Insalata ricca di primavera. Ma che direbbe il professore?

Il professor Grammaticus 
entrò nel ristorante 
e ordinò al cameriere 
un’insalata abbondante: 
Metteteci l’indivia, 
la lattuga, l’erbetta, 
il sedano, la cicoria, 
due foglie di ruchetta, 
un mezzo pomodoro, 
cipolla se ce n’è: 
portate l’olio e il sale, 
la condirò da me. 
E il bravo professore, 
con la forchetta in mano, 
si accingeva a gustare 
il pranzo vegetariano. 
Ma tutta la sua delizia 
fin dal primo boccone 
si mutò in una smorfia 
di disperazione. 
Guardò meglio nell’ampolla 
dell’olio e inorridì; 
gli avevano servito 
un « oglio» con la « g »! 
Offeso e disgustato 
fuggi dalla trattoria: 
sono un pessimo condimento 
gli errori d’ortografia. 
[L’insalata sbagliata – Gianni Rodari]

Chissà cosa penserebbe l’emerito prof. Grammaticus se di tutta la sua richiesta soltanto un pomodoro mi frullasse nella testa, niente sedano o lattuga, nè cicoria oppur erbette, ma un bel mix di primavera, due fagioli e quattro ovette, ma di quaglia…per inteso, chè lo lascio un po’ sorpreso! 
Fior di zucca e asparagina, per la fresca insalatina, ma prometto sarò attenta all’oliera fraudolenta, niente « g » e niente « oglio»…sol buon OLIO con orgoglio!
Ve l’avevo promessa o no l’insalata dopo il post cioccolatoso di lunedì? 
E allora eccola qui a rallegrare la giornata, un po’ pel prof un po’ chi cerca idee a mezzodì.
Piacerà…chi lo sa? Io la posto…si vedrà!

 

INSALATA RICCA DI PRIMAVERA
Tempo di preparazione       20 minuti
Tempo di cottura              15 minuti
Tempo passivo                  2-3 ore
Porzioni                           2 persone

Ingredienti per 2 persone
12 uova di quaglia (o 4 uova di gallina felice)
• 100 gr di fagioli bianchi di Spagna già lessati
• 150 gr di asparagina
• 10-12 pomodori pachino
• 5-6 fiori di zucca
• 1 cipollotto
• aceto balsamico
• olio evo
• fleur de sel

Procedimento
1. Rassodare le uova di quaglia per 4 minuti (8 minuti se di gallina), passarle sotto acqua fredda e sgusciarle.
2. Mondare gli asparagi e lessarli a vapore, fino a che risulteranno teneri, ma non scotti, poi tagliarli a pezzetti.
3. Pulire i fiori di zucca e tagliarli a listerelle.
4. Tagliare il cipollotto ad anelli sottili e lasciarli a bagno in acqua (o acqua-latte) per qualche ora (risulteranno più digeribili).
5. Lavare i pomodorini e a piacere tagliarli a metà o in quarti.
6. In un’insalatiera riunire i fagioli, i pomodorini, gli asparagi, gli anelli di cipollotto, i fiori di zucca, le uova sode (tagliare quelle di gallina in quarti).
7. Condire il tutto con un’emulsione preparata con 1-2 cucchiai di olio e 2-3 cucchiaini di aceto balsamico, completare con un pizzico di fleur del sel e servire, accompagnando a piacere con fette di pane tostato.

Con questo piatto partecipo alla fresca raccolta di Ele “Raccogliere l’insalata” 

e al contest di Marilì “GustoShop in fiore” 

Un bacio e buona settimana a tutti.

image_pdf

89 commenti

  1. Concordo con Germana…purtroppo! Comunque quest'insalata è uno spettacolo! E' mezzodì…passo da te per un pranzetto gustoso e leggero! Aspettamiiiii!!!!!!

  2. Cosa direbbe il prof non lo so, però so cosa dico io: de-li-zio-sa!
    In estate, anche se oggi a Milano sembra autunno, vivrei di insalate. Ricche e ben assortite come la tua sono una vera gioia per gli occhi e il palato.
    Il fleur del sel è la "ciliegina" sulla torta!

