Spaghetti alla birra e pecorino. A tutta birra!

E’ così che vorrei andassero i miei pensieri.
E’ così che vorrei sentirmi, energica e scattante.
E invece ancora una volta il cambio di stagione in direzione autunno porta con sé un senso di apatia e di lentezza che non sopporto.
Vorrei essere colorata come le foglie di quella meravigliosa vite americana che tappezza i muri all’angolo della strada.
Vorrei sentirmi leggera, leggera nello spirito, nel modo di vivere e di pensare.
Invece mi sento intorpidita, nei pensieri e nei movimenti.
Un bradipo…si un bradipo assonnato.
E le giornate scorrono “lente” e “inconcludenti” accompagnate da un inevitabile senso di colpa.
I miei pensieri e il mio corpo sembrano andare a basso consumo energetico.
Ed è quasi un miracolo se all’improvviso non arriva il black-out a spegnerli del tutto.
E’ vero che in tempo di crisi un po’ di risparmio non guasta ma…sarà un po’ troppo così? 
Che poi a ben guardare, in certi momenti di affollamento in testa ce n’è anche troppo ma senza capo nè coda.
 Come se ogni spunto, ogni riflessione, ogni emozione viaggiasse per conto suo toccandomi di striscio e senza trovare un approdo.
Come se tutto rimanesse sospeso nel vuoto…senza senso! 
Forse perchè sono io stessa in questo momento a sentirmi senza senso! 
Ma poi…l’avrò mai avuto un senso? 
Vorrei andare a tutta birra ma qui “a tutta birra” è solo la cucina 
Nel senso che la birra sta lerralmente prendendone possesso.
Dopo l’inaugurazione con la ciambella e il bis con i grissini, gli esperimenti continuano con ottimi risultati.
E intanto che voi scoprite cosa offre oggi la tavola, io provo a svegliarmi un po’… 

Spaghetti alla birra e pecorino
Tempo di preparazione        10 minuti
Tempo di cottura                 15 minuti
Tempo passivo                  –
Porzioni                           4

Ingredienti per 4 persone
300 gr di spaghetti
1 lattina di birra scura (ho usato la GUINNESS)
125 gr di formaggio Ragusano stagionato
2 cucchiai di pinoli
maggiorana fresca
sale
pepe nero

Procedimento
1. Tostare i pinoli in una padellina antiaderente senza condimento.
2. Lessare gli spaghetti in acqua bollente POCO salata per metà del tempo indicato sulla confezione, scolarli quasi completamente (conservare l’acqua di cottura a parte) e cominciare ad aggiungere la birra poco alla volta, come si fa per il risotto, lasciandola via via assorbire.
3. Quando la pasta sarà molto vicina al punto di cottura, aggiungere il Ragusano grattugiato (veloce e praticissimo il nuovo Gratì Ariete, leggero e senza fili) e mescolare velocemente, mantecando.
4. Se fosse necessario, unire un po’ dell’acqua tenuta da parte in modo che il tutto risulti cremoso e senza grumi.
5. Aggiungere i pinoli tostati tenuti da parte, profumare con qualche fogliolina di maggiorana fresca, completare con una generosa spolverata di pepe nero macinato al momento.
6. Servire subito.


In dirittura d’arrivo, con una pennellata di marrone, partecipo al contest di Ely “Colora il tuo autunno

e al contest di Valentina e Cinzia Colors&Food: what else? Brown like Autumn

Un abraccio a tutti e buon proseguimento di domenica. Alla prossima…

image_pdf

156 commenti

  1. guardala sotto ad un altro punto di vista… coccole tiepide e tenera pigrizia.
    in autunno ci sta!
    questi spaghetti devono essere la fine del mondo, le foto rendono benissimo l'idea… e quanto mi piace il tavolato dov'e appoggiato il piatto… voglio anch'iooooo!
    ciao fede, ti abbraccio e aspetto un tuo sorriso

  2. cavolicchio che ricetta!! Questa non solo ti risveglia, ma ti mette una bella carica! Sono ancora in fase di pensiero per la Guinness cake ma per questi non ci penso un'attimo!! Grazie Fede, buon inizio settimana.

