Torta di carote con pesche e nocciole. Caro tè…pésca la torta!

Pèsca la torta con la pésca…caro tè, sì proprio te! O forse sarebbe meglio carò te!
Hihihihihi, buondì! Oggi ragazzi ho voglia di scherzare un po’ con i giochi di parole per ingannare un briciolo di tristezza, ma alla fine avete capito dove vado a pescare…o no?
La breve vacanzina in Abruzzo da mamma è terminata e oggi rientro in quel di Siena con un pizzico di malinconia nel cuore da una parte e il desiderio di riprendere le mie abitudini quotidiane dall’altra, perchè se è vero che le ferie sono sempre attese e ben gradite, è anche vero che se la “novità” divanta routine, finisce col perdere tutto il suo fascino e il suo sapore.
Mi sono goduta questi giorni, sono stati belli, il tempo è stato sufficientemente clemente, anche più di quanto mi aspettassi, avevo bisogno di respirare aria di casa e ci sono riuscita a 360 gradi. Ora si volta pagina, ma nella ripresa della quotidianità il pensiero è già proiettato al Natale, un periodo che per tanti aspetti non amo ma che con gioia mi riporterà di nuovo in Abruzzo e i giorni passano così veloci che…sarà un batter d’occhio!
Ma adesso bando alle ciance e vediamo un po’ che si pèsca oggi in tavola!
Questa è la torta che ho fatto ieri insieme a mamma. Dopo aver spentolato una mattinata dietro alla marmellata di pésche, la mia voglia di pasticci non era ancora appieno esaurita e visto che di frutta ce n’era sempre in abbondanza, dolce e succosa, perchè non approfittarne per una bella torta da gustare tutti insieme a colazione? Ma solo “pésche” no, mi serviva quel qualcosa in più e quel qualcosa perchè non poteva essere…carote? Più la rimuginavo e più l’idea mi sembrava accettabile… buona… più che buona… ottima direi… approvata!
Di corsa a comprare le carote (quelle in busta già grattate, meno fatica ma soprattutto asciutte!!!), la ricotta per necessario svuotafrigo, una piccola aggiunta di fragranti nocciole appena tostate, una manciata di uvette e via in forno!
La colazione dei saluti stamattina è stata più “dolce” per tutti e una fetta di questa torta, chiusa nella mia borsa, rallegrerà col suo profumo di casa, la mia colazione di domani ^__^

 

Torta di carote con pesche e nocciole
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Per uno stampo da 24 cm
Author:
Recipe type: Torte
Serves: 10
Ingredienti
  • 175 gr di farina bianca
  • 50 gr di farina integrale
  • 2 uova
  • 140 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di ricotta
  • 150 gr di carote già pulite
  • 1 pesca grande matura ma soda (circa 200 gr)
  • 70 gr di uvetta
  • 50 gr di granella di nocciole tostate
  • 25 gr di burro
  • latte q.b.
  • estratto di vaniglia
  • 12 gr di lievito per dolci
  • sale
Procedimento
  1. Grattugiare le carote con la grattugia a fori larghi e lasciarle asciugare bene distese su carta da cucina in modo che perdano umidità.
  2. Sbucciare la pesca e tagliarla a spicchi abbastanza sottili.
  3. Montare le uova con lo zucchero di canna e un pizzico di sale fino a renderle ben gonfie e soffici, aggiungere pian piano la ricotta setacciata con il burro fuso freddo, le carote grattugiate, qualche goccia di estratto di vaniglia e mescolare.
  4. A mano con una spatola incorporare le farine setacciate con il lievito, alternate con poco latte a filo, facendo attenzione a non formare grumi, quindi aggiungere la granella di nocciole e l'uvetta rinvenuta in acqua tiepida per qualche minuto e ben strizzata.
  5. Aggiungere ancora del latte se il composto risultasse troppo sodo, ma senza eccedere, altrimenti le uvette andranno a fondo in cottura: l'impasto deve avere la consistenza di una crema densa.
  6. Trasferire in composto in uno stampo imburrato e infarinato da 24 cm, infilare gli spicchi di pesca di taglio a raggiera e infornare a 180°C per circa un'ora, fino a che la superficie sarà dorata e lo stecchino uscirà asciutto.
  7. Sformare e lasciar raffreddare su una gratella.
  8. Servire cosparsa di zucchero a velo.

Un abbraccio e buona merenda a tutti. Alla prossima…




 

image_pdf

82 commenti

  1. Stellina, son contanta per la tua scorpacciata di gioia!
    Dai che natale è alle porte O_O…ihihih
    a parte gli scherzi, è vero il tempo scorre!

