Una voce non basta!

Vorrei poter fare qualcosa di più ma non so cosa. 
Vorrei poter toccare il cuore di chi si è reso responsabile di questa situazione,  ammesso che abbia ancora almeno un briciolo uno di sensibilità, e cancellare tutto con un colpo di spugna, ma come spesso succede, ai piani alti della politica contano i soldi non le persone! 
E se non c’è guadagno si chiude, poco importa se a farne le spese sono dei bambini. Sì…BAMBINI
Sto parlando della Fondazione S. Lucia di Roma che la regione Lazio vuole chiudere per mancanza di fondi, privando così tanti bimbi del sorriso e anche della più piccola speranza di migliorare la qualità della loro vita. 
Qualche mese fa Caris aveva indetto una raccolta di ricette per portare alla luce il problema, un appello a cui eravamo stati in tanti ad aderire affinchè lei e tante altre mamme potessero continuare a dire ai loro figli 

“tu domani a fisioterapia CI VAI!” 

e dopo un’iniziale, apparente indifferenza da parte della Regione, sembrava che qualcosa si fosse mosso, il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica si era “degnato” di rispondere all’appello assicurando che il problema del S. Lucia sarebbe stato portato all’attenzione del Ministro della Salute e della Regione Lazio. Insomma le speranze c’erano tutte per un lieto fine. E invece… 
Quando lunedì sera ho letto questo post di Caris è stata una doccia fredda. 
Non sono mamma, non posso capire fino in fondo ma solo immaginare la sofferenza e la rabbia e che si provano nel sentirsi incapaci di assicurare un futuro migliore ai propri figli. 
Ma di rabbia dentro di me in questo momento ne ho tanta, perchè sono sicura che se “chi di dovere” avesse a che fare direttamente, nella propria famiglia, con i problemi che hanno i bambini del S. Lucia, i fondi per tenere l’ospedale aperto e funzionante al meglio li troverebbe…eccome se li troverebbe!!! 
E allora perchè diamine devono esserci sempre due pesi e due misure? 
Non posso fare nulla di concreto se non urlare qui la mia rabbia, spargere la voce e contribuire a sollevare un po’ di rumore, augurandomi che stavolta le orecchie giuste non restino sorde all’appello! 
Caris sono con te. 
“Vi lascio con il piccolo Albertino che canta Fratelli d’Italia. Sentitelo mentre guardate le foto, perchè la sua Italia ci può essere e magari, un giorno lontano, potrà visitarla camminando“.

Un abbraccio a tutti.  GRAZIE ^__^

 

image_pdf

41 commenti

  1. ASSURDO! no ci sono parole!
    sono perfettamente daccordo con te quando dici: "perchè sono sicura che se "chi di dovere" avesse a che fare direttamente, nella propria famiglia, con i problemi che hanno i bambini del S. Lucia, i fondi per tenere l’ospedale aperto e funzionante al meglio li troverebbe…eccome se li troverebbe!!! " perchè, purtroppo, anch'io la penso così 🙁 ed è triste, molto, questa cosa, perchè si fa "discriminazione" sui bambini.
    spero che qualcosa si muova e alla svelta.
    se riesco faccio un post sul blog, una voce in più fa sempre bene 😉
    baci.

  2. Non è giusto, perchè sono sicura che i fondi potrebbero uscire tranquillamente!
    Grazie per questo tuo post, ero convinta si fosse risolta ogni cosa.
    Andrò a leggere il post di Caris.

  3. Mi unisco alla tua rabbia. Bisognerebbe far provare di persona a chi di dovere, la sofferenza e i problemi delle famiglie. Forse allora imparerebbero a definire le giuste priorità.

  4. preferisco non commentare oltre..sono profondamente delusa ,indignata che al giorno d'oggi esistano ancora queste ingiustizie…e nessuno fa nulla…solo tanta tanta amarezza…sono mamma e capisco cosa si prova..ma anche chi non lo e' ma ha un cuore ,lo capirebbe..basta un po di cuore,altruismo e buon senso…

  5. Fede, Fede.. che dire? Hai espresso pienamente quello che anche io penso, specie per il concetto due pesi e due misure.
    E' disgustoso e aberrante quanto sta accadendo alla fondazione S.Lucia, ma anche in altre strutture analoghe.