  3. Oh,come ti capisco…io in questo periodo riesco a stento ad arrivare all'ora di cena,per poi andare a letto quasi subito dopo (il sistema digestivo certo non mi ringrazia,ma tenere gli occhi aperti è davvero un'impresa!)..senso di stanchezza perenne 🙁
    OK,forse sarò una voce fuori dal coro,ma a me la birra,proprio non piace..ma questo non toglie che la tua ricetta mi incuriosisca parecchio,forse proprio perchè non voglio accettare che non mi piaccia (insomma,a detta di tutti come la birra non c'è niente,ti aggrada,ti disseta e ti dà un senso di piccola vertigine allo stesso tempo,in effetti non è da tutti!) e ogni tanto provo a riassaggiarla,ma dopo un sorso (e il primo mi piace eh!) non riesco a continuare. Stavo pensando che forse provarla in una ricetta sia il modo migliore per darle una chance,dato che la cosa che mi disturba è proprio berne un boccale. Insomma,tutto questo poema per dire che mi piace un sacco l'idea e che ti ringrazio perchè forse hai trovato il modo per farla apprezzare anche a me! 😀 buon inizio settimana,un abbraccio!

    • Non sei una voce fuori dal coro, io sono come te. La birra proprio non riesco a berla e mai avrei immaginato che ad usarla in cucina mi avrebbe stregato in questo modo. Credo valga la pena di darle una chance 🙂

  4. Dài Federica!! Approfitta ancora di queste tiepide giornate, è vero che siamo in autunno ma la pioggia non ci accompagna ancora tutti i giorni quindi godiamoci ancora la luce e il buon umore che il bel tempo di regala.
    Ma lo sai che è da un bel pezzo che mi dico che devo sperimentare con la birra e poi… nulla di fatto. L'ho vista usata diverse volte nella cottura delle carni, ma mai in un primo piatto, figuriamoci gli spaghetti. L'idea di proseguire la cottura della pasta con la birra mi pare ottima per insaporire il piatto, terrò a mente!
    Grazie mille e buona serata anche a te,
    Vale

  5. da mastra birraia conosco molto bene l'uso della birra in cucina nei vari piatti, mi colpisce soprattutto l'abbinamento con il formaggio ragusano che non conoscevo. I pinoli ci stanno una favola perchè la guinness ricorda molto la frutta in guscio nel retrogusto, bella ricetta. un abbraccio

  6. Fede, non ho resistito e sono venuta a sbirciare cosa hai combinato con la birra! Lo posso dire?? E' un'idea geniale, mi piace moltissimo , chissà che sapore quegli spaghetti tra birra e ragusano!!

    Una buona serata

    loredana

  7. Fede..un senso lo hai eccome..la vita è fatta di fasi, di sali e scendi..di momenti in cui è anche giusto piangersi addosso e assecondare i ritmi da bradipo..non c'è nulla di male, non siamo super eroi, siamo uomini con le nostre debolezze, incapacità, vittorie e sconfitte..e per esperienza ho capito che più tenti di combattere questi momenti imponendoti ritmi e pensieri che non ti appartengono, e peggio è..quindi ora, evidentemente, sei nella fase bradipo…e va bene così..!
    Però, bradipo o no…cavoli, in cucina vai a tutta birra ..sono curiosissima di provare questa pasta…ti abbraccio forte bella mia :)E fai la brava 😉

    • Questo è vero, sembra un circolo vizioso che si autoalimenta. Ma cavolo se è dura accettare la fase "bradipo" quando da se stessi si pretenderebbe di andare sempre a mille con la massima efficienza. Dovrei imparare ad esseer più "morbida" nei mie confronti ma a volte perdo la speranza di riuscirci davvero. Meno male c'è sempre la cucina a salvarmi un po'! Faccio la brava…promesso! Almeno ci provo dai 😉

  8. Ma ne pensi sempre una nuova spaghetti alla birra, ci ho pensato un po' su, ma poi ho detto la birra mi piace mi sa che negli spaghetti non ci sta davvero male!!!Qui di autunno non se ne parla proprio stiamo ancora in piena estate!!!Un abbraccio!!!

  9. Ho provato degli spaghetti al vino, con questo metodo, tempo fa, e il risultato era mooolto interessante. Dato che sono circondata da amanti della birra [non che io mi tiri indietro, ovviamente 😉 ] proverò la tua ricetta.
    La Guinness, poi. Amore infinito <3

    Un abbraccio, Fede 🙂

  10. Ciao, Fede 🙂 Ci sono periodi così, giornate così… ti capisco. Tutto ha un senso, puoi non capirlo in questo momento, non afferrarlo, ma c'è… devi semplicemente lasciare andare e passerà, lasciando spazio a tanta energia… sono cicli 😉 Questi spaghetti sono semplicemente divini!!! Con la birra… invitantissimi e da provare assolutamente, segno la ricetta! 🙂 Complimenti di vero cuore e un abbraccio forte ma forte forte! 🙂 Buona serata!