    Questa torta tandem è un concentrato di sapori e d'amore, anch'io ho voglia di fare una torta con mammella mia ^_^
    TVB gioiaaaaaaaaaaaaaaa

  2. un post velato di tristezza…ma si sa chi ama e sceglie di andare avanti per la sua strada,di prendersi le sue responsabilita'soffre sempre un po,ma e' anche vero che quando si mettono al mondo dei figli questi non sono una proprieta' privata,li accudisci,li conforti ma poi devi lasciarli liberi di crescere,amare e andare via dal nido …questi i tuoi lo sanno bene..quindi via la tristezza e ad ogni morso che darai a questa delizia che profuma di casa,d'amore e di bonta' il sorriso ritornera'….baci!!

  3. mi dispiace che le tue vacanze siano finite…del resto anche per me è così, ma hai ragione il tempo vola e Natale arriva presto.
    A parte questo la tua torte è molto bella e ad occhio, purtroppo solo ad occhio, molto buona.
    Buon rientro.

  4. dai Fede.. forza e coraggio.. torna a Siena con il pensiero che tornerai a casa da mamma al più presto 😉 daltronde se il dovere chiama.. devi rispondere… ehehe..

    la faccciooo la facccciooo. questa ricetta è straordinaria… ricotta, carote. pesche. uvetta…. azzarola tutti ingredienti che amo… graasssie grassie!! 😀
    buona giornata-…. qui sotto la pioggia..

  5. Che bella torta tutta piena di ottimi ingredienti! Usare quelle carote in busta poi è proprio una furbata, anch'io non le compro mai per l'insalata, perchè mi sembrerebbe di mangiar la paglia, ma per le torte son proprio ad hoc! Bacioni e stai su! 😉

  6. Come mi dispiace sentirti così triste, lasciare il nido è sempre faticoso anche quando ci aspetta la nostra casa. Però dai che in Toscana ti aspettiamo, se magari ci porti anche una fetta di questa buonissima torta siamo più contenti!!! Bravissima Federica baci baci

  7. Ciao Fede vedrai Natale arrivera' in un attimonel frattempo riscaldati il cuore allietando il palato con questa magica torta, che ti portera' un po' di coccole della tua mamma!!! Ne mangerei volentieri una fettona grande grande anche io!!! Un abbraccio enorme!!!!

  8. No tritte Fedeica no eh!!(detto come fanno i bimbi)^^

    Che buona la torta,ne avevo fatta una con la farina integrale ma era troppo strana,proverò come te ad aggiungere della farina bianca,delle carote,per ammorbidirla!

  9. buonaaa e molto particolare!!! dai su, su sei rientrata e ora forza a spadellare!!!
    Qs torta è eccezionale, è da diverso tempo che mi ripropongo di fare una tortina con le carote, ma poi mi freno, copio al ricetta…che sia la volta buona?
    bacioniiiii

  10. Uh che buona! brava la mia pasticciona che pasticcia con la frutta… e non solo…anche verdura e frutta secca…c'è di tutto e tutto buono in questa tortina!
    e poi è bellissssssima!!!!
    baci stella!

  11. Ti capisco Federica…anche io ho tutta la mia famiglia lontana (nonna,zie e cugini)…noi abitiamo a Genova mentre loro a Salerno e 800 chilometri di distanza sono tanti!!!!…(e avere le mamma lontana è ancora peggio…e anche io come te non vedo l'ora che arrivi Natale per vederli!!!..però bisogna farsi coraggio!!!
    Ottima comunque questa torta!…me la segno!…bravissima!

  12. Natale arriverà in un battibaleno e ci penseremo noi a farti compagnia fino ad allora! Quanto vorrei poter dire anch'io che in quel periodo potrò riabbracciare tutti i miei cari.. Bellissimo questo dolce ma le nocciole non posso mangiarle ahimè..sapessi quanto mi piacciono! Ricorrerò alle classiche mandorle. Un bacione grande grande

  13. Rieccoti qui!!!! eh si che le ferie prima o poi finiscono.. e si torna alla normalità.. quotidianità!!! Io il Natale lo adoro.. già ho iniziato il countdown.. che inserirò nel blog presto presto!!!! Ottimo questo docle.. proprio l'ideale per la colazione.. ma non solo… smack cara 🙂

  14. Ma che delizia vedono i miei occhi! Già sento il profumino… e se poi è stata pure fatta insieme alla mamma diventa ancor più buona! Però non esser triste, vedrai ke i ltempo volerà e in un batter d'occhio saremo già a natale!

