Uccelletti di S. Antonio. E vola vola vola…

Buondì! Eccoci già al fine settimana, il primo dopo il ritorno alla quotidiana normalità seguito al periodo delle feste natalizie. Allora ragazzi, com’è stato ripartire con il solito tran tran? Traumatico o abbastanza indolore?
Oggi voglio inaugurare il week end con delle frolle ripiene tipiche del teramano che ho preparato con la mia mamma durante la breve vacanzina natalizia: “li cillitte de Sand’Andonie” ovvero gli “uccelletti di Sant’Antonio”…li conoscete? 
Dovete sapere che sant’Antonio Abate è uno dei santi più venerati in Abruzzo, protettore degli animali, delle stalle e preservatore dai pericoli di incendio (“da pericule, male e lambe, Sant’Antonie ce ne scampe!“). 
La devozione per il buon frate dalla lunga barba bianca si avverte soprattutto in campagna, dove resiste tuttora al logorio dei tempi. 
In passato la festa veniva celebrata con molta solennità nelle campagne abruzzesi, accompagnata da pantagruelici banchetti, ed il rito centrale era la benedizione delle stalle e dei porcili. 
Le feste religiose che celebrano sant’Antonio sono legate ad antiche leggende medioevali, in particolare a quella del “fuoco sacro” e del “maialino”. 
Secondo la prima il Santo, considerato guaritore dell’herpes zooster (o “fuoco di Sant’Antonio”), vittorioso sulle fiamme dell’Inferno, viene ricordato in alcuni paesi del teramano bruciando cataste di legna sul sagrato delle chiese. 
Sul maialino esistono invece due leggende: una secondo cui il Santo, vinto il Demonio con cui era il lotta, lo trasforma in un maialino; l’altra secondo cui invece il Santo guarigisce un maialino che poi lo seguirà ovunque, leggenda quest’ultima che fa di sant’Antonio il protettore degli animali. 
La festa di Sant’Antonio cade il 17 Gennaio, ma si entra nel clima almeno con una settimana d’anticipo e per l’occasione si preparano questi tipici dolcetti ripieni di marmellata e dalla forma di “uccelletto” assai graditi ai bambini e…non solo!

 

Uccelletti di S. Antonio
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Recipe type: Biscotti
Ingredienti
  • - per la pasta
  • 2 tuorli
  • 1 tazzina da caffè di olio
  • 2 tazzine da caffè di vino bianco
  • 2 cucchiai colmi di zucchero
  • farina q.b.
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • scorza grattugiata di limone
  • - per il ripieno
  • marmellata
  • mandorle tritate
  • cioccolato fondente
  • rhum
  • scorza grattugiata d'arancia
  • cannella
Procedimento
  1. Preparare la pasta.
  2. Sopra una spianatoia formare una fontana con la farina, mettere al centro i tuorli, lo zucchero, l'olio, il vino bianco, il lievito e la scorza di limone grattugiata e cominciare a lavorare il tutto formando un composto che deve risultare alla fine abbastanza morbido.
  3. Per il ripieno, mescolare in una ciotola la marmellata (di mele, di uva o ancora meglio un mix delle due) con mandorle tostate e cioccolato fondente tritati, profumando con un goccio di rhum, la scorza d'arancia e la cannella.
  4. Stendere la pasta in una sfoglia abbastanza sottile formando delle strisce larghe 10 cm circa e lunghe 20 cm.
  5. Nel centro della sfoglia distribuire il ripieno a cucchiaini, ripiegare e congiungere i lembi di pasta con una pressione delle mani.
  6. Ritagliare come per formare dei grossi ravioli poi, con un po' di fantasia, cercare di dare una forma che abbia l'aspetto di un uccellino, modellando le due estremità opposte per formare la testa e la coda.
  7. A piacere formare l'occhio con un chicco di pepe o un pezzettino di cioccolato, praticare dei piccoli tagli sulla coda e delle leggere incisioni sul corpo per l'ala.
  8. Adagiare gli "uccellini" su una placca rivestita di carta forno, e cuocerli in forno caldo a 170°C per circa 20-30 minuti, fino a che risultano leggermente coloriti. Una volta freddi spolverare a piacere di zucchero a velo.