  11. La ricetta può aspettare!Ora dimmi un pò…..cos'è questa storia che tu sia senza senso?Cerca di svegliarti,ma per davvero..ora inizi a dire cose senza senso!Ma pensi che gli altri stiano a ballare dalla mattina alla sera,riscuotendo solo gran successi?No,nel pulcino,la vita scorre,a volte lentamente e con tanta confusione,un pò per tutti!Chi più e chi meno attraversa questi periodi pigri e vuoti,ma sottovalutarsi,contribuisce ad acuire quella sensazione di malessere!Perciò tira fuori la Fede energica e grintosa che c'è in te,perchè c'è!Tutto ciò che ti sta stretto,allargalo con quel senso di gratitudine per tutte le cose che ti circondano,anche quelle che a te sembrano più banali e scontate!Nulla è scontato in questa vita tesoro bello e tu meriti di viverla con più serenità!Un abbraccio …vado a sdraiarmi sul divano,accenderò una sigaretta(l'unica che fumo durante la giornata),e rifletterò sul mio ruolo su questa terra?Pensi che riuscirò a darmi una risposta?

    • GRAZIE per la strigliata bimba, davvero 🙂 Vorrei venire lì sul divano con te a fumare quella sigaretta insieme. Solitamente non fumo ma nei periodi così, una (sola) al giorno ci sta! Magari nessuna delle due troverebbe una risposta ma di sicuro ci scapperebbe qualche risata ^_^

  12. Spaghetti alla birra????
    Ma daiiiiiiii..ora sono davvero curiosa di provarli cara Federica
    e per la lentezza tesoro…è il periodo che contagia…questo cambiamento di stagioni che influisce sull'umore e sul corpo…che ci costringe rallentare .. sembriamo bradipi? ma chi se ne frega bimba…forse è solo un modo per ricordarci che non sempre è necessario correre….lasciamo la birra alla cucina e alle serate di chiacchiere rilassanti
    Ti abbraccio forte forte mia dolce Calimero!!!!!!!!!!!! Ciao

  13. Tesoro, se potessi verrei li ad abbracciarti … :')
    I tuoi post sono sempre profondi e commoventi perché tu lasci che sia il tuo cuore a scrivere … Con tutte le sue fragilità …
    E ciò nonostante, sei sempre in grado di onorarci con piatti così particolari e raffinati.
    Io penso che la proverò la pasta cotta così e ti ringrazio, ancora una volta, per averci regalato chicche di gourmet unitamente a gocce del tuo cuore …

  14. Cara Fede, andare a "tutta birra" non è sempre facile e spesso quelli che vediamo sempre pimpanti, allegri e che dicono di aver chiaro chi sono e dove vogliono arrivare nascondono in realtà una grande insicurezza e solitudine.
    Allora dico io, evviva le nostre debolezze, i ns pensieri cupi, il ns essere bradipi perchè fa tutto parte di noi, così come quando siamo soddisfatte, felici e spensierate. Almeno siamo VERAMENTE noi, senza dover portare maschere da mostrare agli altri o (peggio) per ingannare noi stessi.
    La strada è sempre quella più dura, che te lo dico a fà. Ma passa e vai oltre, fatti scivolare via queste sensazioni.
    A me personalmente un bel senso a tutto lo darebbe aver pensato, fatto e postato uno spaghetto parzialmente cotto nella birra e insaporito con quel bel pecorino.. yumm!! fantastico, tutto da provare (e lo farò!) ti abbraccio! Francy

    • Se c'è una cosa che proprio non riesco a fare è portare la maschera. Quello che ho dentro è quello che mi si riflette fuori in viso. Anche se poi con me stessa non accetto di sentirmi "bradipo" e questo mi fa domoralizzare ancora di più. Guardata dalla tua ottica sai che ti dico? Che di questa pasta sono proprio contenta e soddisfatta…tiè 🙂 Va che la giornata prende una piega migliore ^_^

  15. Spesso mi sento così anche io, poi basta poco anche una inezia che mi riprendo e parto più di prima. Che la birra possa esser d'aiuto? In cucina vedo che lo è di certo… anche questa ricetta è una vera bontà 🙂 Bacioni cara!