    Cmq, briciola: felice giornata e un bacione 🙂

  6. Quanta rabbia e tristezza provocano queste cose, quanta ingiustizia inspiegabile, che quando riguarda dei bambini si moltiplica di mille. Speriamo che Dio riesca ad aprire le orecchie a questi sordi politici senza cuore che si prendono la responsabilità di giocare con la vita dei piccoli angeli.

  7. va beh!! con le lacrime agli occhi dico che è davvero assurdo! non sono mamma neanche io e vorrei tanto esserlo, ma ho cresciuto cosi tanti bambini che non posso rimanere certo indifferente a tutto questo! Sicuramente chi dovrebbe fare qualcosa pensa ad altro, o peggio, pensa solo a se stesso e probabilmente se avesse bisogno della fondazione per se stesso o qualche familiare vedi come muoveva il culo!

  8. Io penso che dovremmo cominciare a farci sentire, dovremmo scendere nelle piazze come fanno in altri paesi e non lasciarci più scivolare le cose addosso. Se solo dimezzassero le loro auto blu invece di andare in giro con l'autista anche a comprare cose personali, si risparmierebbero gia tanti soldi e questo, per es, potrebbero essere destinati al S. Lucia. Non si risparmiano nessuna comodità e la gente invece è sola davanti ai problemi.

  9. Che storie!!!Ma davvero nessuno in questo paese ci sta a sentire???Provo a condividere su fb la cosa, speriamo che qualcuno legga!Mah!
    Cmq un abbraccio e sostengo Caris e il suo cucciolo

  10. Cara Fede, mi sono venuti i brividi a leggere questo tuo post. La fondazione la conosco, e non ci posso credere per quanto sta succedendo, sono basita, ero convinta che la cosa si stava risolvendo!

  11. è sempre la solita storia, vuoi sapere quello che penso, tanto le strutture che frequentano i figli di chi ha potere, non avranno mai questi problemi, è chiudo.

  12. Questo è un

    SILENZIO STAMPA…che fa molto più rumore di tante chiacchiere…quelle che fanno i politici e ALTRO!!!

    SDEGNO!!!

    ….a te come sempre un BACIO di CUORE, perchè tu sei CUORE! NI

  13. di fronte a certe cose ci si sente impotenti. Comunque seguo il tuo esempio e scrivo qualcosa anch'io…almeno questo possiamo farlo. Grazie Fede….
    Un bacione grandissimo.Smack smack :-*

  14. sentirsi impotenti è molto frustrante,ma chi dovrebbe fare qualcosa,non conosce di certo in prima persona i problemi,non glielo auguriamo perchè abbiamo più sensibilità di loro,un abbraccio cara

  15. Io l'ho condiviso ieri su FB l'appello al Messaggero… ma non ci sarà nulla da fare, siamo spacciati, abbiamo abboccato all'amo di questi venditori di batterie di pentole… di chi si faceva la campagna elettorale qui nel Lazio con le magliette della Fondazione S.Lucia dicendo che mai avrebbe permesso che chiudesse… e ora che ha vinto questi sono i risultati… ma no no, mi starò sbagliando, è sicuramente colpa di quelli che governavano prima (è l'unica cosa che sanno dire e ripetono all'infinito come un mantra)
    Dolore e profondissima rabbia 🙁

  16. Il Santa lucia lo conosco bene, purtroppo e per fortuna: mia nonna ci ha passato molto tempo della sua vita da invalida (a causa di un'operazione sbagliata che l'ha resa tale all'età di 48 anni…)e lì aveva trovato tanti e tanti miglioramenti.
    La questione dei bambini è, ovviamente, ancora più dolorosa: impensabile e inaccettabile. Attualmente lavoro con una bimba nata prematura, che ha bisogno di fisioterpia ed è costretta a farla in privato, perchè altrimenti la lista d'attesa sarebbe di "soli" 4 anni. Per questo motivo è una bimba fortunata, ma non posso fare a meno di chiedermi perchè questo debba essere un privilegio solo di pochi eletti, mentre invece dovrebbe rappresentare la norma di un paese civile o che si definisca tale.
    Liste d'attesa interminabili e che si fa? si chiudono gli ospedali.
    Mi associo, con tutta la forza e la rabbia possibili, al tuo disappunto e alla tua voce di protesta.