           E vola, vola, vola, vola            (E vola, vola, vola, vola                   
           e vola lu cardille,                      e vola il cardellino,
           nu vasce a pizzichille                un bacio con pizzicotti sulle guance
           né mi le può negà.                   non me lo puoi negare.)

E con questa canzone popolare abruzzese vi saluto e auguro a tutti un buon week end.
Alla prossima…

P.S. mi dispiace non aver messo il passo-passo per la formatura degli “uccelletti” ma pasticciare dopo tanto tempo con la mia mamy mi ha completamente distolta dal pensiero del “click” e quando me ne sono ricordata…gli “uccelletti” erano già in forno! 
Mi perdonate?

 

 

 

 

image_pdf

105 commenti

  1. Ma sai che quando ho letto il titolo ho pensato alla canzoncina "Vola, vola, vola l'ape maja" ah ah ah,mi son vista troppi cartoni da piccola =)) Grazie per avermi fatto conoscere questi biscottini 🙂 Buon week end cara!

  2. ma tesoruccio.. sono bellissimi.. sembrano delle colombine pronte a volare via.. ovviamente non conoscevo ne i dolcetti ne la festa.. ma ora che so.. non posso più scordarmene…
    per qanto riguarda il solito tran tran.. un incubo… un bacio grande

  3. Fedeeee non so molto di Sant'Antonio Abbate.. in quanto quello mio protettore è Sant'Antonio da Padova(son nata il 13 giugno).. però carinissima st'usanza degli uccellini golosi.. sai che faccio??? dato che mi piace la pasta.. che non è proprio una frolla (c'è il vino).. me la salvo.. e magari non creerò degli uccelletti.. ma dei ravioli si.. smack e buon w.e. .-)

  4. Il rientro non è stato traumatico, di più!!
    Queste colombine sono uno spettacolo, mi ripeto sempre, lo so, ma io amo le tradizioni, non bisogna abbandonarle!! Brava !!
    Buon Week!

  5. non li conoscevo nemmeno io questi uccelletti e la tradizione che li lega e son felice di conoscerla..cmq perdonata sise ne fai volare anche qualcuno dalle mie parti..davvero belli e buoni brava come sempre e felice week end

  6. Pensa che Mirto è così tremendo che Topy79 domenica vuole portarlo alla festa di Sant'Antonio a farlo benedire, per vedere se si calma… ma siccome io non sono cattolica mi sono rifiutata, proverò a cucinare per lui dei buoni biscottini a forma di uccellino, magari lo addolcisco (parlo di Mirto non di Topy, con Topy ho perso ogni speranza…)

  7. tesoro nn conoscevo questi biscotti e la storia meravigliosa che ci hai raccontato che vi è dietro a queste delizie…amo il mondo dei blogger proprio per questo perche c'è smepre da imparare e tu sei la mia amichetta del cuore preziosissima!!!!auguro anche a te un felice w.e. io sarò a casa con il mio piccolo influenzato:-). bacioni e tvvvvtttttttbbbbbbbb sempre nn scordalo mai!!!!
    Imma

  8. Sai che non li avevo mai sentiti questi dolcetti?
    Queste tradizioni mi piacciono sempre molto e i dolci associati sembrano proprio impregnati di questo legame con la tradizione….

    un bacione e buona festa di Sant'Antonio!

  9. Ciao! Sai che la mia nonna è abruzzese…è nata a Scerni…e quando ero piccola mi cantava sempre questa canzoncina!!!
    Credo però di non aver mai mangiato questi biscottini…magari potrei prepararli e regalarli alla mia nonna….grazie della ricetta!!
    Un abbraccio!

  10. Mai sentito parlare di questi uccelletti….che belli che sono e con quel cuore dolce poi…che buoni!!!!
    Da noi a sant'Antonio si fanno le frittelle! Credo che anche io andro' a pasticciare insieme alla mia mammotta!
    Un abbraccio e buon fine settimana!
    Paola

  11. Sei perdonata, meglio dimenticare qualche foto e godersi i momenti magici del pasticciare! 😀
    Bellissimi! non li avevo mai sentiti, complimenti cara e buon we :X

  12. Tesoro che bel racconto! Mi hai trasportata, come d'incanto, in campagna, durante la celebrazione di questa festa.
    Da bambina, anche a Napoli, la festa di Sant'Antonio era celebrata.
    Ancora ricordo i fuochi che si accendevano. Mi piacevano tanto, mi sembravano una sorta di ripresa, seppure di un giorno, del Natale.
    Adesso, presi da mille cose, queste tradizioni sono scomparse.
    Invece, purtroppo, non ho mai mangiato i dolcetti che proponi.
    Devono essere fantastici. Dai arrivo col tè!