  16. Di un po' di spuma ne avrei bisogno anch'io perché questa settimana è stata di una pesantezza che mai avrei pensato. Per fortuna che tra qualche ora giunge al termine 😉 Questo spaghetto risottato con la birra è davvero molto particolare, da provare di sicuro! Buona serata 🙂

  17. ah, ah…da me la birra invece era gia'entrata di prepotenza e non se ne va assolutamente piu', del resto perche'no, fa mbene, mette allegria e in cucina nelle preprazioni e'sempre una scoperta come questo piatto di pasta!

  18. Fede, non dire così! Il senso lo dai tu, con tutto quello che fai, quello che dici, non si può dire dare senso a niente se non sei tu per prima a darlo ad ogni cosa:) Ti abbraccio, questo autunno porta fiacchezza un po' a tutti ma passerà! E intanto birra! Che nel dubbio, non può che farci bene:) :**

  19. A volte capita un periodo un pò così così. Vedrai passera anche perchè dopo Haloween, si respirerà aria Natalizia,Ora bevo anche io un pò della tua birra e assaggio la tua pasta, Un abbraccio

  20. Tesoro è così che mi sento anch'io. Stanca, annoiata, pigra, lenta. Per me che sono iperattiva e vulcanica non è una bella sensazione.
    Anch'io sento le mie giornate inconcludenti. Forse è il cambio di stagione, chissà.
    Intanto mi gusto i tuoi spaghetti alla birra, mi incuriosiscono molto.
    Un bacio, buona settimana

  21. Questo piatto deve essere davvero supergustoso e quindi da provare immediatamente!!! La birra non l' ho ancora messa da nessuna parte, ma mi stuzzica proprio!! Stai serena tesoro…questi momenti purtroppo capitano e ti capisco perfettamente!!! Vedrai che passa in fretta…un bacio!

  22. Non ho mai messo la birra su cacio e pepe, mi incuriosisce tanto…
    ci sono periodi in cui si vede tutto nero, ci siamo passati tutti… passeranno vedrai! Ti abbraccio 🙂

  23. Ciao..ma che originale..io una pasta con la birra non l'ho mai fatta!!
    Ce l'hai un senso eccome ragazza! per fare una pasta così di carattere!…anche quando ti senti un po' giù e demotivata! La vita è così, capita a tutti..parli con una meteoropatica e super-sensibile al cambio delle stagioni…^_^
    Baci, Roberta

  24. Se ogni giorno fosse allegro e spumeggiante forse ci verrebbe pure a noia.
    Certo uno non pretenderebbe tanto….ma in casi come questi forse basta guardare alle piccole/grandi cose. non quello che manca, ma quello che c'è. Non i desideri ancora da realizzare ma quelli già realizzati.
    Non le ricette fatte ma quelle ancora da provare e condividere!
    Tanto per cominciare una pasta così originale io non l'ho mai vista e quindi hai portato un senso nuovo e spumeggiante all'inizio (sempre molto difficile) della mia settimana!
    Per il resto…piano piano, un passo alla volta, con meno avvitamenti mentali possibili, che la vita è qui. E pure l'autunno passa, prima o poi.
    Tanti baci Fede cara e buonissima settimana piena di spuma e bei pensieri.

  25. Dai, vedrai che in un niente ti alzerai la mattina e ti sentirai carica di energie Siamo fatti un pò tutti così, certo sarebbe bello essre sempre pieni di voglia di fare e serenità che arriva senza sapere da dove. Che primo piatto insolito, non so il sapore che da la birra ma è da provare.

  26. Una pasta davvero originale ed invitante per chi ama la birra! Io ne bevo poca ma preferisco quella nera perciò a tutta birra!! Sempre e comunque 🙂
    Baci e buon inizio settimana

  27. bellezza mia, io adoroooooooooooo il bradipo! Ti chiamerò Sid da oggi in poi, il sensibile ironico simpaticissimo bradipo dell'era glaciale! Rallentare non è un male serve ad accumulare e non disperdere energie! Domandone: la birra la scaldi prima di aggiungerla alla pasta o la metti così giù dura e fredda sulla pasta calda, che è sempre in cottura no? come a mantecarla giusto? un abbraccio con quelle braccia lunghissime che ti ritrovi arriverai fino a Roma! buon andamento lento 🙂 mony