  17. Come non condividere la delusione e la rabbia.
    Ero passata solo per dire "funziona"!!!! e mi spiace trovare queste parole.
    Un abbraccio a te, mia cara, e a chi ne ha bisogno. Mi sento inutile ad altro.

  18. Assolutamente incredibile!! Perchè succedono queste cose? Un abbraccio a tutte le persone che hanno tanto bisogno di aiuto, mi auguro che qualcuno faccia qualcosa per loro.
    Daniela.

  19. Condivido cio' che ha detto Fabiola: se qualcuno di quelli che stanno placidamente seduti in parlamento avesse bisogno di certe strutture, magari se le compra o si stipendia qualcuno privatamente: del pubblico, della comunita' se ne fregano altamente, e non pare ci sia rimedio…il nostro stato, inteso come governo, fa schifo, valgono solo gli interessi privati e dei malati o dei bisognosi non gliene importa nulla, vedi come riducono le spese per la sanita'…io sono pessimista e credo che purtroppo non ci sara' rimedio ad un declino sempre piu' grande…

  20. GRAZIE a tutti per il sostegno, a chi ha sontribuito a diffondere la notizia e a chi lo farà. Sono delusa, amareggiata, arrabbiata. Se ci penso, ho io il terremoto dentro, quindi non oso immaginare come possano sentirsi i genitori di quei bambini! Sono inammissibili situazioni del genere. E poi pretendiamo di vivere in un Paese civile!!! Meno male!

    @ Tery, ornella, viola…grazie per aver condiviso

    @ Scarlett…è proprio il cuore che manca! Se solo ce ne fosse un briciolo, forse le cose andrebbero diversamente!

    @ titty…hai centrato il nocciolo della questione! Ho evitato di dirlo per non fare troppa polemica ma è tutto lì! Ma quanta fatica fa tagliare qualcosina sul proprio stipendio!!! Sono schifata…posso dirlo?

    @ Anny…voglio sperare di sì, ma non è per niente cosa facile…purtroppo!

    @ Fabiola…e questa è la tristissima verità!

    @ Felix…in campagna elettorale tutti risolvono tutto e sono capaci di fare miracoli! Poi arrivata la poltrona sotto il culo…c’erano forse problemi da risolvere?!?!? Ah sì, riempirsi le tasche! Mi sento acida all’inverosimile!

    @ Milen@…in questo momento più che mai, ho la stessa sensazione!

    @ Luna…torniamo al discorso dei due pesi e due misure! Se puoi pagare hai una qualche possibilità di salvarti, sennò becco e bastonato!

    @ Mila…e contemporaneamnete ingrassano gli stipendi…loro! In questo momento vorrei prenderli a schiaffoni tutti, in barba alla mia indole in genere pacifica e tranquilla!

  21. ….Ti confesso che pensavo anch'io fosse tutto risolto……quindi cosa possiamo fare…..io sono ben disposta a collaborare in qualche modo…….baciuzzi….stefy

  22. Ricordo di aver mandato a Caris una ricetta in occasione della sua raccolta per il Santa Lucia ed ora sono molto dispiaciuta di leggere che la situazione non è mutata.
    Passo da Caris per lasciarle il mio sostegno, anche se servirà a poco!

  23. Io non conoscevo questo problema, non sapevo della difficoltà in cui si trovava questa struttura. Penso che ce ne siano tantissime nelle stesse condizioni.
    Ciò che fa più rabbia è che ci vanno di mezzo anche quei bamini che avevano trovato lì dei giovamenti con la terapia.
    E' impensabile togliere la gioia di un futuro migliore a tanti bambini ma anche agli adulti che la frequentano.
    Cosa si può fare? Intasare il sito del ministero della salute di messaggi, fare delle dimostrazioni?
    Fede, un baci grande

  24. @ stefy…lo pensavo anch'io, mi ero "illusa" che per una volta ci fosse stato il lieto fine! E invece…

    @ eli…grazie gioia, un bacio

    @ anna…non so quale sia la cosa migliore da fare o se servirà a qualcosa sollevare il polverone, ma so cosa sarebbe sbagliato! Restare zitti e lasciarsi ancora una volta calpestare senza reagire! Un abbraccio tesoro, grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.