    Baci Giovanna

  13. Si si per questa volta sei perdonata ma la prossima volta voglio vedere passo passo come nascono questi deliziosi uccellini, pensavo che la pasta fosse dura e croccante e invece dalla foto mi sembrano sofficissimi e con un ripieno godurioso(strano che non hai aggiunto anche un pizzico di peperoncino al ripieno :)) )!!!La canzone de "lu cardille" invece la conosco bene ho parenti abbruzzesi!!!Bacioni e buon fine settimana!!

  14. Ora a me chi me la toglie più dalla testa la canzoncina "E vola, vola, vola l'ape maia"?!?Da quando ho letto il titolo del post nel blog roll continua ad andare in repeat nella mia testa ;-). Particolari questi uccellini e golosissimo il ricco ripieno. L'impasto poi sembra anche molto leggero. Ottimi dolcetti. Un bacione
    e w la cucina con la mamma!!!

  15. questi non li avevo mai visti! sono davvero molto carini e sicuramente buonissimi, come tutte le ricette della tradizione!ù

    sai che dalle mie parti si dice "tu sis come il purzit di Sant'Antoni" (ovvero sei come il maiale di Sant' Antonio)per indicare una persona che è sempre in giro 🙂

  16. Questi uccelletti devono essere una delizia con quel ripieno :p … grazie per averci raccontato la storia di questa tradizione, 🙂 bellissimo racconto, complimenti, bravissima come sempre!!! :X baci!

  17. finita la prima settimana e non mi ricordavo manco più delle vacanze :-(((( che meraviglia questi dolcetti tradizionali e non importa il passo passo, le ricette di famiglia possono anche rimanere "segrete" baciii

  18. mamma mia ma devono essere ottimi….e poi a vedersi sono splendidi…anche io ho pensato alla canzone dell'ape maia…che ci vuoi fare..ci sono cresciuta!
    un abbraccio,de

  19. Che splendidi uccellini… non è che uno potrebbe volare fino a qui, ho proprio bisogno di una dolcezza così ;))
    Una curiosità, che consistenza ha questa pasta una volta cotta? E morbida o è più simile alla frolla. Ti chiedo perché un'amica mi ha chiesto di inventarle una ricetta, e io sto cercando la pasta giusta da usare per quello che lei ha in mente 🙂

  20. yessss!! questa me la prendo su!!! zero burro e posso fare finta che siano dietetici..ahahahah!!
    ci sono anche dei biscotti napoletani con un ripieno simile ma con marmellata di ciliegie, boooni anche quelli!!

  21. assolutamente non conoscevo nulla di tutto cio' per cui hio apprezzato molto il post e questi biscottini deliziosi.settimana …pesantuccia, per fortuna finita!!!bacioni e buon week

  22. I santi che hanno a che fare con gli animali mi sono subito simpatici, anche se non sono credente.
    Che carina questa tradizione dei dolcetti a forma di uccellino…posso rubarne uno?

  23. Fede, sono bellissimi ed egregiamente elaborati, complimenti a te e alla mamma. Mi piace conoscere le storie e le tradizioni di questa nostra Italia, tradizioni che a volte vengono riposte nel dimenticatoio. brava. bravissima.
    un bacione

  24. Sono troppo carini…non li avevo proprio mai visti.
    Ma andrebbero benissimo anche a Pasqua….
    Mah…forse ho detto la cavolata del giorno. Comunque, questi piacerebbero tanto anche alla Befana, ne sono più che certa 😀 Sono deliziosi.
    Baci baci e a prestissimo
    Smack :-*

  25. Mai mangiati questi dolcetti!!!Però che belle le tradizioni, mi piacciono tanto!!!
    Comunque strano che nel ripieno c'è sia la marmellata che il cioccolato…ho letto bene vero???sicuramente da provare…
    baci
    angelica

  26. buonissimi questi biscottini ripieni x sant'antonio! anche la forma ad uccelletto li rende una vera delizia 🙂
    …e poi sei sempre una preziosa fonte di informazioni sulle tradizioni locali!