    • cali-SID-grisù…mi piace :))))
      La birra non l’ho scaldata, sinceramente non ci ho pensato. Considera però che la mia era a temperatura ambiente, non fredda di frigo. Aggiungendola poco alla volta a fiamma alta fa subito a prendere il bollore senza fermare la cottura degli spaghetti. Se vuoi però puoi anche scaldarla un po’ prima di aggiungerla. Un abbraccione da qui a Roma ^_^

  28. Non avevo mai sentito niente di simile, ma la foto mi convince subito! ;o)
    "Vorrei sentirmi leggera, leggera nello spirito, nel modo di vivere e di pensare" non avresti potuto scrivere frase più sintetica ed efficace per descrivere il mio stato d'animo.
    Baci.

  29. Nooooo Fede ma che ti sei inventata!!! Favolosa questa ricetta! L'esecuzione mi stuzzica molto, che brava accidenti! E immagino wuanto si senta il sapore di guinnes!!!

  30. Allora prima di tutto TU UN SENSO CE L'HAI ECCOME!!!! purtroppo la vita non sempre ci sorride, ma ripeto come già ti dissi una volta, spetta a noi riuscire a trovare un sorriso nella vita…non sempre le cose vanno come vorremmo e lo sconforto si impadronisce di noi! ma dobbiamo tirare fuori la grinta per non farci sopraffare! e qualsiasi cosa ci succede non dobbiamo MAI sottovalutare noi stessi, è l'errore peggiore che potremmo commettere! su Fede tira fuori la grinta che hai!

    passiamo alla ricetta, la birra non l'ho mai usata per cucinare, non so ho sempre timore che possa sentirsi quel retrogusto un pò amarognolo…però in effetti se non provo non lo saprò mai e questi spaghetti mi stuzzicano non poco!!

    Ti abbraccio forte cara e ti auguro un buon inizio di settimana 🙂

  31. Io oramai son puigra anche nel pensare mi credi??? sto periodo di passaggio dall'estate all'inverno non finisce più.. ed io mi sento priva di ogni forma di energia!!! Speriamo passi.. per entrambe!!!! Intanrto mi gusto i tuoi spaghetti.. baci e buon lunedì 🙂

  32. Fede dolcissima, non sentirti sola!!!! Sarà l'autunno, saranno i 1200 impegni giornalieri, ma io mi sento esattamente come te!! Perlomeno tu riesci ad aggiungere brio ai piatti… io con la birra non ce la faccio proprio!!! Per oggi ammiro solo!!! 🙂
    Ti mando un bacio grande e un abbraccio strettissimo!!!!

  33. Carissima Federica, primo grazie mille, secondo adoro la guinness… Io mi sento bradipo dall'inverno alla primavera…. beh pasta bellissima e sicuramente da provare per una bella bevitrice di birra come me!!! baci e buona giornata

  34. tesoro sei in buona compagnia in quanto ad apatia e bradipo! 'Un ce la fo proprio in questo periodo a concludere nulla 🙁 A me questi spaghetti intrigano molto, li devo proprio provare 😉 Bacio

  35. mi hai fatto venire una fame con questa pasta! ho un debole per le ricette semplici, soprattutto per la pasta. birra, pinoli e pepe nero? fantastico. ma che aggeggino hai per macinare il pepe? mai visto dei granelli cosi' definiti. ps: oggi mi arriva l'aggeggino per macinare la farina, un raggio di luce in questo autunno grigissimo anche per me.

  36. Anche per me il passaggio dall'estate all'autunno è foriero di apatia. Mi sento sempre stanca, sempre svogliata… sono confusa tra quello che mi piace e quello che non mi piace. Certe volte non mi capisco proprio io, come posso pretendere che mi capiscano gli altri?
    Spero che la tua apatia si trasformi presto in energia. Metticela tutta e parti a tutta birra!!! 🙂
    Non ho mai usato la birra in cucina (se escludiamo la frittura). Mi sembra che stai tirando fuori dei piattini troppo succulenti perché possano passare inosservati. Questi spaghetti mettono una fame…
    Buona settimana tesoro.