  15. Io io!! Pesca me pesca me!! Su bella tortina pescamiiiiii!! :))
    Caspita, Natale…. ancora mi sento così estiva! Ma ormai praticamente, prendi halloween, gira l'angolo e trovi l'Immacolata e poi percorri 50 metri e siamo lì!
    Mi sa che fai bene a pensare al Natale!
    Un baciotto!! :DD

  16. Prima o poi chissa' che capito a Siena, ci sono tutte le prospettive per l'anno prossimo! Anche se io non amo le torte ahime', devo dire che questa mi ispira a mangiarne una fetta, ma mi devo accontentare di una virtuale. Bacioni.

  17. il profumo di questa torta cucciola arriva fin qui e si porta con se la dolcezza della tua anima che vive di contrasti tra il voler restare con i tuoi e il ritmo quotidiano che manca a tutti dopo diversi giorni di vacanza….io con una fetta di dolce cosi mi sentirei in paradiso se poi in tua compagnia sarebbe perfetto!!bacioni grandi tvbbbbbbbbbbbbbbbbb tanto,imma

  18. Effettivamente il tempo vola davvero e tra un po' riabbraccerai i tuoi cari 🙂
    La torta sembra super buona però sono curiosa, chi ha messo le fettine sulla torta in maniera così precisa, tu o la mamma? Brave entrambe!

  19. e allora ben tronata anche a te!
    stupenda questa tortina e visto che più fresca della mia, portala per il caffettino, la macchinetta è già sul gas, spicciati 😉
    :-*

  20. Che bel mix!Quello che ci vuole x iniziare bene la giornata,Quando salutiamo i nostri cari,se abitiamo lontano,c"è sempre un po di malinconia.Ma nella vita si fanno delle scelte,a volte volute altre x forza di cose .L"importante è sapere che abbiamo qualcuno che ci aspetta e che c"è in qualsiasi momento!Bacioni.

  21. Ciaoooooooo tesoruccioooooo! pesche e carote…questa proprio non me l'aspettavo, mi hai colto di sorpresa 😉
    bello bello fare colazione in famiglia, come quando si era piccoli. Un baciotto

  22. Questa pesca mi piace,e allora ne approfitto e ti rubo la ricetta!!!!Anche a me hai messo un pizzico di malinconia,rieci a trasmettermi pure i tuoi stati d'animo,però capisco che è una cosa passeggera!!Fede???E allora??Ti stancavi a grattuggiare le carote????Ah sei una sfaticatella eh..ssttt lo faccio pure io!!!!Un bacio grande quanto la bontà della tua torta pescosa!

  23. Ma che dolce che sei! Riscaldano davvero il cuore i tuoi sani valori, in primis l'attaccamento alla famiglia e alla terra che ti ha dato i natali … A proposito di natali, perché dici che non ami il periodo natalizio? Fosse per me farei regnare il Natale tutto l'anno! :))
    Comunque, dopo tutto quello che hai detto, la torta fatta con la mamma non è più una semplice torta: è diventata poesia… :X

  24. Quanta roba c'hai messo dentro sta torta? Ci manca una palma e poi c'è tutto! E' stupenda quasi quanto te, ma tu di più. Se facessi colazione con questa torta mi sentirei la regina Elisabetta.Paro paro.Ma quanto sei brava mon amur?
    Loviù <3
    Dio che fame!

  25. eheheh…superba di sicuro sarà…peccato che io sono allergica alla pesca…:(
    ricordo il suo sapore…mmmm…buonissima! ok…ve la lascio…:)))
    un bacione e superbrava come sempre!!!
    tamara

  26. Bentornata a casina carissima 🙂

    Come ti capisco sai? Io quando torno a casa procedo verso Nord e quando torno ho sempre un magone… anche se sono passati 16 anni dal nostro arrivo in terra marchigiana ogni volta è una ferita che si riapre… :*)

    Devo dire che hai lasciato un ricordo più che egregio a casa dei tuoi con questa torta bellissima e golosissima!!!

    Ti abbraccio forte!

  27. TESORAAAAAAAAAAAAA

    TESORAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA…ennnnnnnnnno…

    ENNNNNNNNNNNNNNNNNO.,..io ero così fiera!!!

    Mi ero contata ero la n.ro 15!!!

    GIURO!

    Che fine ho fatto?

    Dove sono finita con la torta?

    Cercatemi nel disegno celato della prossima settimana enigmistica…mi sono precipitata con la magnifica torta della mia FEFE e mi hanno fatto una foto invisibile…prossimo numero della settimana enigmistica!!!