  27. Grazie di avermi fatto conoscere questi bellissimi uccellini golosi ed eseguiti in maniera divina.
    Questa settimana di rientro mi è sembrata lunghissima, interminabile, ma finalmente è arrivato anche il week end.

  28. E vabbè,ti perdono,ma solo perche eri con la tua mamy e ogni distrazione è consentita!!E poi non è difficile immaginare il procedimento,con un pò di fantasia ti faccio vedere io che uccellini ti tiro fuori!!!!;)Sono deliziosi Cali e non vedo l'ora di sperimentare!!Nu vasill azzeccus azzeccus!!:-*

  29. Belli gli uccelletti, non li conoscevo, mentre conoscevo la canzone…memoria di miei ricordi di bambina, anche se non sono abruzzese…Ciao e buon w.e.!

  30. ciao tesoro! questi sono gli uccelletti piu belli e golosi che abbia mai visto 🙂
    non preoccuparti per i passaggi! Le foto pubblicate compensano la mancanza!

    ps. ma di dove sei? io sono venuta per lavoro a teramo il giorno della festa di san berardo! 😀 un bacio

  31. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog – sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

  32. Come altri ignoravo tutto ciò per cui figurati se non sei perdonata, dobbiamo ringraziarti per averci fatto conoscere questi dolcetti e ciò che vi ruota intorno! Buon fine settimana!

  33. Quanto ti sento vicina! Mi fai sentire a casa!
    La ricetta è la stessa che uso io ma cambia la forma. Da noi si formano a ciambelline ripiene. Penso un passaggio in più del tuo, i lembi si uniscono.
    Della festività di Sant'Antonio non potevi dire meglio. Grazie! Un forte abbraccio!

    Bona notte gente amiche,
    lu signore ve benediche
    e v'accresce lu patrimonie
    'nghe le grazie de Sant'Antonie.

  34. Ciao cara, è bello venire qui e scoprire nuove tradizioni, questa non la conoscevo, hanno una forma molto particolare e dall'aspetto sembrano molto buoni, un abbraccio e buon fine settimana.

  35. Ciao mi piace tanto questa ricetta, per la forma graziosa di questi uccellini, per il ripieno che nel leggere gli ingredienti ti immagini già il sapore!!! E per i miti su Sant'Antonio che non conoscevo…
    Buon week end

  36. TESORAAAAAAAAAAAA

    TESORAAAAAAAAAAAAAAAA…inforco il mio monopattino e mi precipito…eccomi!!!

    Come???

    Non sono rotolata???

    Evabbbbbbbhè…sono o no il tuo "maialino" preferito? ;o)

    Io sono protetta da S. Antonio 365 giorni all'anno con la mia Fefè, primo, secondo…dolce e caffè…DI MEGLIO non c'è! ;o)

    P.S. per ora va ancora bene il monopattino, a brave mi trasformerò in una…RUOTA!!

    "Vitruviana"???

    MAGARIIIIIIIIIIIIIIIIII…ellui c'ha il fisico…

    Fisico?

    Nucleare!

    Cioè?

    Da nucleo…rotondo ossia!

    …anvedi un pò che devo sempre essere ROTONDA? ;o)

    SOLO PER TE…epppppoi, con questi dolcetttttttti…usssignur…..

    Pa"s"iensa!!! ADORABILE mia bella Fefè! ;o)

    P.S. questa volta niente avvocato…è a sciare!

  37. Sono stupendi, non li conoscevo proprio! Lo sai che S.Antonio Abate è anche il patrono del mio paese di nascita? C'è la sagra e di solito si preparano frittelle, crostoli..Buon fine settimana carissima bacioni TVB!!