  37. ma Fede… sei sicura che stai parlando di te? io non ti riconosco in questa descrizione….
    Nella ricetta invece sì, ti riconosco. Riconosco la tua fantasia nella preparazione, la tua "mano" nella presentazione e nelle foto… come dire: sei sempre bravissima e sorprendente!
    Carica le pile! ne abbiamo bisogno! ;))
    Ciao

  38. Ciao Federica, credimi se ti dico che conosco molto bene questo stato d'animo. Vorrei anche farti coraggio con le parole, ma credo che tu debba trovare la forza dentro di te, capire quello che vuoi veramente e, se adesso non vuoi niente, accettare questo momento per quello che è. Ti sembrerà un po' bizzarro quello che dico, ma ne sono convinta perchè l'ho provato sulla mia pelle: siamo fatti di momenti ascendenti e pieni di creatività, voglia di fare, energia da trasformare e momenti discendenti, scarichi e vuoti. Ma nella nostra cultura facciamo molta fatica ad accettare questi momenti, non vogliamo rassegnarci e lasciarci andare al vuoto, perchè ci spaventa. Invece anche questi sono momenti che possono aiutare a guardarci dentro, a schiarirci le idee. Forse vado in controtendenza, ma ti dico che a me ha fatto molto bene accettare di poter essere scarica e priva di linfa, perchè da lì ho imparato anche che questo fa parte di un ciclo del tutto naturale dell'essere umani. Ti abbraccio forte

    • Non mi sembra affatto bizzarro, è la pura verità. Ma non pensavo potesse essere così difficile accettare se stessi. Quello che reputo normale per gli altri non lo accetto per me, le pile scariche mi mandano in bestia e così non faccio altro che scaricarmi ancora di più! Ci sto lavorando su ma l'è dura con la capa tosta che mi ritrovo! Un abbraccione

  39. Io invece sto veramente vivendo i giorni a tutta birra e il tempo non basta mai 🙁
    non sai quanto mi piacerebbe potermi godere un giorni da bradipo!

    Solo tu potevi inventarti la pasta alla birra, sei un genio. Sono troppo curiosa di sentire il sapore…anche se di solito non faccio la pasta per cena questa sera farò un'eccezione 🙂

  40. Senza contrasto, la sensazione di apatia la si vive meglio: perché E' temporanea, E' passeggera.
    Passerà, tornerà.. ma nel frattempo si vive 🙂
    Un bacione e bellissima settimana 😉
    (tira fuori le unghie briciola)

  41. Bradimera carissima. Non ti nascondo che spesso anche io sono presa d'assalto dalla lentezza, dalla voglia di fare…, ma senza azione alcuna, con conseguente piccolo senso di colpa per aver sprecato il mio tempo nell'apatia più assoluta. Poi mi chiedo se posso aver fatto del male a qualcuno… e mi rispondo: non credo proprio! Succede, in tutte le buone famiglie, succede eccome! Per cui non crucciarti. Ma nello stesso tempo cerca di svegliarti dal tuo torpore perché altrimenti a me chi me li prepara sti spaghetti meravigliosi se il dolce far niente prende il sopravvento??? Bimba, alziamo i nostri adorati c…tti e vediamo di arrivare ognuna a qualche km di distanza in località che tu sai… poi ne riparliamo a quattr'occhi!!! BACIO… BRADIMERA … (sembra quasi un cocktail!!!)

  42. Anche io, cara Federica, sto attraversando un periodo un pò cosi', allora siamo in due! Vedrai passerà presto, almeno spero! Sono molto incuriosita da questi spaghetti alla birra, brava come sempre!
    Un abbraccio grande!

  43. Ciao Federica, io sento la dinamicità e la frenesia delle giornate che passano in fretta tra le tante azioni e i tanti pensieri che attraversano la mente, ma allo stesso tempo riconosco la lentezza con cui ho percorso il sentiero della vita, ho 35 anni ma mi sono fermata a 20, a quell'età in cui si devono prendere decisioni importanti e determinanti per il proprio futuro, io sono ferma lì perche ancora non ho deciso! il titolo di bradipo penso che spetti anche a me! un bacio e buona settimana!

  44. Fede i tuoi esperimenti mi fanno impazzire !!! Questi spaghetti li devo fare a mio fratello che è' un grande appassionato della Guinness !!!!
    Tu ti sentì bradipo io trottola non è' che possiamo trovare una via di mezzo?!
    Un bacio grande

  45. …devo ripeterti la cosa dell'altra volta che il senso arriverà???… direi di no, direi che la sai già a memoria!

    il ragusano non mi cade troppo distante, prima o poi i tuoi spaghetti li provo!