    Cercatemiiiiiiiiii…c'è la torta della FEFE in palio!;o)

    KISSES my dearest friend!!!

    SMUAKKKKKKKKKKKKISSSSSSSSSIMI…sò fusa!!!

    ;o)-. pazz. NI

  28. Ciao cara!Non so se mi sbaglio,ma mi è sembrato di leggere una nota triste nel messaggio che mi hai scritto nel blog, non so,forse una sensazione ma ti ho percepito un pò giù,qualsiasi cosa sia spero che passi presto! Come va?io sono presissima dallo studio ma spero per ottobre di tornare ad essere più presente sul mio sito e tra voi, un bacione grande!

  29. CHE torta fantastica spero che la sua dolcezza ti rallegri il cuore anche se una piccola parte l'hai lasciato in Abruzzo.vola da me c'è un ovetto che ti sorride e spero che anche quello ti tiri un po' su!

  30. Accidenti che gioco di parole degno della settimana enigmistica!! °_°
    Che bella, però, la dolce malinconia che ci portiamo dietro quendo lasciamo i luoghi che amiamo. Il bello di lasciarli è poi il tornare e quel particolare sentimento sa di "arrivederci"…
    Interessante la tua svuotafrigo! E poi è così bella!

  31. @ tutti…GRAZIEEEEEEEEEEEE! Siete riusciti a tirarmi su il morale con il vostro calore e il vostro affetto, la partenza da casa lascia sempre un po' di amaro in bocca, anche se dall'altro lato c'è la voglia di recuperare le proprie abiudini quotidiane. Ma è giusto così, sono scelte che si fanno ed è anche vero che non si può rimanere sempre incollati alla gonna di mamma giusto? Tra appena un mese verrà anche lei a trovare me e quindi i tempi della lontananza si riducono ancora un po'.
    Vi voglio un mondo di bene, siete la mia seconda famiglia. Un abbraccio fortissimo

    @ Scarlette…parole sagge le tue tesoro. E alla mia età è ora proprio che voli da sola. Garzie :-*

    @ Alessandra…sei dolcissima 🙂 Solo farina integrale ho paura venga un po' "gnucca" (si dice dalle mie parti per pesante e compatta). La taglio sempre con della farina bianca, in genere al 50%. Fammi sapere 😉

    @ Max…ci siamo passati il testimone, tu arrivavi e io partivo! Sarà per la prossima, mi raccomando 😉

    @ Tery…le tue indicazioni stradali me le segno, sono fantastiche :))

    @ Chamki…magari :D! Insieme ci daremo di zenzero candito ok? Devo riuscire a spegnere l'incendio 😉

    @ La Cucina di Papavero…è vero cara, sapere che fai una telefonata e mamma è lì da comunque un bel sostegno. Un abbraccio

    @ Lucia…ci sono un bel po' di motivi per cui non amo troppo il periodo natalizio. Viverlo qui da sola fino quasi alla vigilia, lontana dalla mia famiglia, mi fa sentore ancora di più la lontananza. E poi non sopporto l'ipocrisia che c'è dietro, i regali di convenienza, quel "siamo tutti più buoni" baci e abbracci per tornare a "fare a botte" dal 7 gennaio così come si torna a scuola. Che ci vuoi fa'…son strana! Un bacione cara, grazie del tuo affetto

    @ Simona…accidenti alla palma! Me la dovrò ricordare la prossima volta :))

    @ Gata…pensa che io son qui in Toscana da 19 anni e il distacco ancora è come la prima volta, o quasi!

    @ "bear's house"…allora devo correre in edicola =))

    @ Francy…grazie stellina, niente di grave. Solo un pizzico di nostalgia per essere ripartita da casa. Ma riabbracciare virtualmente tutti voi è una gran bella cura scacciamalinconia. Un bacione e buono studio, ma pensa anche a te mi raccomando 😉

    @ lucy…allora passo a pescare l'ovetto 😉

  32. ma lo sai che sei simpaticissima?sai io le torte con carote ancora non l'ho mai mangiate…però questa qui sembra proprio buona oltre che bellissima…mi spiegheresti la consistenza? :X

  33. Pesche, carote, uvetta, nocciole, ricotta! Non vedo l'ora di riprodurre questa torta meravigliosa e di gustarla anch'io, per colazione! Dev'essere davvero buona e profumata! Allora ben tornata e buon pomeriggio!

