola 😉

Ti aspetto allora con la ricetta step-by-step su Dolcidee per scoprire come realizzarla insieme.

 

Post #incollaborazioneconcameo

image_pdf

10 commenti

  1. Sìììì la conosco grazie ad una ex foodblogger che me l’ha regalata confezionata ma vederla qui da te fatta da te così alta con quel ricco ripieno che occhieggia mi mette di buonumore soprattutto perché ho voglia di dedicarmi ai lievitati e a dolci più elaborati ma ahimè al momento non é il momento ahahah. Chiudo comunque a leggere la ricetta. Grazie!

  2. Si, la conosco bene. Fino a qualche anno fa la ricevevo sempre, gradito dono di una nota pasticceria friulana. Non ho mai provato però a prepararla in casa. Dovrei … Vado a leggere la tua ricetta e ti mando un grande abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.