  38. ciao Fede che delizia questi ucellini,buonissimo ripieno e forma perfetta li avete dato,sembrano fatti con gli stampi,bravissime tu e la tua mamy
    un bacione,buon fine settimana

  39. @ Francesca…sai che quel cartone, anche se sono un bel pochino più grande di te, lo vedevo sempre anch’io? E mi piaceva tanto, insieme all’ape magà :D! Un bacione piccola, buona domenica

    @ Fabiana…meglio dimenticarselo il tran tran nel we! Ma perché il fine settimana dura sempre cos poco :((? Un baciotto

    @ Claudia…infatti la pasta assomiglia alla frolla ma in realtà rimane un po’ più morbida. A me piace tantissimo nonostante sia astemia e del vino mi dia fastidio anche l’odore. Ma alla fine non si sente ergo…Anche l’idea dei ravioloni non è niente male :D! Baciotti

    @ Giusy…a chi lo dici!!!Anche a me piace mantenere le tradizioni di famiglia, non ci riesco con tutte ma se posso…Un abbraccio

    @ chaillrun…beh, potresti brevettarla tu mia biscottatrice adorata…perché no :D! Baciottoni, TVBBBBBBBBB :-*

    @ Dada…eh sì, lo sono davvero. Baci

    @ Scarlett…vabbè via, per stavolta ti mando uno stormo intero 😉 Bacioni tesoro, grazie

    @ marifra79…pensavo proprio che tu li conoscessi! Beh, ora sì :D! Bacioni gioia, buona domenica

    @ Cleare…con un pizzico di fantasia non è difficile, te lo dice una che in quanto a fantasia è una frana :)) Un bacio, grazie

    @ Onde99…è piccolino, ha voglia di giocare 🙂 Sai come si divertirebbe a dare la “caccia” a questi uccellini! Ma per lui forse non saranno molto adatti. Chissà, forse potrebbero funzionare con Topy79 😉 Un bacione

    @ Manu&Silvia…grazie ragazze, un abbraccio

    @ Imma…è vero tesoro, si scoprono sempre nuove tradizioni e nuove curiosità in questo modo. E mi piace tanto per questo. Ma acciderbola, il piccolino sta male? Ora l’influenza è davvero arrivata speriamo che guarisca in fretta. TVB anch’io, tantooooooooooooo :-*

    @ Vanessa…grazie bimba, un bacio

    @ Tery…anche a me piacciono tanto le tradizioni, ci offrono sapori autentici che oggi è difficile altrimenti trovare. Un abbraccio grande

    @ fantasie…ma dai, quando si dice che il mondo è piccolo!!! Un bacione, grazie a te

    @ Tiziana…ma che buffo! Sarebbe un’idea molto carina regalarli alla nonna, magari le fai fare un tuffo nel passato. Un bacione

    @ Max…grazie, buona domenica

    @ Fabi…grazie gioia dolcissima, un bacione e buona domenica

    @ ranapazza65…grazie cara, un abbraccio

  40. @ Pamirilla…ahi ahi prof :)) Mi perdi colpi =)) ? Baciotto :-*

    @ lia…io lo lascio andare, pronta ad acchiapparlo? Un bacione, grazie

    @ piccoLINA…che bello pasticciare insieme! Io ne ho già nostalgia! Goditela tutta anche un po’ per me che sono lontana adesso dalla mia. Un abbraccio, buona domenica

    @ Puffin…in questi casi sì, davvero! Un abbraccio, grazie

    @ Giovanna…peccato che vadano scomparendo queste belle tradizioni. Perché con loro scompare anche tanto calore umano. Ma noi cerchiamo di mantenerle vive almeno in cucina. Prepara un bel thè che ti aspetto. Un abbraccio

    @ rossella…ok, promesso! La prossima volta faccio “click”! La pasta non è sofficissima, assomiglia un po’ alla frolla ma più morbida, tipo biscottoni da latte…mi sono spiegata :-/!!! Baciotti tesoro, buona domenica

    @ saretta m…ora che me l’hai fatta ritornare in mente, l’ape maia rimarrà pure nella mia di testa fino a stesera =)) Quanto mi piaceva da piccina :p! Un abbraccio tesoro, buona domenica

    @ l’albero della carambola…è stato un piacere farvi conoscere questi uccellini ed è stata un piacere la tua visita. Un bacio, a presto

    @ Alice…carino questo detto, non lo conoscevo proprio :p! Baci baci, grazie della visita

    @ Sar@…grazie cara, un abbraccio

    @ Nepitella…eh sì, credo sarebbe stato decisamente meglio! O almeno…più dolce! Baciotti