  34. Ciao Fede , sai che scopro solo adesso le tue origini abruzzesi? ironia della sorte, l'abruzzo mi ha adottato ormai da 3 anni, vivo a Pescara, ho imparato ad amare la tua terra, quindi capisco la tua nostalgia ,la capisco dobbiamente, primo perchè la tua terra e splendida e secondo perchè anchio so che significa vivere lontano da casa ,ma su con la vita ,tanto si torna sempre a casa quando si può ….bacionissimi!!!!

  35. @ Marianna…grazie del complimento, è incoraggiante perchè penso sempre di essere il contrario! La consistenza è morbida (ma non soffice come un pan di spagna o ciambellone) e leggermente umida, non troppo dolce e quasi si scioglie in bocca. E' da provare 😉

    @ BreadandBreakfast…eh sì, ormai la stagione delle pesche stringe, di quelle ancora buone almeno. Un bacio, grazie

    @ Antonella-Vera55…eh sì, gustarla stamattina a colazione ha funzionato. Un abbraccio forte a te cara, grazie

    @ Fabiana…stamattina mi sono beata da sola :)) Ieri è stato più divertente però! Un bacione

    @ Ambra…urca là, ora mi monto la testa come le uova con lo zucchero ;)) Sei unica rot :-*

    @ Micaela…grazie cara, bentornata

    @ Neve…è stata più buona di quanto immaginassi e credo davvero che l'amore che abbiamo messo dentro in due abbia fatto al differenza. Grazie, un abbraccio

    @ Fimère, ~Lexibule~ , Nadji…thank very much :-*

    @ Carlotta…è ricca ma anche leggera tutto sommato, credo valga la pena provarla. Un bacio, grazie

    @ Giovanna…ma guarda, davvero ti sei traferita in Abruzzo :-o! A Pescara ho una zia, la sorella di mamma e quando torno a casa è facile che vada a farle visita. Magari al prossima volta ci possiamo sentire se ti va 😉 Un abbraccio forte, grazie

  36. Bentornata alla normalità, quella dalla quale io no sono mai uscita. Non vedo il mio fratellino da mesi quindi la nostalgia di casa mi cammina a fianco ogni giorno 🙁
    Per la tua dolcezza, beh… direi che tolta l'uvetta.. sarà meglio che la tieni in borsa, ma chiudila bene, perchè non si sa mai chi si aggira nei paraggi, se ci fosse una come me…domani salteresti la colazione ;))
    Abbinamenti perfetti!!! E che te lo dico a fa???
    Ciao pulcino, baciotto.

  37. Ecco vedi che succede? troppo di tutto e questo post mi è sfuggito….
    Va bene dai, ormai non sto più a ripetere sempre le stesse cose. Ormai hai capito. Però ce la metto tutta!
    Ora, questa torta mi sembra stupenda, meravigliosa con quel profumo che solo le pesche sanno dare. Solo una cosa….una volta feci come te e misi una fetta di strudel in borsa con l'idea di mangiarlo una volta a casa. Solo che me ne scordai e mi illuminai solo dopo qualche giorno quando cominciai a rovistare in borsa furiosamente in cerca delle chiavi. Una sensazione di umidiccio e appicicoso mi disse che forse avevo dimenticato qualcosa di strano in borsa……Si si, esattamente lo strudel che ormai era sparpagliato per bene tra agenda, portafogli fazzolettini ecc ecc!!!!!!!!!!Me la ricordo ancora sta scena splatter!
    Ma tu sarai senz'altro più brava e più attenta di me…spero……
    Un bacione carissima. Ti abbraccio fortissimo.
    A presto E grazie per il pensiero di stamattina!!!!!!Sei un tesoro

  38. @ I Viaggi del Goloso…grazie ragazzi, buon week end

    @ zuccacapricciosa…è dura stare lontano da casa per tanto tempo. Qualche anno fa me ne rendevo conto di meno, non so perchè, ma ora più passa il tempo e più resisto meno alla nostalgia. Dici che sto invecchiando? Comunque per la fetta di torta in borsa…ormai è al sicuro da un po' nel mio pancino :)) Un bacione stella, buon fine settimana

    @ viola…missione "salvataggio fetta" compiuta! La gola è stata più forte dell'amnesia, è al sicuro da un pezzo quella fetta, pappata a colazione :))
    Un abbraccio tesoro, forte forte e grazie a te, TVB :-*

  39. L'importante è che tu stia bene, vedrai che presto tornerai dai tuoi cari e starai di nuovo meglio..nel frattempo affronta le giornate con tutta la carica che hai ricevuto stando con loro e vedrai che il giorno in cui starai di nuovo a casa sembrerà arrivare prima, un bacione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.