    Baci Giovanna

  3. ahahahaahahahah bella la storiella in rima… e belle anche le tue!! sei troppo forte mi fai semrpe sorridere leggendoti! Ottima insalata.. adoro le uova di quaglia!!! smackk .-D

  4. TESORAAAAAAAA…

    Cioè dire che sei esilarante…lo sai…dire che sei bravissima con le ricettu"sse" lo sai….ma che mi diventi anche poetessa con rime baciate…

    Evvvvabhè…allora ditelo!!!!!!! ;D

    Non resta che dirti che…TI LOVVO…ed oggi sono buona…vista la ricetu"ss"a light…niente cita"s"ione! SMUAK…SMUAK….SMUAK….ancora?

    Vabbè…mille volet smuak! ;o) NI

  5. questa insalata è decisamente quella che fa per me.io adoro l verdure e questa è veramente ricca e poi l'abbinamento delle uova di quaglia è perfetto!

  6. Sicuramente il professore la mangerebbe anche con la "g" questa ricca e leggera insalatina… stupendi post e insalata! Bacionissimi ♡♡♡

  7. Secondo me il professor Grammatico direbbe "me gusta assai" 😀
    quelle ovettine sono troppo carine…nell'insieme con quel bel piatto questa insalatina sembra una specie di nido per le ovette 😉

  8. insalata ricca mi ci ficco!!!!! che bella questa filastrocca non la conoscevo, la dovrei far vedere alle creature pestifere che qui scorrazzano… 🙂 baci

  9. A me è piaciuta!! La ricetta,la poesia di Rodari e la tua..favolosa!! Tesoro non mi è arrivata nessuna mail..:( me la inoltri please?! Baci e buona giornata

  10. Tesoro oggi siamo in rima a quanto vedo e come sempre oltre a deliziarci con piatti gustosi e colorati come quello di oggi davvero strepitosi ci incantri anche con le tue meravigliose rime!!!Baci,e tvbbbbbbbbbb tanto,Imma

  11. Direi che in fatto di rime non ti batte proprio nessuno! 😉
    Bellissima questa insalatina, non avrei mai pensato di mettere i fiori!
    un bacione e buon inizio ponte! :))

  12. ma come sei in vena di filastrocche oggi!!!
    🙂
    non ho mai mangiato un uovo di quaglia in vita mia…diciamo che, visto il mio amore smisurato per le uova, un insalata di uova di struzzo sarebbe più consona 😀
    che botta di vita :S forse è meglio la tua!

  13. l'insalata per la raccolta
    dalle mani tel'ho tolta
    e appena me l'hai data
    in un boccon l'ho mangiata!

    caspiternina pulcina "ca ca" mia…che insalatina favolosa che hai regalato alla raccolta!!! uffina, peccato che i fiori di zuccina io qui non li trovo!!! baciiiiiiii

  14. ci sono ci sono!! ,scusa il ritardo..ma anche se in molti mi hanno anticipato con i complimenti qui non vanno mai sprecati ..brava Fede una bella e ricchissima insalata ma sopratutto bellissima nei colori e nei sapori e sempre con quel qualcosa in piu!!!bacioni

  15. A me piace, e anche tanto!
    Sei anche in vena poetica dunque oggi ^_^
    Pulcino bello!! E le uova di quaglia non le ho mai assaggiate sai??? Non so nemmeno se mi piacciono o no ma la foto è troppo invitante 🙂

  16. Ciao Fede ^_^
    torno dopo un pò (finalmente direi… eheh) e vedo che i tuoi piatti mi piaccion sempre! non sò dirti quante insalate di questo genere mi son fatta in questi primi giorni di caldo ^_^
    come non provare anche la tua versione?
    ^_^ un abbraccio e troppo simpatica la poesia sul professor grammaticus eheh

  17. Ha ragione il professore, con l'itaGLIAno mica si scherza!:D Sapessi cosa vedo io quando (purtroppo ogni tanto mi tocca, sigh!) correggo i temi dei miei alunni! E sai qual è la cosa più drammatica, a mio avviso? Che nelle scuole italiane di ogni ordine e grado aumentino sempre più le ore di inglese e diminuiscano quelle di italiano, per cui i nostri ragazzi conosceranno meglio (forse)la lingua della regina Elisabetta che la propria! Passami la tua insalata che mi devo consolare, va'… :((

  18. A me "mi piace" assai 😉 Oggi ho cucinato delle zucchine e pensavo, mentre toglievo i fiori un po' appassiti, che non li ho mai assaggiati crudi! Magari un po' più freschi di quelli che avevo in mano..Baci tesoro, buona serata!