    @ Rossella…allora non puoi tirarti indietro, uccelletti siano :)) Un bacio

    @ speedy70…fammi sapere 😉 Un abbraccio

    @ Ely…com’è che l’effetto vacanza sparisce sempre così subito al rientro dalle ferie? Succede lo stesso anche a me! Mah…Nessun segreto per la ricetta, preferisco condividerle. Per la formatura non è difficile, basta un po’ di fantasia. Se li rifaccio cercherò di ricordarmi il click…promesso. Un bacione

    @ Daisy…anch’io me la ricordo con nostalgia quella simpatica apina! Ora si fisserà pure a me nella testa il ritornello dell’ape maia :)) Un bacione

    @ Dajana…eeeeeeeeeeee vola vola vola…attenta che sta arrivando…pronta ad acchiapparlo ;)? La frolla è più morbida di quella classica ma non morbidissima. E’ un po’ tipo i biscotti inzupposi da latte per capirsi. Un abbraccio, buona domenica
    @ Federica-Ramerino…grazie tesoro, un bacio

    @ dauly…mhhhhh mi sa che ho capito di che biscotti parli, anche se ora non mi ricordo il nome. Bbbbbboni sì :D! Baciottoni biondona, buona domenica

    @ Simo…eh no, non devi proprio :D! A parte la battuta…grazie gioia per esserci sempre. Un bacio

    @ Z&F…grazie, un bacione anche a te

    @ jose manuel…thanks very much

  41. @ lucy…eh sì, meno male il we è arrivato. Peccato finisca sempre troppo presto. Un abbraccio tesoro
    P.S. pacco ancora niente!

    @ Luciana…grazie tesoro, buon we anche a te

    @ eli…certo che puoi, anche due 😉 Un bacione

    @ Fairy Skull…grazie, baci

    @ (parentesiculinaria)…e vola vola volaaaaaaaaaaaa :D! Attenta Tiz che è in arrivo sul primo binariooooooooo =)) Un bacione gioia, buona domenica

    @ Alice…eh sì…bbbbboniiiiiiiiiiiiiii ^__^ Un bacione

    @ Eleonora…anche a me bimba e mi dispiace che troppo spesso le tradizioni vengano dimenticate. Un abbraccio, grazie

    @ Stefania…un bacione anche a te, grazie gioia

    @ viola…e perché no? Con la scusa delle colombe :D! E poi io sono sempre dell’idea che tutto va bene quando se ha voglia, anche il panettone a Ferragosto. Un abbraccio scrirciola, a prestissimo

    @ Daniela…grazie tesoro, un abbraccio e buona domenica

    @ Angelica…hai letto benissimo, marmellata e cioccolato a pezzettoni. Anche nei bocconotti c’è un ripieno simile e sentissi che buono! Un bacio, grazie

    @ M&F…allora ti tocca sì, non pupi tirarti indietro 😉 Un bacio

    @ Gio…grazie, troppo buono ragassuolo :)) Un abbraccio

    @ A&M…grazie ragazze, baci

    @ Letiziando…anche a me è sembrata infinita, mentre so già che il we sarà un soffio! Mangiamoci su un uccellino va 😉 Un abbraccio
    @ Damiana…quando c’è la mamy tutto è lecito 😉 E poi con al tua fantasia tesorillo vuoi che non mi riesci a formare un uccellino? Ma tu mi fai un pavoneeeeeeeee! Pure con la ruota =)) Un bacione tesò, TVBBBBBBBB

    @ Mila…guarda gurada, non l’avrei detto! Un abbraccio tesoro, spero vada meglio da te :-*

    @ Federica…grazie a te, baci

  42. @ raffy…grazie tesoro, un abbraccio

    @ Milen@…verissimo! Non si finisce mai di scoprirla tutta. Un abbraccio, buona domenica

    @ Roberta…ma dai, non mi dire! Io sono proprio di teramo città anche se sono 20 anni che vivo a Siena e torno a casa poche volte durante l’anno. Ma di qui invece non passi mai? Un bacione

    @ vincent…grazie della segnalazione

    @ Tania…grazie gioia, un bacio e buona domenica

    @ Dana…grazie a te tesoro per la chicca finale. Hai dato anche tu a me un guizzo al cuore. Beh, a ciambella o uccellino gode sempre il mio pancino :D! Un abbraccio, buona domenica