    ^_^
    roberta

  46. tesoro il mio augurio è che tu possa presto tornare a sentirti "spumeggiante" come una birra appena stappata.. anche se nn ti nascondo che anch'io a volte mi sento come stappata da giorni e senza bollicine.. ma i periodi no vanno e vengono e il tuo sono sicura che stazionerà a breve termine:) i tuoi spaghetti invece sono fantastici veramente e le foto sono eccezionali! un abbraccio tesoro e buon inizio settimana:*

  47. Ma che meraviglia!!!! In questi giorni con la birra sto sperimentando e questi spaghetti sono una favola, apparentemente semplici ma con un gusto nuovo e deciso! Io vado ancora un po lenta ma sai che non mi dispiace? Grazie della ricetta e aggiorno appena riesco! Baci

  48. E meno male che ti senti un bradipo! In cucina però non mi sembri affatto bradipeggiante, anzi!
    Scovi sempre ricette strepitose, originali e buonissime!
    Bravissima!!!

  49. Mi piace tantissimo questo piatto di spaghetti, trovo sia particolare, tanto! La Guinness poi è la mia preferita… ti abbraccio Fede e per l'apatia è un periodo un pò "così" anche per me

  50. Carissima Fede da tanto, troppo, non passavo da te. Solo ora arrivo a vedere questa bellissima pasta, risottata con la birra (ma che invenzione… io devo ancora farla con i tradizionali che tu mi sventoli questa qui?!)
    Dico che risolleva anche gli animi più cupi, e poi in questi giorni ci sono delle giornate troppo belle, altro che autunno malinconico!

  51. Invece a me l'autunno mi riempie di vitalità!!!
    Mi viene voglia di fare mille cose, e di provare questo primo piatto così particolare!!!
    Foto spettacolari, complimenti

  52. Ma Fede, in autunno è anche un po' normale rallentare i ritmi, lo fa anche la natura… e poi guarda che bella idea stuzzicante che hai avuto, con la mitica Guinness, a me non sembra proprio che ti stai "impigrendo"!

  53. davvero invitanti,questi spaghetti,Fede^;*devo provarli!!

    p.s non sei la sola a sentirti cosi,credi..a volte,non si ha voglia di fare una beatissima……..bipppppppppppp….ahahah un bacione e complimenti,,cara^;*

  54. Ecco forse la stagione non aiuta proprio a sentirsi a "tutta birra" mi auguro tanto per te che queste giornate di sole possano risollevarti il morale… Perchè in cucina vai alla grande, come con questo piatto, forse le tue energie sono tutte concentrate li! Un abbraccio!

  55. 🙁 non sono abituata a leggerti cosi' e mi spiace molto sentirti cosi' …bradipante!
    Dai Fede… su, su…prenditi un attimo (piccolo eh!) di relax e rimettiti a sprizzare energia! Vedo comunque con piacere che in cucina vai sempre alla grande!!!
    Un abbraccio
    Paola

  56. !Ahhh Federica,me identifico contigo completamente y me consuelo pensando que no soy yo sola quien se siente así este otoño!.
    Esa pesadez, esa pereza para moverme, esa falta de energía..¿ el otoño, el bombardeo de noticias sobre la crisis económica,el paro?.es un desánimo generalizado que espero acabe un día u otro,quiero alimentar mi esperanza,por mí, por todos nosotros.
    Estos spaguettis con cerveza me llaman la atención y los probaré próximamente..la pasta me resulta siempre deliciosa.
    Un abrazo cargado de afecto, energía y esperanza .!Una hermosa tarde, como las hojas de vid americana!!!!

  57. Sei il mio genietto tu…lo sai vero?!
    Vorrei essere li con te per abbracciarti forte e farti sorridere…ecco si, vorrei solo essere insieme a te, sorseggiare un tè e farti capire che la vita è bella anche se difficile…ricordati cucciola che ogni brutto momento porterà sempre a qualcosa di buono, di meraviglioso, che senza quel "brutto periodo" non saremmo in grado di riconoscere…chiudi gli occhi e sorridi e vedrai che pian piano ti sentirai più forte e ti riapproprierai della tua vita <3!
    Ti voglio bene stellina mia!

  58. Ho sperimentato anche io la grande versatilità della guinnes nella preparazione di molte ricette…però la pasta mi mancava! Piacerà al mio ragazzo, grande amante della birra scura!