  19. Poesia e insalata 🙂 le gradisco entrambe molto volentieri… poi ci hai messo anche le ovette di quaglia che mi piacciono tanto! Un abbraccio, K

  20. Il professore direbbe… Senti un po' carina che mi passi un po' della tua insalatina? Puoi anche sbagliare, scrivere oglio e non olio, ma tutta lo stesso la voglio mangiare. Buon fine settimana pulcino, vacanze e ponte extra per me… mareeeeeeee arrivo! Baci

  21. eh Fede..che invidia…a trovarle le uova di gallina beata e felice :((( oggi ho preso quelle al super che avevano un guscio così sottile che si rompevano solo a toccarle :(! Bellissima questa!

  22. Grazie a tutti ragazzi, una giornata detox ci voleva dopo tanto cioccolato 😉 E mi fa piacere che le rime di Rodari siano state gradite 🙂 Un abbraccio a tutti

    @ Alessandra…l’asparagina sono gli asparagi selvatici, quelli sottili e più amarognoli rispetto agli asparagi coltivati

    @ Federica Alvino…te la rimando gioia

    @ marifra79, Yaya, Graal77…le uova di quaglia hanno praticamente stesso sapore di quelle di gallina. Sono solo più carine e sfiziose da presentare 😉

    @ Lucia…purtroppo è proprio così! O meglio…non imparano né l’inglese né l’italiano, che è peggio! Affoghiamo nell’insalata 😉

    @ Gio…si i fiori li ho aggiunti crudi a listerelle. Sono più saporiti e dolci che cotti, prova 😉

    @ caris…sono una vera rarità le uova di gallina felice! Io posso approfittarne solo quando rifornisce la mamy 🙁

  23. tesoro, di solito l'insalata non mi attira e non so che direbbe il professore…ma questa volta direi anche io che mi unisco alla tua tavola…mi sembra davvero un'insalatina buooona!

  24. Federica, anche io avevo lo stesso dubbio sulle proteine, ma sul libro ti spiega tutto con "professionalità medica". Nel senso che è TASSATIVO bere almeno 2/3 litri di acqua al giorno proprio per non sovraccaricare i reni, e oltretutto il regime a sole proteine dura solo una settimana, poi vengono introdotte le verdure e poi di nuovo proteine. Veramente, a me hanno molto convinto le spiegazioni, e per questo l'ho acquistato..Invece riguardo ai carboidrati e proteine sapevo il contrario, di non associarli per non appesantire. Ma cmq grazie per il commento, che è stato proprio quello a cui avevo pensato io per prima! Le diete come dici tu, equilibrate, le ho provate ma..nisba, niente di niente…
    ps.. ma i baci li ho solo cucinati, non mangiati, sono per Gabri…mica annullo così giorni interi di sacrifici dieteschi!
    un abbraccio e grazie, cinzia

  25. @ Cinzia…ci credo che sul libro fosse spIEgato tutto in modo "professionale" però resto sempre abbastanza scettica. Magari dipende da soggetto a soggetto, però in un periodo in cui ho esagerato un po' con le proteine, pur bevendo 3-4 litri di acqua al giorno, mi è aumentata l'azotemia, segno che i reni facevano fatica a smaltire tutto. Per quanto riguarda i carboidrati associati alle proteine, non mi riferivo tanto ad un primo e secondo messi insieme, ma anche solo una fettina di pane oppure una pasta al pesce per esempio. Le proteine no sono fonti energetiche ma plastiche; se non vengono abbianate ad un minimo di carboidrati che forniscono energia, cambia il loro metabolismo. Io consumo pochissimi carboidrati ma se li elimino completamente, dopo un paio di giorni mi prende un attacco fisiologico che mi fa recuperare anche con gli interessi! Un bacione e in bocca al lupo per la tua dieta

    @ Magic of Spice…thanks very much

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.