    @ lo81…grazie tesoro, baci

    @ giulia…anche a me piace scoprirle e mantenerle vive. Un abbraccio

    @ Fabiola…ti assicuro che lo sono e per i bambini sono anche una festa. Io da piccola ero al settimo cielo quando mamma me li faceva trovare la mattina a colazione. Un abbraccio

    @ Cinzia…grazie tesoro, un abbraccio e buona domenica

    @ “bear’s house”…pfiuuuuuuuuuu! Meno male va, almeno per stavolta una parcella me la sono scampata! Sto per fare con ‘sto avvocato! Ma non è che si potrebbe pagare pure lui a uccelletti e cioccolatini eh? Sbaciuzz mon amour, lovviuuuuuuuuuuuu SMAAAAAAAAAAAAAAACK

    @ Erica…grazie gioia

    @ barbara…i cavallucci non li conosco! O meglio quelli che conosco, i cavallucci senese, non credo siano quelli di cui parli. Baci baci, grazie

    @ Yaya…grazie tesoro, un abbraccio e buona domenica

    @ ornella…lontane ma vicine allora tesoro! Che bello le tradizioni vero? A me danno tanto calore. UN abbraccio, ci sentiamo presto :-*

    @ Reeni…thanks dear, have a great week end too :X

    @ Lady Boheme…ciao Tesoro, che piacere risentirti. Un abbraccio fortissimo e a presto. Grazie di essere passata

    @ Edda…grazie, sono contenta che ti sia piaciuto. Mi sembrava un po’ naif come effetto. Baci

    @ nicole c…grazie gioia, un caro abbraccio

  43. Ma guarda cosa mi ha riportato alla memoria! Questi dolci deliziosi con un ripieno che per me rappresenta uno dei sapori più belli dell'infanzia! Sai che con un ripieno analogo a Torre ci farcivano anche le coperchiole? Un bacio

  44. Mi sono letta tutto d'un fiato il tuo scritto, le foto il tuo modo di scrivere riesce a trasmettere pienamente la passione che hai per la cucina, sinceri complimenti sarà un onore seguirti e cercare di riprodurre le tue belle e buone ricette grazie Teresa

  45. Ma sono bellissimi e pure troppo troppo buoni!!!Non li conoscevo ma adesso che li ho visti li voglio anche io!!!Mi sa che ci provo…un bacione grande tesoro!

  46. @ stefy…grazie cara, un bacio anche a te e buona settimana

    @ Nadji…thanks dear, you are always very kind :-*

    @ Barbara…il ripieno è la cosa che mi piace di più, infatti li faccio sempre con un gran pancione :)) Un abbraccio gioia, buona settimana

    @ Lauradv…ma guarda li conoscevi anche tu, che bello 🙂 Devo ceracre queste coperchiole perchè mi mancano. Un abbraccio grande

    @ Pegasuslegend…thanks dear, you’re lovely

    @ fiammateresa…benvenuta 🙂 Sei davvero gentilissima, grazie e a presto

    @ dadà…thanks very much

    @ Ambra…ti risuciranno uno splnedore con le tua manine d’oro 😉 Un abbraccio tesoro
    P.S. come va ora, bene?

  47. Ciao Fede!!! Sono l'ultima arrivata stavolta… accidenti. Sorry ho passato la settimana a letto, sono scusata?
    E chi se le scorda ste delizie!!!!! Ricordo una stupenda vacanza in Abruzzo dove me ne sono rimpinzata!! W Sant'Antonio, è il mio Santo del Cuore…
    baci
    Roby

  48. Li ho riconosciuti subito…lo scorso finesettimana dovevo andare a mangiarli proprio nel paese dove li fanno…ma poi il mio nanetto ha deciso di prendersi l'influenza…! Bello sapere che sei delle mie parti…almeno nel cuore!Ti seguo sempre

  49. @ Roby…ma che bello, conosci anche tu questi uccellini :D! Mi spiace per l'influenza, spero ti sia in perfetta forma adesso. Un bacione e grazie

    @ CRI…e vola vola vola dalla mia dolce zucchettina caro bell'uccellino 😉 Un abbraccio tesoro, buona settimana

    @ Strawberryblond…ma davvero sei abruzzese anche tu? Non lo sapevo, che bello. davvero mi fa sentire un po' a casa, un abbraccio
    P.S. come sta adesso il piccolo, guarito?

    @ Magic of Spice…thanks dear :X

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.