  59. Dear Federica, The Guinness beer has such a dark rich flavor. It makes so many dishes with a distinct and rich flavor. I bet this plate of spaghetti was delicious and unique. I hope that you are feeling good. Blessings my dearest. Catherine xoxo

  60. Sei una continua scoperta Fede, a volte rimango stupita come una bambina nel leggere le tue ricette! Non sono un'amante della birra, ma degli esperimenti in cucina sì! 😉
    bacioni!

  61. Grazie!Ti aspettavo Federica!Un bacio enorme tesoro!
    p.s a proposito di commenti "irrispettosi",ieri leggevo un post in un blog ormai fermo da due anni.Parlava di un lutto e l'ultimo commento diceva"bravissima" e pensa un pò non c'era neanche la ricetta :(!

  62. ehi Fede, a me l'autunno risveglia e mai sono stata così attiva come in questo periodo, se vuoi ti mando un po' di energia 🙂
    Sul senso della vita..beh, lì dovremmo sederci con calma e parlarne. Perchè sai che io e te prima o poi dovremo incontrarci vero?! (giuro, non è una minaccia…)
    1 abbraccio

  63. Fede mi sento anche io un bradipo…sarà la primavera autunnale che stiamo ancora vivendo…eheheheh. Adoro la birra e tu l'hai anche cucinata, davvero una idea fantastica…la replicherò sicuramente….io che sono una birra dipendente!
    Grazie per l'idea e per il meraviglioso assaggio!
    Un bacio e buona giornata
    Paoal

  64. Ciao Fede, l'autunno è una stagione strana ed effettivamente può capitare che ci si incupisca e si perda un pò di interesse, ma tu hai una grande anima e il suo senso lo si respira.
    Ottima pasta !!!

  65. Che brava che sei Federica:-) cmq a volte il corpo ci richiede alcune cose e stallo a sentire non sarebbe male… Anzi! I pensieri che affollano la tua mente spazzali via come fossero nuvolette… Alla fine non torneranno più! Un bacetto e una dolce notte piena di sogni belli:-)

  66. il cambio di stagione fa sempre un brutto effetto su tutti…..resisti presto arriveranno i colori e le luci di Natale a rallegrarti un pò…..un bacino e curiosa questa pasta alla birra……

  67. Gli spaghetti alla Guinness hanno un aspetto appetitoso! non avendo mai cucinato la pasta in questo modo, e con la birra, non riesco ad immaginarne il sapore, sono curiosa!!!
    Anche a me l'autunno fa questo effetto, anzi le giornate grigie mettono proprio malinconia e lo noto in tante persone vicine a me. Ogni giorno di sole lo accogliamo ormai come una benedizione, assorbendo i preziosi raggi finche riscaldano ancora!!! Se osservo i miei mici, pure loro dormono di più, seguendo il loro istinto, quindi è nella natura, e… bando ai sensi di colpa!!!! 😉
    buona continuazione di settimana,
    Dany

  68. Grazie ragazzi, grazie di cuore a tutti. Siete voi che regalate spuma frizzante alle mie giornate, le vostre parole riescono sempre a darmi la spinta per riemergere dalle mie fasi più cupe. Non sono ancora tornata come una birra appena stappata ma la fase “bradipo” sta passando. Ancora un po’ e torno davvero a tutta birra non solo con gli spaghetti 🙂 Un abbraccio forte forte a tutti buona giornata

  69. Uffaaaaaaaaa!!! QUESTO COMUTER RINCOGLIONITO COME UNA CAMPANA NON MI FA RISPONDERE…GRRR!!! VOLEVO ASSSSSSSSSSSOLUTISSSSSSSSSSSSSIMAMENTE DIRTI CHE …TI VOGLIO BENE ANCHE IOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! SMACK!!!

  70. Ciao Federicuzza Bella… quanto mi sei mancata…. (colpa mia che non passo tanto spesso…) 😛

    Anche dalle mie parti si bradipeggia parecchio… ma non è colpa nostra sai? consolati! penso sia davvero pochina la gente che si sente carica d'energia di 'sti tempi! :*)

    Questi spaghetti mi sembrano mollllllto stuzzicanti!
    Mi appunto la ricetta e la provo nel w-e! ^^
    (ho ripreso OGGI la mia dieta… uff…)

    Baciiiiiiiiiiiii

  71. Congratulazioni per la vittoria davvero meritata… Sarà che adoro gli spaghetti, sarà che questa ricettina è davvero insolita, ma sono davvero invitanti!!!
    Ancora complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.